giovedì 19 luglio 2018

Consiglio del Giorno: Nero Corvino, di Roberto Ricci




Titolo: Nero Corvino
Autore: Roberto Ricci
Casa editrice: "Le Mezzelane"
Pagine: 182
ISBN 9788833280936.
Prezzo 13,90€



Cinque storie thriller:
Gli Occhi Della bambola - L'acconciatura Sbagliata - Guanti Neri - La Ballerina - La Goccia




Nero Corvino è la raccolta di racconti composta da cinque "storie del brivido" di Roberto Ricci. Tra queste copre un ruolo di rilievo "L'acconciatura sbagliata", nella quale l'autore descrive il suo mondo, quello dei parrucchieri, in cui invidie, intrighi, relazioni amorose, ma anche ironia e sarcasmo, si intrecciano sullo sfondo di una storia thriller-horror ricca di colpi di scena. La follia omicida dei personaggi criminali, con le loro inquietudini, debolezze e la loro sete di vendetta, trascinerà il lettore in un vortice di estrema paura.
Sarà difficile leggere questo libro senza accendere tutte le luci di casa.


Dal racconto Guanti Neri è stato realizzato un cortometraggio nel 2014 e attualmente visibile in rete. Anche dal racconto La Goccia, sarà presto realizzato un cortometraggio diretto da un noto regista.
Un libro che potrà sicuramente piacere a tutti gli appassionati del genere thriller venato di horror. Tutto il libro è un omaggio al cinema Italiano della paura, quello che, con maestri come Bava, Argento e Fulci, il mondo ci invidiava.
Delitti cruenti, personaggi ambigui e tormentati, assassini nerovestiti, da scoprire solo nelle ultime pagine.

Autore
Roberto Ricci, nato a Ancona nel 1963. Svolgo la professione di parrucchiere e dal 2012, dopo la vittoria al Premio Racconti nella rete con il racconto thriller "Il Cappotto", sono diventato per tutti "il parrucchiere del brivido". In questi anni ho scritto vari racconti e soggetti per lo schermo, tutti di genere rigorosamente thriller.

mercoledì 18 luglio 2018

I Predestinati (Carve The Mark 1), di Veronica Roth #CarveTheMark #IPredestinati #VeronicaRoth #bookblogger #booklovers #book #leggere #leggerechepassione #reading #bookblog #booklover #read #booklove #viaggiatricepigra


via IFTTT

Review Tour: L'incantesimo della spada, di Amy Harmon

https://amzn.to/2KfKj76
Cliccando sulla Cover si va su Amazon
Il giorno in cui mia madre è stata uccisa, ha detto a mio padre che non avrei mai più pronunciato una sola parola e che se fossi morta, lui sarebbe morto con me. Predisse anche che il re avrebbe venduto la sua anima e avrebbe ceduto suo figlio al cielo. Da allora mio padre attende di poter avanzare la sua pretesa al trono e aspetta nell'ombra che tutte le parole di mia madre si avverino. Desidera disperatamente diventare re. Io voglio solo essere finalmente libera. Ma la mia libertà richiede una fuga e io sono prigioniera della maledizione di mia madre tanto quanto dell'avidità di mio padre. Non posso parlare o emettere suoni. Non posso impugnare una spada o ingannare un re. In un regno in cui gli incantesimi sono stati banditi, l'unica magia rimasta potrebbe essere l'amore. Ma chi potrebbe mai amare... un uccellino?

° °   ° ° °   ° °   ° °   ° ° °   ° °
 
Posso dire che amo lo stile di Amy Harmon!
Non avevo letto nulla di suo prima, ma spero di trovare il tempo per recuperare presto altri suoi romanzi perché è davvero brava.
Questo libro è di una leggerezza unica e scorre veloce, lasciando però una storia bella e complicata, piacevole da leggere. L'ho iniziato e chiuso dopo qualche ora...e voglio il seguito!
 
La protagonista (e voce narrante) è Lark, che ci viene presentata nel giorno peggiore della sua vita, quando a soli 3 anni assiste alla morte di sua madre per mano del tiranno Zoltev, poiché lui ha messo al bando ogni tipo di dono e Meshara fa una predizione: se l'avesse uccisa (il Re), avrebbe venduto la sua anima e avrebbe ceduto il figlio al cielo. Una frase che suona quasi come una maledizione. Ma ciò non ferma la mano del sovrano. Inoltre, prima di morire, dice a sua figlia che non avrebbe mai più detto una parola e che il destino del marito era legato alla figlia: se lei fosse morta, lo sarebbe stato anche lui.

Parole forti, che però hanno tenuto negli anni al sicuro Lark dal padre, che spinto dalla cupidigia vuole il trono per sé e la tiene quasi rinchiusa per poter evitare qualsiasi cosa le possa capitare, per la sua incolumità, non per amore paterno. Ma Lark ama andare per i boschi, poiché lì ha una "voce", ossia riesce a sentire e parlare con gli animali attraverso la mente. Un dono legato alle parole che possiede fin da piccola, ma che da quel giorno non ha più potuto usare appieno.
 
Sarà durante una giornata fra i boschi come tante altre, che si scontrerà col (nuovo) Re Tiras, il figlio di Zoltev, che la reclamerà con una scusa portandola via con sé nel suo castello.
La rinchiuderà in una stanza, con un obiettivo in mente, eppure il destino sarà beffardo poiché fra i due inizierà a stabilirsi un legame molto forte che permetterà a lei di crescere ed aprirsi al mondo, imparando a leggere e scrivere, diventando più coraggiosa e accogliendo il suo dono; e permettendo a lui di iniziare a mostrare il suo vero volto, anche se inizialmente solo con lei, rivelando ciò che vuole portare avanti, nonostante la guerra in corso e la sfiducia che si fa largo verso il trono.
 
Un romanzo davvero bello ed originale, che mostra una storia fantastica, ricca di lezioni e con un finale non troppo prevedibile che mi è piaciuto molto. I protagonisti anche se diversi hanno alcune cose in comune, ma saranno proprio queste incomprensioni, o lotte, fra loro a renderli più interessanti al lettore.
Lei dolce e timida, ma dentro forte e difficile da intimidire, dimostrerà che sa combattere ed essere coraggiosa.
Lui temerario e potente, ma con un enorme segreto da proteggere a tutti i costi, sperando di poter cambiare le cose in meglio per il suo popolo.
Una storia che consiglio di scoprire.


martedì 17 luglio 2018

Questa mattina vi ho parlato del secondo volume della trilogia "Carve The Mark": Il Destino Divide". Decisamente più scorrevole del precedente, che però ci apre a questo Mondo. Con due voci in più a darci una panoramica più ampia, ci troviamo alla soglia di una guerra che potrebbe dividere i nostri protagonisti... Ve ne parlo meglio sul blog 😉 . Chi attende il terzo?😊 . #IlDestinoDivide #CarveTheMark #VeronicaRoth #fantasy #booksofinstagram #bookblogger #booknerd #bookstagrammer #booklovers #book #bookish #leggere #leggerechepassione #reading #leggeresempre #booknow #leggerefabene #bookblog #booklover #read #booklove #bookshelf #amoleggere #bookaholic #libridaleggere #freepik #viaggiatricepigra


via IFTTT

Opinione: Il Destino Divide (Carve The Mark 2), di Veronica Roth


Il destino li ha fatti incontrare.
Ora sta per dividerli.
Non ci si può opporre al proprio fato. Sarebbe sciocco, oltre che inutile, perché non si può andare contro qualcosa di inevitabile. Lo sanno bene Akos Kereseth e Cyra Noavek, eppure, fin dal momento in cui è stato reso pubblico il loro, di fato, si trovano in bilico tra l'accettazione del proprio destino e il desiderio di tentare l'impossibile e cambiarlo.
Akos non ha potuto fare a meno di innamorarsi perdutamente di Cyra, nonostante il suo fato preveda che lui morirà proprio al servizio della famiglia Noavek. E quando il padre di lei, Lazmet - un tiranno spietato e senz'anima che tutti avevano creduto morto -, torna alla ribalta reclamando per sé il trono degli shotet, il ragazzo si convince che la sua fine è ormai vicina.
Nel momento in cui Lazmet innesca la tanto temuta guerra tra thuvhesiti e shotet, i due ragazzi sanno di non avere scelta, devono cercare di fermarlo in tutti i modi possibili. Anche se per Cyra questo potrebbe significare togliere la vita a suo padre, e per Akos perdere la propria. In un colpo di scena sbalorditivo, i due scopriranno quanto il fato che guida le loro vite possa sorprenderli in modi assolutamente inaspettati.

Reso ancora più ricco dall'aggiunta di due nuove e potenti voci narranti, il sequel di Carve the Mark - I predestinati è un romanzo avvincente che, tra una battaglia e l'altra, riesce a parlarci di speranza, fiducia e resilienza.

° °   ° ° °   ° °   ° °   ° ° °   ° °
Una lettura decisamente più scorrevole del precedente capitolo (I Predestinati); come già ve ne avevo parlato, introduce questo vasto mondo parlandocene fin nei dettagli, permettendoci così di capire le varie sfumature delle varie popolazioni e permettendoci anche di comprendere meglio questo secondo capitolo, senza appesantirlo con ulteriori spiegazioni.

Ripartiamo dalla fine del primo capitolo, sulla nave dove Cyra e Akos sono riusciti a scappare, portando in salvo Ryzek (facendo credere che sia morto) ed Eijeh, sperando di farlo tornare come prima. In viaggio insieme alla sorella di Akos, Cisi, ad alcuni ribelli e alla cancelliera Isae, che ha perso la gemella mentre stavano accorrendo per salvarla e mettere fine al regno di Ryzek.
Ma le sorprese non sono finite, perché il sovrano di Shotet sgancia una bomba sulla sorella: il padre, Lazme, non è morto come aveva fatto credere.

Un uomo crudele che potrebbe rappresentare un pericolo ancora maggiore del figlio, se tornasse a regnare.
Si parte senza preamboli, diretti nella storia, iniziando con altri colpi di scena che daranno il via ad un'altra avventura veloce, rapida, piena di sorprese per i nostri protagonisti.
Per noi un aggiunta di cui ci accorgeremo fin da subito: le voci narranti saranno quattro.
Cyra, Akos, Cisi e Eijeh.
I primi due li conosciamo già e continueremo a seguire le loro vicende attraverso i loro occhi.
Mentre gli altri due sono da scoprire e regaleranno molte sorprese.
La sorella di Akos ci permetterà soprattutto di capire quale maledizione sia il suo dono, che le impedisce di parlare come vorrebbe per non infastidire gli altri (cosa accennata nel precedente volume, ma qui ne possiamo capire l'impatto su di lei direttamente).
Eijeh...beh, va scoperto leggendo cosa ha da raccontarci.

Non voglio dirvi di più riguardo la trama perché deve essere scoperta pezzo per pezzo, guardando attraverso più occhi, permettendoci di vedere da prospettive diverse tra loro.
Con una guerra in procinto di scoppiare e i Fati in agguato per ognuno di loro, è sempre più difficile capire cosa si fa per amore e cosa per "dovere". Eppure, nulla è scontato come appare.
Basterà pochissimo per ribaltare la situazione...e cosa succederà a tutti loro?

Una bella continuazione! Come ho già detto, decisamente migliore (poiché più scorrevole) del primo, ma si completano poiché senza quello non avremmo potuto leggere e comprendere questo.
Una storia davvero originale, ricca di fantasia e...ampia, per tutto ciò che riesce a contenere.


venerdì 13 luglio 2018

È arrogante decidere chi sono i lettori di serie A e chi di serie B, solamente per i gusti personali su certi generi. In un paese nel quale già comprare un libro (e leggerlo) è qualcosa di miracoloso, davvero il problema è cosa si legge? Io vago dagli horror, al fantasy, ai thriller, facendo ogni tanto qualche fermata per i classici, i romance, gli erotici, la fantascienza, la narrativa,... Merito più punti per alcuni e meno per altri?! . . Da lettrice e bookblogger mi sento insultata, perché un opinione non dovrebbe essere spacciata per notizia (imparziale), gettando disinformazione e insulti più o meno velati su una categoria di lettori/autori. . . Anche da donna mi sento insultata. Dovrei vergognarmi se leggo certi generi! Nel nostro (ancora troppo bigotto) paese è piuttosto grave che si umili chi ama gli erotici (scriverli e/o leggerli), sminuendo pure l'intelligenza della donna in questione, come se fosse qualcosa di frivolo, sciocco, superficiale,...guai ad avere fantasie sessuali! . . Ignoranza, bigottismo, maschilismo,... Sempre bello il "giornalismo" italiano. . . Da donna, lettrice, bookblogger, e molto altro, MAI mi permetterei di denigrare qualcuno in questo modo solo perché legge qualcosa che a me non piace. I libri devono unire. "L'amore per la lettura non ha colore perché leggere è sempre una buona idea." #leggereèsempreunabuonaidea


via IFTTT

Il mio ultimo acquisto libroso 😉😍 Siete stati incredibili ad indovinare così in fretta, dovrò impegnarmi di più 😊 #AmericanGods #NeilGaiman #booksofinstagram #bookblogger #booknerd #bookstagrammer #booklovers #book #bookish #leggere #leggerechepassione #reading #leggeresempre #booknow #leggerefabene #bookblog #booklover #read #booklove #bookshelf #amoleggere #bookaholic #libridaleggere #viaggiatricepigra


via IFTTT