sabato 29 aprile 2017

#DylanDog #IlPassoDellAngelo #fumetto #fumetti #SergioBonelliEditore #comic #comics #profumodilibri #voglioleggereditutto #semprelibri #leggeresempre #reading #leggere #libro #book #loveread #amorelibri #viaggiatricepigra


via IFTTT

Una #favola #dark, più che un #horror...ma non malaccio alla fin fine "La Madre" Più dettagli sul blog 😉 La trovate anche su #LoScaffaleDelleSwappine 😊 #LaMadre #SabatoHorror #favoladark #movie #film #horrormovie #filmhorror #blog #blogger #viaggiatricepigra


via IFTTT

Sabato Horror: La Madre



Titolo originale Mama
Paese di produzione Canada, Spagna
Anno 2013
Durata 100 min
Genere orrore, drammatico, thriller
Regia Andrés Muschietti
Soggetto Andrés Muschietti, Barbara Muschietti
Sceneggiatura Neil Cross, Andrés Muschietti, Barbara Muschietti
Produttore J. Miles Dale, Barbara Muschietti, Cristina Lera Gracia (produttore associato)
Produttore esecutivo Guillermo del Toro





Interpreti e personaggi

Jessica Chastain: Annabel
Nikolaj Coster-Waldau: Lucas/Jeffrey
Megan Charpentier: Victoria
Isabelle Nélisse: Lilly
Daniel Kash: Dr. Dreyfuss


Trama
Cinque anni fa, le sorelle Victoria e Lilly scomparvero dal quartiere in cui abitavano, senza lasciare traccia. Da allora lo zio Lucas e la sua fidanzata Annabel non hanno fatto altro che cercarle. Ma quando le ragazze vengono incredibilmente ritrovate vive in un rifugio fatiscente, la coppia inizia a chiedersi se le ragazze siano gli unici ospiti ad essere stati accolti nella loro casa. Mentre Annabel cerca di ricreare una vita normale per le due sorelle, cresce la sua convinzione che in casa aleggia una presenza maligna. Le sorelle presentano semplicemente i sintomi di un trauma o c’è veramente un fantasma che si aggira intorno a loro? E come hanno fatto a sopravvivere tutti questi anni da sole? Mentre la donna cerca risposte a queste domande spaventose, si renderà conto che i sussurri che echeggiano in casa quando le ragazze vanno a letto, provengono dalle labbra di una presenza letale.

Trailer
 
 
Opinione
 
Una favola dark, più che un horror.
Il padre di Victoria e Lilly prende le figlie e le porta via con se, in una capanna nei boschi, ma succede qualcosa...
Cinque anni dopo vengono ritrovate in quel luogo e il gemello del padre decide di prendersi cura di loro, dopo che entrambi i genitori sono morti.
Sono selvatiche, più che altro la più piccola Lilly, mentre Victoria ha ricordi che riescono a farla uscire un po' dal guscio, riconoscendo lo zio.
Lucas decide di portarle a casa, dove vive insieme alla sua fidanzata Annabel (che non è convinta della cosa), e lentamente dovranno abituarsi alle bambine, cercando di farle tornare alla normalità.
Come siano sopravvissute da sole in quel luogo è un mistero, ma ben presto si renderanno conto che non sono mai sole.
Infatti c'è qualcosa, una Mamma (o Madre) di cui loro non vogliono parlare ma che sembra esser arrivata in quella casa con loro...
 
Una storia lenta e con qualche colpetto qua e la, una scena con musica alta per far saltare il pubblico sulla poltrona...ma non molto coinvolgenti.
In generale piacevole come storia. Un po' piatta, ma dolce per quello che racconta.
Infatti mescola il sovrannaturale con l'amore, e l'orrore, portando lo spettatore lungo una favola dai toni neri e lugubri, ma con un sottofondo che smuove un po' i sentimenti.
 
Non male per chi cerca una storia tranquilla e piacevole, ma non stucchevole.
Non un horror, ma neppure una storia (troppo) prevedibile nel complesso.
Potrebbe piacervi...


mercoledì 26 aprile 2017

🇮🇹Un bellissimo micione rosso, seccato di non essere il protagonista della foto ❤ Foto di @sassy_2108 . 🇬🇧A beautiful red cat, annoyed not to be the protagonist of the photo ❤ . . . . 🇮🇹Se volete potete contribuire con le vostre foto con libri e animali, mandatemeli in privato e li pubblicherò taggandovi 😉😊 . 🇬🇧If you want, you can contribute with your photos with books and animals; send them in private and I publish them (and tag you) 😉😊 . #cat #catandbook #gatto #gattoelibro #lovecat #profumodilibri #voglioleggereditutto #semprelibri #leggeresempre #reading #leggere #leggo #libro #libri #book #books #loveread #amorelibri #viaggiatricepigra


via IFTTT

Ho finito, e devo ammettere con fatica, "Il Metodo 15/33", di Shannon Kirk. Ne avevo sentito parlare molto bene, eppure....non mi ha conquistato! Ma ve ne parlerò meglio più avanti sul blog 😉 #IlMetodo1533 #ShannonKirk @rizzolilibri #Rizzoli #thriller #leggereovunque #profumodilibri #voglioleggereditutto #semprelibri #leggeresempre #reading #leggere #leggo #libro #libri #library #libreria #book #books #loveread #amorelibri #bookblog #bookblogger #blogger #viaggiatricepigra


via IFTTT

martedì 25 aprile 2017

❗Cats&Books ❗ . 🇬🇧 Hi everybody 😄 If you follow me, you know how I love books and cats, but online the photos are few and I wonder if you would like to collaborate by sending me a photo of your pet, with one or more books next, to be published on this profile. (I'm not racist, I even accept pictures of dogs or other animals ...but near books 😉) Just a courtesy: Send me your photo (not from internet or else) for Private Message! So I can keep track of what I'll public and about who is the photo (for the tag). Thanks to who will collaborate 😁 (And sorry for my bad english!) . 🇮🇹 Ciao a tutti 😄 Se mi seguite, saprete che amo i libri ed i gatti, ma le foto online sono poche e mi chiedevo se voleste collaborare mandandomi una foto del vostro peloso, con uno o più libri accanto, da pubblicare su questo profilo. (Non sono razzista, accetto anche foto di cani o altri animali...basta ci siano libri😉 ) Solo una cortesia: mandatemi una vostra foto (non da internet o altro) per Messaggio Privato! Così riesco a tenere il conto di cosa pubblico e di chi è la foto (per il tag). Grazie a chi vorrà collaborare😁 . #cat #catandbook #gatto #gattoelibro #lovecat #profumodilibri #voglioleggereditutto #semprelibri #leggeresempre #reading #leggere #leggo #libro #libri #book #books #loveread #amorelibri #viaggiatricepigra


via IFTTT

Più di 900 Follower su Tumblr 😍 Semplicemente: Grazie! ❤ #leggereovunque #profumodilibri #voglioleggereditutto #semprelibri #leggeresempre #reading #leggere #leggo #libro #libri #library #libreria #book #books #loveread #amorelibri #bookblog #bookblogger #blogger #viaggiatricepigra


via IFTTT

Oggi (anche se avevo sbagliato a programmarlo) sul blog vi parlo di un libro davvero interessante, adatto a tutti e....decisamente ben fatto! Storie della Buonanotte per Bambine Ribelli #StorieDellaBuonanottePerBambineRibelli #mondadori #leggereovunque #profumodilibri #voglioleggereditutto #semprelibri #leggeresempre #reading #leggere #leggo #libro #libri #library #libreria #book #books #loveread #amorelibri #bookblog #bookblogger #blogger #musicandbook🎧 #viaggiatricepigra


via IFTTT

lunedì 24 aprile 2017

A chi si addormenta leggendo 😊 #cat #catandbook #gatto #gattoelibro #lovecat #profumodilibri #voglioleggereditutto #semprelibri #leggeresempre #reading #leggere #leggo #libro #libri #book #books #loveread #amorelibri #viaggiatricepigra


via IFTTT

Inizio la settimana parlandovi di un libro strano e particolare, scritto in modo lento e con protagonisti piuttosto antipatici, eppure con un sottotesto piuttosto attuale e che fa riflettere.... "Il Cerchio", di Dove Eggers #IlCerchio #DaveEggers #mondadori #librimondadori #leggereovunque #profumodilibri #voglioleggereditutto #semprelibri #leggeresempre #reading #leggere #leggo #libro #libri #library #libreria #book #books #loveread #amorelibri #bookblog #bookblogger #blogger #musicandbook🎧 #viaggiatricepigra


via IFTTT

Opinione: Il Cerchio, di Dave Eggers

 http://amzn.to/2oBTTSR
 (cliccando sull'immagine si va su Amazon)
 
"Mio Dio, questo è un paradiso" pensa Mae Holland un assolato lunedì di giugno quando fa il suo ingresso al Cerchio. Mai avrebbe pensato di lavorare in un posto simile: la più influente azienda al mondo nella gestione di informazioni web, un asteroide lanciato nel futuro e pronto a imbarcare migliaia di giovani menti. Mae adora tutto del Cerchio: gli open space avveniristici, le palestre e le piscine distribuite ai piani, la zona riposo con i materassi per chi si trovasse a passare la notte al lavoro, i tavoli da ping pong per scaricare la tensione, le feste organizzate, perfino l'acquario con rarissimi pesci tropicali. Pur di far parte della comunità di eletti del Cerchio, Mae non esita ad acconsentire alla richiesta di rinunciare alla propria privacy per un regime di trasparenza assoluta.
"Se non sei trasparente, cos'hai da nascondere?" è uno dei motti aziendali. Cioè, condividere sul web qualsiasi esperienza personale, trasmettere in streaming la propria vita. Nessun problema per Mae, tanto la vita fuori dal Cerchio non è che un miraggio sfocato e privo di fascino.
Perlomeno fino a quando un ex collega non la fa riflettere: il progetto di usare i social network per creare un mondo più sano e più sicuro è davvero privo di conseguenze o rende gli esseri umani più esposti e fragili, alla fine più manipolabili? Se crolla la barriera tra pubblico e privato, non crolla forse anche la barriera che ci protegge dai totalitarismi? Presto quella che sembrava la storia delle idealistiche ambizioni di una donna diventa una storia di suspense, un'indagine a tutto campo sulle questioni della memoria, della privacy, della democrazia e dei limiti (valicabili o meno) posti alla conoscenza umana.
 
° °   ° ° °   ° °   ° °   ° ° °   ° °

Ho iniziato a leggere "Il Cerchio" perché ho visto il trailer in TV della sua trasposizione cinematografica, e mi piacciono molto i romanzi che pongono domande e quesiti, come in questo caso: i social possono essere troppo?!

Partiamo dall'inizio.
Mae è una ragazza intelligente ma sfigatella, si laurea all'università ma dopo finisce a lavorare per l'agenzia del gas. Giovane e sprecata per quel posto, inizia a farsi domande sulla sua vita, visto che tutti intorno a lei sono felici del suo potenziale che le potrebbe far scalare i vertici di quel mestiere....cosa che non sopporta.
Come darle torto!
Complimenti inutili da chi ne sa meno di lei e addirittura si fa bello con i suoi progressi, attribuendoseli....ed augurandole un futuro in un posto che odia.
Chiunque può capirla, ma lei è una brava ragazza, che deve pagare le rette dell'Università e non pesare sulla famiglia, quindi si accontenta, fino a quando la sua amica Annie non la "obbliga" a fare domanda al Cerchio, dove la assumono.
E da qui inizieremo ad odiare un po' tutti i personaggi che compariranno...mi spiace...

Mae inizia a tirarci un pippone (il primo di....troppi!!), perché Annie è ormai famosa in quell'azienda e sa che è solo grazie a lei se l'hanno presa. Come se fosse troppo stupida per farcela da sola.
Ah, Annie è insopportabile!
Umorismo da bimba di 2 anni, simpatia di una sedia e fa l'impegnata anche se è sempre dietro a Mae e ai "social" (ma capiremo ben presto che è una regola aziendale).
Superficiale ed arrogante, è un'arrivista che sembra voler aiutare Mae a crescere in quel posto dal potenziale infinito, anche se in realtà si capirà che la tiene d'occhio perché tutti sanno che sono amiche (che amicizia!).

Così Mae inizia a lavorare per il "servizio clienti" (lo chiamano in modo più trendy, ma è questo).
Dovrà rispondere alle domande dei clienti e cercare di avere sempre una media di feedback supereccellente: esempio, se un cliente le da "solo" 93 interviene la domanda intimidatoria "Come posso migliorare?" così ma mandare in titl il cervello medio e cambiare voto con un 100, pur di non argomentare.
Dopo un paio di settimane avrà non solo quel compito ma altri, cioè essere "social".
Ovvero con altri due schermi dovrà costantemente tener aggiornato il suo profilo, leggere i vari eventi, commentare,....insomma, manca poco al: "Vado al bagno, fatemi incoraggiamento!".
E qui iniziano i problemi, o almeno noi lettori inizieremo ad accorgerci che c'è qualcosa di davvero malato nel pretendere un collegamento costante tramite i social e nell'atteggiamento che tengono a riguardo tutti coloro che vivono e lavorano al Cerchio.

Scopriremo presto che l'azienda punta ad avere tutto collegato ed online. Infatti uno dei fondatori con la creazione del primo programma per avere un "profilo personale vero" ha dato il via ad una rivoluzione: niente più troll, niente più informazioni false.
Un account con tutte le informazioni per tutto, collegando ogni cosa: identità, banca, social,...

Più semplice in apparenza, ma a cosa si rinuncia?
Ogni cosa mai postata loro la trovano e la usano "per te", ogni cartella medica loro la usano per "prevenzione" insieme ad un bracciale che monitora tutto ciò che fai e come ti senti, in ogni istante.
Infatti la prima cosa che fanno quando Mae arriva è sostituire il suo PC con un tablet aziendale ed il suo cellulare con uno più "moderno" ma della società, spostando tutti i suoi file sul Cloud a cui lei, ma anche l'azienda, potrà accedere.

Io ho trovato tutto soffocante!
Mentre leggevo sentivo una stretta allo stomaco: ma la libertà?
Non si accorgono di cosa stanno facendo? Di cosa si stanno facendo fare?
Oppure i capi lo sanno benissimo e approfittano di questi "geni" per i loro scopi?

Mae appare sempre più assurda ed imbambolata.
Vive questo "sogno" senza mettere in dubbio niente, fa tutto ciò che le dicono e non si rende conto di cosa, piano piano, le tolgono con la scusa che "più cose sappiamo, più possiamo aiutarti".
Firma questo foglio. Ok.
Fai questa cosa. Va bene.
Commenta più spesso. Certo.
Ma.....la personalità?!?

Davvero un libro difficile da finire, per lo stile (piuttosto noioso in alcuni punti) ed il modo in cui porta avanti la storia. Infatti vorremmo prendere Mae a sberle fin dall'inizio!
Come molti altri protagonisti del romanzo.
Non è un'eroina intelligente e coraggiosa, che si batte contro un sistema sbagliato.
E' un ingranaggio di questa macchina e non fa nulla per contrastarlo minimamente, anzi acconsente ad ogni piccolezza.

Alcune figure compaiono e cercano di farle capire che sta sbagliando, che deve porsi domande in merito, come i suoi genitori o il suo ex ragazzo.
Oppure uno strano tizio che le si avvicina, ma che nessuno sembra conoscere, che la metterà in difficoltà...

Un finale piuttosto prevedibile, anche se fino all'ultimo si resta con alcuni dubbi in merito.
Fa riflettere, questo certamente, eppure non credo sia una lettura per chiunque.
Se siete in dubbio, cercatelo in libreria piuttosto, così scoprirete se fa per voi oppure no.

domenica 23 aprile 2017

"Il Cerchio", di Dove Eggers #IlCerchio #DaveEggers #mondadori #librimondadori #leggereovunque #profumodilibri #voglioleggereditutto #semprelibri #leggeresempre #reading #leggere #leggo #libro #libri #library #libreria #book #books #loveread #amorelibri #bookblog #bookblogger #blogger #viaggiatricepigra


via IFTTT

Oggi ricorre la "Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d'Autore". ....festeggerete? 😉 #GiornataMondialeDelLibro #GiornataMondialeDelLibroEDelDirittoDAutore #23Aprile #WorldBookDay #libro #libri #leggere #book #books #read #reading #litblog #litblogger #bookblogger #bookblog #viaggiatricepigra


via IFTTT

Opinione: Storie della buonanotte per bambine ribelli, di Francesca Cavallo e Elena Favilli

(cliccando sull'immagine si va su Amazon)
 
C'era una volta... una principessa? Macché! C'era una volta una bambina che voleva andare su Marte. Ce n'era un'altra che diventò la più forte tennista al mondo e un'altra ancora che scoprì la metamorfosi delle farfalle. Da Serena Williams a Malala Yousafzai, da Rita Levi Montalcini a Frida Kahlo, da Margherita Hack a Michelle Obama, sono 100 le donne raccontate in queste pagine e ritratte da 60 illustratrici provenienti da tutto il mondo. Scienziate, pittrici, astronaute, sollevatrici di pesi, musiciste, giudici, chef... esempi di coraggio, determinazione e generosità per chiunque voglia realizzare i propri sogni. Età di lettura: da 8 anni.

° °   ° ° °   ° °   ° °   ° ° °   ° °
 
Ne ho letto ovunque così bene che ero curiosa di leggerlo e, alla fine, me lo sono fatto regalare per Pasqua.
Un ottimo regalo!
Per qualunque età.
Non fatevi scoraggiare dall'età di lettura, perché si, punta ad un pubblico di bambini, ma chiunque può leggerlo ed apprezzarlo.
Con storie brevi e rese in modo semplice, ma ottimo, racconta di cento donne (alcune contemporanee, altre più lontane nel tempo) che hanno cambiato il mondo.
Vicino ad ogni racconto c'è un'illustrazione riguardante la protagonista, fatto da una delle 60 artiste coinvolte nel progetto.
 
Di sicuro è strutturato, come dice il titolo, per fungere da Favola della Buona Notte.
Una a sera, il bambino può leggere e scoprire una figura femminile che ha cambiato il mondo e come. Non solo per le femmine, ma anche per i maschietti, perché spesso le donne ed i loro traguardi vengono un po' mascherati, restano quasi in secondo piano, ma qui possiamo vedere come ogni donna cresca con i suoi sogni e li porti a termine.
Fa capire che non importa chi sei o da dove vieni (o che sesso hai) se vuoi qualcosa, puoi ottenerla.
Basta impegnarsi e volerlo con tutto il cuore.
 
Davvero un bel libro, scorrevole e piacevole, ricco di colori e che insegna molto, anche agli adulti.
Consigliatissimo!
Se dovete fare un regalo, ma non sapete su cosa puntare: segnatevelo, non sbaglierete!


mercoledì 19 aprile 2017

#Medical #Noir, di Danilo Arona e Edoardo Rosati #MedicalNoir #DaniloArona #EdoardoRosati #AcheronBooks #racconti #horror #leggereovunque #profumodilibri #voglioleggereditutto #semprelibri #leggeresempre #reading #leggere #leggo #libro #libri #library #libreria #book #books #loveread #amorelibri #bookblog #bookblogger #blogger #viaggiatricepigra


via IFTTT

#Medical #Noir, di Danilo Arona e Edoardo Rosati #MedicalNoir #DaniloArona #EdoardoRosati #AcheronBooks #racconti #horror #leggereovunque #profumodilibri #voglioleggereditutto #semprelibri #leggeresempre #reading #leggere #leggo #libro #libri #library #libreria #book #books #loveread #amorelibri #bookblog #bookblogger #blogger #viaggiatricepigra


via IFTTT

Opinione: Medical Noir, di Danilo Arona e Edoardo Rosati

http://amzn.to/2przpAy

(cliccando sull'immagine si va su Amazon)


Un narcisistico reality show della chirurgia spinto oltre qualsiasi limite scientifico e deontologico; stregonerie antiche di secoli sgretolano le certezze dei luminari della medicina; i deleteri effetti dell’alimentazione errata analizzati da un inquietante punto di vista; l’eterno conflitto fra scienza e fede coinvolge, con nefasti risultati, una possessione demoniaca; un tumorale embrioma psicoplasmatico senziente desidera a tutti i costi essere partorito dalla propria ospite e venire al mondo come figlio... Cinque racconti di terrore medicale raccolti in un’antologia per la prima volta dedicata a questo particolare genere, ad opera di Danilo Arona ed Edoardo Rosati, oscuri dottori del terrore, archiatri del perturbante.

Danilo Arona è uno dei più importanti scrittori horror italiani. Ha scritto e pubblicato più di quaranta volumi fra romanzi, antologie e saggistica.
Edoardo Rosati, giornalista medico-scientifico, ha collaborato con il Corriere Salute, è responsabile delle pagine dedicate alla medicina del settimanale Oggi, e ha pubblicato diverse opere sia di narrativa che di saggistica medica.

«Navigherete oltre i confini della pelle. Conoscerete le meraviglie dell’unico, vero Pianeta Rosso: il Corpo Umano. Vivrete in soggettiva l’arte del bisturi. Perché se il demiurgo è l’intelligenza che progetta il mondo... il chirurgo è il genio che lo cura.”
 
° °   ° ° °   ° °   ° °   ° ° °   ° °
 
Tante storie veloci da leggere, che regalano un brivido lungo la spina dorsale (con me ci sono andati vicino, quindi...tenetene conto).
 
Danilo Arona ha scritto il primo racconto "La Finestra Sull'Ombelico Del Cortile Del Reale";
una storia dalle sfumature reali e tinte forti, con una conclusione che ti stringe il petto.
Una donna inizia a sentire problemi nella zona dell'utero e scopre di essere incinta, ma non ha avuto rapporti col marito ne con altri, quindi: com'è possibile?
Da questo inizio seguiranno altri interventi di medici ed esperti per capire la situazione, cosa sia questa massa che sta crescendo...ma c'è molto altro oltre la scienza.
Sono interessanti alcuni pezzi che mostrano la parte reale, medica, che può succedere davvero, che regala orrore perché è davvero possibile che accada.
Un racconto che lascia dentro incubi reali.
 
Edoardo Rossi ha scritto gli altri racconti.
"Paziente Zero"
In cui un nuovo reality show si è spinto verso altre frontiere, puntando a mostrare i medici e il loro lavoro, senza filtri o censure. Ma quella notte il dottore ha altro in mente, vuole stupire il pubblico con qualcosa di non programmato...
 
"Cuori Allo Specchio"
Questo racconto si muove su un territorio non propriamente medico. Il protagonista è un medico che ha come paziente una donna che potremo definire depressa, sofferente, che non si da pace, e che un giorno gli rivela cosa che ha dato inizio a tutto, portando il medico a chiedersi se debba obbligarla ad un consulto psicologico, ma alla fine di tutto capirà che forse non è tutto inventato...
 
"Chiacchiere Di Condominio"
Una storia strana e piuttosto breve, che ha solo come aggiunta di sfuggita l'ambiente medico, per raccontare altro....
 
"Vit-Amen"
Due gemelli. Uno medico, uno prete. Una giovane paziente che devono curare, ma con approcci diversi tra loro, con molte incomprensioni.
Esorcismo o medicina?
Una questione a lungo dibattuta, il nodo centrale della questione con un finale sorprendente!
 
Racconti veloci, scritti molto bene, che regalano storie uniche e che fanno riflettere (alcune almeno);
Non per tutti, ma se cercate qualcosa di interessante e che provochi un brivido, questa raccolta fa per voi.


martedì 18 aprile 2017

Esce oggi "Gli Eredi", di Wulf #Dorn Un libro interessante che confonde il lettore fino alle ultime pagine, tra fantasia e orrore.... Ve ne parlo nel blog 😉 #GliEredi #WulfDorn @corbaccioeditore #corbaccio #corbaccioeditore #leggereovunque #profumodilibri #voglioleggereditutto #semprelibri #leggeresempre #reading #leggere #leggo #libro #libri #library #libreria #book #books #loveread #amorelibri #bookblog #bookblogger #blogger #freepik #viaggiatricepigra


via IFTTT

Opinione: Gli Eredi, di Wulf Dorn

http://amzn.to/2nW12lz
  (cliccando sull'immagine si va su Amazon)
 
La realtà è sempre più agghiacciante di qualsiasi invenzione.

«Mi creda, avrà bisogno ancora di un sacco di caffè oggi. Sarà una cosa lunga.»
Nella saletta colloqui del seminterrato del reparto psichiatrico dell’ospedale Frank Bennell, stimato criminologo alla soglia della pensione, chiede aiuto a Robert Winter, psicologo con cui ha collaborato in numerosi casi di omicidio. Però i due esperti dei lati oscuri della natura umana questa volta sono messi a dura prova. La donna che si trovano davanti, sopravvissuta a un grave incidente su una strada di montagna immersa nella nebbia e battuta dalla pioggia, sembra oscillare tra realtà terribili e allucinazioni. Si chiama Laura Schrader, trentadue anni, capelli biondi; sull'auto accanto a lei una pistola vecchio modello col caricatore vuoto e un baule in cui si nasconde una dura verità. Nel suo sguardo diffidenza e terrore. Perfino Winter, il quale nella sua carriera ha ascoltato dai suoi pazienti storie così plausibili da rendere difficile smascherarle, non sa come mettere in ordine i pochi elementi ricavati con tanta fatica dalla donna: l'uomo che l'ha salvata chiamando i soccorsi e poi è sparito nel nulla, bambini dagli occhi di ghiaccio, misteriose uccisioni… Fatica a collegarli a quanto si vede nella foto che gli ha mostrato il collega: qualcosa di terribile, che supera ogni immaginazione.
In una lunga notte, fuori dalla clinica, sotto un cielo nero e gonfio di odio sta succedendo qualcosa. Ma cosa? Bisogna credere a quella donna per arrivare in tempo.
Se sarà ancora possibile.

Un romanzo forte come un pugno allo stomaco, con un ritmo serratissimo. Un altro Incubo, radicale, definitivo, ma anche provocatorio, che ci costringe a riflettere da un altro punto di vista sulle nostre responsabilità verso il mondo dopo di noi.

° °   ° ° °   ° °   ° °   ° ° °   ° °

Ringrazio davvero molto per aver avuto l'opportunità di leggerlo in anteprima.
Perché ve ne parlo solo ora? (Il giorno dell'uscita)
Eh, brutto blocco del lettore che mi ha obbligato a rimandare fino all'ultimo...ma è talmente bello e scorrevole che in due giorni l'ho divorato ed apprezzato ugualmente.
Infatti il precedente, "Incubo", non mi aveva convinto del tutto. Una mosca bianca tra tutti i lettori che l'hanno adorato. Ma sono contenta di averci riprovato e aver scoperto che era un'eccezione, che (oltre saper scrivere, perché è innegabile) sa creare trame interessanti e davvero belle che possono piacermi.

Vi parlo un po' della trama, che inizia spiazzando il lettore, perché ci presenta subito il medico Patrick Landers, che decide di partire ed andare a cercare la ex moglie e la figlia, che per staccare da una brutta situazione sono andate nella vecchia casa sul lago che apparteneva ai genitori di lei. Ma per tre giorni sono svanite, senza farsi sentire.
Preoccupato, prende l'auto e quasi giunto alla cittadina, in una strada piena di tornanti e curve, trova una macchina distrutta da un incidente. Scende e chiama i soccorsi, ma rimane spiazzato quando riconosce la sorella della moglie, Laura, alla guida dell'auto. Non potendo fare altro, non potendola spostare ne aprire la portiera, decide di mettere il triangolo per avvertire altri possibili automobilisti, ma aprendo il portabagagli si trova davanti un cadavere e resta completamente sotto shock.....

Laura viene soccorsa e portata in una struttura apposita, perché sembra delirare. Ma i detective devono sapere cosa sia accaduto per poter capire il mistero con il quale si sono imbattuti.
Toccherà a Robert Winter, uno psicologo, parlare con Laura e cercare di farsi raccontare la sua storia.
Un racconto che avrà dell'assurdo e a cui lui non crederà, ma lei decide di dire la verità perché il pericolo è reale e sempre più potente là fuori, e solo lei può raccontare cosa sia accaduto.
E come tutto il suo mondo sia completamente cambiato in soli 5 giorni.

Tra realtà (offerta dai colleghi che ogni tanto faranno capolino a spezzare l'interrogatorio) e la storia di Laura, ci muoveremo insieme a Robert per capire cosa sia accaduto.
Una storia tra incubo e fantasia, che riempie il lettore di domande fino alla fine.

Stupenda la conclusione, facendoti immergere nella storia di Laura, per poi strapparti bruscamente con altre teorie e, alla fine, chiudere tutto con....beh, diciamo che un "wow" esce ai lettori dalle labbra.

Come storia mi ha ricordato altri film (no, non posso dire di più o vi rovinerei la lettura);
Insomma è un tema già usato ma raccontato in un modo unico, che confonde il lettore e lo porta a chiedersi continuamente cosa sia reale e cosa no.
Fantasia, realtà, incubo...tutto si muove e fa pensare, porta a riflettere riguardo cosa stiamo facendo e una piccola parte di noi si chiede se potesse accadere davvero.
Davvero molto bello e scorrevole. Lo consiglio!

sabato 15 aprile 2017

Non tutte vogliono essere Marilyn, di #sketchandbreakfast #NonTutteVoglionoEssereMarilyn #Dentiblu #fumetti #fumetto #comic #comics #profumodilibri #voglioleggereditutto #semprelibri #leggeresempre #reading #leggere #libro #book #loveread #amorelibri #viaggiatricepigra


via IFTTT

Oggi vi parlo di #Primal Parte abbastanza bene, ma poi naufraga tristemente..... Più dettagli sul blog 😉 #SabatoHorror #movie #film #horrormovie #filmhorror #blog #blogger #viaggiatricepigra


via IFTTT

Sabato Horror: Primal





Titolo originale Primal
Paese di produzione Australia
Anno 2010
Durata 80 min
Genere horror
Regia Josh Reed
Sceneggiatura Nigel Christensen, Josh Reed
Lingua Inglese (mai tradotto in Italiano)







Interpreti e personaggi
Zoe Tuckwell-Smith: Anja
Krew Boylan: Mel
Lindsay Farris: Chad
Rebekah Foord: Kris
Damien Freeleagus: Warren
Wil Traval: Dace
Mark Saunders: Painter (Alfred Coolwell)
Walangari Karntawarra Jakamarra: Monster
Stephen Shanahan: Settler
Ch'aska Cuba de Reed: Settler's Daughter
Santiago Cuba de Reed: Settler's Son


Trama
A group of friends travel into the Australian wilds to view ancient cave paintings but soon find a horrible sickness gripping one of their own, which leaves them with nothing in their mind but a primal blood lust.

(Tradotto alla buona)
Un gruppo di amici viaggia nella natura selvaggia australiana per vedere antiche pitture rupestri, ma si troveranno ad affrontare un orribile malattia che colpirà uno di loro, che non lascia nient'altro in mente che un primitivo bisogno di sangue.

Trailer

Opinione

Ero capitata per caso qualche anno fa sul trailer e ho aspettato che lo portassero in Italia. Cosa mai accaduta, quindi quando mi è tornato in mente, sono andata a cercarlo e l'ho visto sottotitolato.
In generale la trama è originale e colpisce, ma...ca**o, ci sono sempre dei ma.

Vi Racconto La Trama
(Senza Spoiler)
La storia parla di un gruppo di giovani che stanno cercando delle pitture rupestri, per l'università. O almeno, uno di loro dice che gli servirebbero per la tesi, gli altri...boh!
Pazienza.
Anja conosce un posto tramite una mappa e arrivano a questa grotta sperduta. Tutti la attraversano, ma lei ha un crollo e sta male (claustrofobia) così le danno le chiavi dell'auto per fare il giro.
Ma durante questa crisi, si taglia e del sangue cade nella caverna che "si sveglia".
Tutto piuttosto tranquillo fino alla notte quando, dopo una nuotata, Mel si sente male. Ha la febbre alta. Ma decidono di restare.
Pessima scelta.
Dopo poche ore inizierà a sanguinare dalla bocca e perdere i denti, oltre che iniziare a delirare.
Il giorno dopo la trovano fuori dalla tenda, da sola, e scopriranno che ha subito una specie di mutazione che li mette in pericolo, infatti tenta di aggredirli per mangiarli in più occasioni.
Hanno due scelte: catturarla od ucciderla.
E inizieranno i problemi, da soli, isolati, con quel mostro nei paraggi....

Una storia che poteva essere ben fatta, ma che (al solito) si perde e più andiamo verso la fine, più diventa irreale e assurda! Da mettersi le mani nei capelli e chiedersi che diavolo abbiano fumato di male per creare ciò.

...verso la fine (Con Spoiler!)
Se non volete vederlo, vi racconto a grandi linee come procede il film.
Anja soffre di claustrofobia perché il suo ex l'ha rinchiusa per un po' nello scantinato (roba da horror vero, ma resta solo una frase per dare un senso alla sua paura iniziale).
Ovviamente non mancano le scene di pseudo sesso, perché si sa, niente è più eccitante di essere in mezzo ad una foresta.
Mel (una tipa sfacciata ma col suo pupazzetto dietro) sta con Chad, una specie di sfigato.
Dace (quello che deve fare la tesi, il macho della compagnia) decide che gli piace Kris.
E Anja resta da sola con l'amico Warren.

Mel decide di fare un bagno di mezzanotte, dal quale si ammala e inizia ad attaccarli.
Visto che Chad non vuole farle del male, decidono di catturarla in più occasioni, anche se si rendono conto ben presto che non ha controllo. Infatti ucciderà Warren e porterà il suo corpo all'entrata della grotta.
Nel frattempo Dace per sfuggirle si butta nel lago in cui aveva nuotato Mel e, anche lui, si ammala.
Capiscono quindi che è qualcosa nell'acqua ad averli avvelenati.
Rimasti solo in tre, decidono pescando il bastoncino più lungo chi ucciderà Dace (visto che è forte e sarebbe un problema se si trasformasse). Esce Anja ma non riesce e Chad la sfotte (con che coraggio poi!).
Dace si trasforma e devono inventare qualcosa.
Decidono di distrarlo mentre Kris andrà alla macchina (ah si, l'acqua maledetta ha sgonfiato le gomme quindi niente fuga) per prendere il machete per difendersi. Verrà catturata.
L'unica altra arma efficace è il fuoco, da quale sono spaventati.
Alla fin fine, Chad viene morso da Mel, cercando di parlarle (un genio proprio!) e tocca ad Anja curarlo, quando decidono di raggiungere la grotta perché Anja ha scoperto che loro non entrano (non si sa il motivo. Lanciano pezzi di corpi dentro la grotta, per nutrire qualcosa?! Ma non varcano la soglia).
Ci riprovano, muovendosi nell'ombra, ma vedendo che Dave inizia a scoparsi Mel (come animali, nei quali si sono trasformati) il nostro genio perde la testa e decide di andare a proteggere la sua amata e dallo scontro usciranno morti entrambi.

Anja arriva alla grotta ed entra. Troverà Kate ancora "viva" ma incinta e qualcosa la attaccherà, cercando di violentarla (no, non scherzo....è terribile da vedere! Proprio fantascienza che rasenta l'osceno).
Kate si apre la pancia e uccide la cosa che portava addosso, morendo.
Anja si finge svenuta, afferra il machete e scappa....

No, non viene spiegato nulla.
Non si sa cosa ci sia nella grotta. Non si sa come contamini l'acqua, ne con cosa la contamini.
Tutto a caso!
Orribile.
Un peccato perché non partiva male.

venerdì 14 aprile 2017

Per il #musicandbook🎧 sono fortunata perché la serie tv ha una musica talmente bella ed azzeccata che non c'è bisogno di cercare nulla 😁 Sul blog trovate due canzoni che mi sono piaciute particolarmente e la scaletta ufficiale in vendita....ma tranquilli, online si trovano tantissime altre che hanno usato nel telefilm. Bisogna solo amarsi di pazienza e scavare 😉 #soundtracks #SerieTv #13 #Asher #mondadori #JayAsher #ThirteenReasonsWhy #Th1rteenR3asonsWhy #13ReasonsWhy #leggereovunque #profumodilibri #voglioleggereditutto #semprelibri #leggeresempre #reading #leggere #leggo #libro #libri #library #libreria #book #books #loveread #amorelibri #bookblog #bookblogger #blogger #viaggiatricepigra


via IFTTT

13 Reasons Why: Soundtracks


Una delle caratteristiche migliori della serie tv è senza dubbio la scelta musicale.

Tony con le sue immancabili cassette classiche, su una Mustang Rossa fiammante, vecchio stile, unico, come lui...da inizio a tutto con una canzone dei Joy Division:
Love Will Tear Us Apart
 
 
 

Un'altra canzone indimenticabile e che colpisce è quella con cui Clay e Hannah fanno un lento al ballo della scuola. Bella, dolce e davvero perfetta per questa scena.
The Night We Met – Lord Huron



Potete trovare online moltissime canzoni collegate alla serie televisiva, ma sono solo 13 quelle scelte e pubblicate come Soundtrack Ufficiale (su iTunes)

1 Only You – Selena Gomez
2 Kill Em With Kindness (Acoustic) – Selena Gomez
3 Bored – Billie Eilish
4 Love Will Tear Us Apart – Joy Division
5 Into the Black – Chromatics
6 The Night We Met – Lord Huron
7 A 1000 Times – Hamilton Leithauser + Rostam
8 The Killing Moon (Echo & The Bunneymen Cover) – Roman Remains
9 High – Sir Sly
10 Cool Blue – The Japanese House
11 Fascination Street (Remastered) – The Cure
12 The Walls Came Down (Single Version) – The Call
13 The Stand (Long Version) – The Alarm


 

giovedì 13 aprile 2017

Oggi sul blog si parlerà delle differenze tra il libro e la serie. Attenzione, ci saranno Spoiler. Quindi se non l'avete vista ve lo sconsiglio; idem se volete leggere il libro senza alcuna anticipazione. #13 #Asher #mondadori #JayAsher #ThirteenReasonsWhy #Th1rteenR3asonsWhy #13ReasonsWhy #leggereovunque #profumodilibri #voglioleggereditutto #semprelibri #leggeresempre #reading #leggere #leggo #libro #libri #library #libreria #book #books #loveread #amorelibri #bookblog #bookblogger #blogger #viaggiatricepigra


via IFTTT

Consiglio del Giorno: I guardiani dell’isola perduta, di Stefano Santarsiere







Titolo: I guardiani dell’isola perduta
Autore: Stefano Santarsiere
Editore: Newton Compton Editori (Nuova Narrativa Newton)
Prezzo: 2, 99 € (ebook), 7,90 € (copertina rigida)
Pagine: 381
ISBN 10: 8822702085
ISBN 13: 978-8822702081







Una scossa improvvisa giunge nella vita di Charles Fort, giornalista appassionato di misteri. Il suo amico Luca Bonanni è morto in un incidente stradale e proprio lui viene convocato dalle autorità per riconoscerne il corpo. Ma le sorprese che lo attendono non sono poche: la compagna di Bonanni, Selena, sospetta un’altra causa di morte e lo contatta per chiedergli aiuto. Ha con sé una valigia lasciata dall’uomo piena di oggetti provenienti da relitti inabissatisi nel Pacifico e che nessuno, in teoria, potrebbe aver recuperato. Le domande sono tante: cosa lega il contenuto della valigia alle ultime ricerche di Bonanni? Da cosa dipendevano i suoi timori negli ultimi giorni prima dell’incidente? E soprattutto, chi o cosa sono gli hermanos del mar che cercava lungo le coste messicane e poi nell’arcipelago delle Fiji? Per risolvere i tanti misteri, Charles Fort e Selena si
spingeranno dall’altra parte del mondo, trovandosi alle soglie di una scoperta scioccante che unisce le ipotesi sull’esistenza di misteriose creature degli oceani agli affari di una spietata multinazionale…

13 Reasons Why: Libro VS Telefilm

Attenzione.
Conterrà Spoiler relativi al Libro e alla Serie Tv.
Siete avvertiti se volete continuare a leggere....
 
Da lettrice incallita, non potevo non fare questo paragone!
Ho letto prima il libro e devo ammettere che ero indecisa se guardare la serie oppure no, perché i libro mi era piaciuto e temevo di rovinarmelo guardandola.
Fortunatamente non è stato così.

Sono riusciti a tirar fuori una serie che segue il libro ed è abbastanza coerente, ovviamente ci sono molti MA, che scriverò sotto.
Hanno scelto di dedicare una puntata per ogni cassetta che Hannah ha registrato per ogni persona che ha fatto parte della sua storia e che l'ha portata al suicidio: 13.
Appunto, come il titolo: "13 Reasons Why" o "Th1rteen R3asons Why", ovvero "Tredici Ragioni (sul) Perché" tradotto pari pari.

Una scelta "sbagliata" è la lunghezza degli episodi, a mio parere, perché occupare 50 minuti a puntata per 13 volte è difficile (considerando il materiale di partenza), e hanno messo tanti elementi che a volte sono un'aggiunta e permettono di approfondire, altre sono proprio fuori luogo ed appesantiscono la visione.

Nel libro tutto avviene in una notte:
Clay scopre i nastri tornando da scuola e inizia ad ascoltarli, ma dovendo muoversi seguendo la mappa che Hannah ha lasciato, ruba un vecchio walkman dal suo amico Tony, così per tutta la notte ascolterà i nastri, scoprendo cosa ha fatto ognuna delle persone coinvolte in questa situazione, ognuna con una colpa che ha provocato un effetto farfalla, partendo da un piccolo sassolino che si è tramutato in valanga, travolgendo la vita di Hannah e portandola ad una scelta senza ritorno.

Questo in breve.
Vediamo qualcosa di più nello specifico e le differenze tra il libro e il telefilm.

Nel libro a lui lei piace, ma non fa nulla. Sappiamo che lavoravano insieme ma nessun altro particolare di amicizia come viene invece suggerito dalla serie tv, in cui sono molto più intimi e vicini.
In entrambi si vede e si percepisce il profondo sentimento che prova ancora per lei e che vorrebbe avere un'altra possibilità per dirle cosa sente e, magari, riuscire a salvarla.

Come genitore solo la madre di Clay appare ogni tanto, ma non è mai così scassapalle come nel telefilm. E' preoccupata per il figlio e si rende conto in fretta che non è fuori casa per un compito, ma gli lascerà il suo spazio.

Mentre nel telefilm è assillante in maniere allucinanti, l'unico che si salva è il padre, che si fa gli affari suoi e ogni tanto frena la moglie.
Compaiono anche i genitori di Hannah, che hanno fatto causa alla scuola per quello che è successo, mentre nel libro sappiamo solo che hanno un negozio di scarpe che chiudono dopo il lutto.
E' "interessante" vedere il lutto e cosa comporta la perdita di un figlio per un suicidio nei genitori, sono riusciti a renderlo molto bene in questo telefilm.
Un'aggiunta che ho apprezzato e che arricchisce la serie.

I compagni di scuola sono piuttosto azzeccati, a parte qualche piccolo dettaglio. Non vengono spiegate etnie nel libro, ma la scelta di mettere più figure è azzeccata.
Alcune differenze, in breve:
Scusate se alcune sono un po' a caso, vado a memoria, cercando di avvicinarle sia per tematica che per puntate; se sbaglio o dimentico qualcosa, scrivete pure nei commenti

- Nessuna combriccola di studenti contro Clay per "fermarlo".

Lui ascolta i nastri e li passa altrove. Tutto quello collegato a questo è aggiunto.
-
Nessuna foto ma le voci girano per Hannah quando esce con Justin, perché per lei è stato un bacio ma lui ha lasciato intendere molto di più.
- Nel negozio (dove Hannah viene molestata), quando Clay entra prende il cioccolato come lei ed esce, senza incontrare Bryce o gli altri suoi amici.
- Courtney provoca Hannah (facendosi fare un massaggio, per istigare lo stolker) e per tirarsi fuori dai casini (dovuti alle foto di Tyler) rivela in giro che ha un cassetto pieno di cose strane, non che sia lesbica.
- Clay non fa la foto a Tyler dalla finestra
- Non c'è festa della scuola ma una festa qualunque dove Courtney chiede ad Hannah di accompagnarla (fingendosi amica per scroccare un passaggio).
- Alla fine della festa torna a casa con Tyler, non salva Jessica ubriaca marcia.
- Tony ed Hannah si conoscono perché lei gli regala la bici e gli chiede se ha qualcosa per registrare le cassette. Invece nella serie si conoscono quando l'auto di lei non parte alla festa scolastica.
- Tony nel telefilm è gay, nel libro non viene menzionato nulla.
- Anche Courtney non si dice che sia lesbica (anche se si sospetta) ne che abbia due padri; è un'aggiunta al romanzo.
- Clay non porta Courtney al cimitero. Hannah è stata seppellita nella vecchia città.
Non c'è stato alcun funerale (cosa che coincide).
- Tony non ha mai perseguitato e protetto Clay così tanto come avviene nel telefilm; lo ha seguito solo per quella notte per fargli da supporto (intuendolo quando si accorge del walkman mancante) per quando avrebbe ascoltato la sua cassetta e per raccontagli della sua parte della storia.
Questa parte coincide abbastanza con il telefilm, infatti lo supporta quando ascolta la sua cassetta (nel telefilm la 6A, nel libro la 5A)
- Tony non ha mai assistito al ritrovamento del cadavere di Hannah, ma si sente in debito verso di lei e tiene le altre cassette, sorvegliando gli altri, pronto ad intervenire.
- Hannah non perde i soldi del negozio dei suoi, non ci lavora, ne c'erano problemi economici, per quello che sappiamo.
 - Hannah viene molestata pesantemente (o stuprata) dal Bryce che le infila una mano negli slip, durante il suo party a casa sua, mentre nel telefilm si assiste ad un brutale stupro.
In entrambi i casi ne esce devastata.

Il finale...
Nel libro Clay torna a scuola dopo aver mandato i nastri altrove, vede Skye (che viene solo accennata, come una sua vecchia amica, che ha cambiato stile ed è strana di recente) capendo che qualcosa non va e, dopo Hannah, capisce che deve fare qualcosa, andando a parlarle. E si chiude così.
Con un messaggio di speranza.

Invece nel telefilm è tutto più ampio.
L'ultima puntata l'ho trovata forte e debole allo stesso tempo.
Tutti i nodi vengono al pettine e decidono tutti (chi più chi meno) di parlare.
Molto forte la scena del suicidio, deve troviamo Hannah alle prese con quella decisione e di portarla a termine. L'attrice è ottima e fa sentire tutta la carica emotiva di quel momento.

Justin non ha una casa, ne un posto dove stare.
Jess confessa a suo padre cosa è accaduto. Cosa Bryce le ha fatto. Ma non testimonia su questo.
Alex si spara, finendo in ospedale.
Courtney (credo) riveli ai genitori la verità, ma solo a loro.
Zach e Marcus rivelano la verità durante la testimonianza.
Tyler rivela dei nastri durante la testimonianza e di avere foto incriminanti.
Sheri va a costituirsi alla polizia.
Bryce si ritrova solo. Tutti sanno e nessuno sta dalla sua parte.
Lo psicologo si trova con i nastri, dopo che Clay gli rivela che tutti sanno, ma non si sa cosa farà.
Tony porta una copia dei nastri ai genitori di Hannah, spiegandogli perché non si era fatto avanti prima.

Nell'ultima scena sediamo Tony in macchina con il suo ragazzo, Clay e Skye (a cui si è avvicinato, comprendendo di non doverla lasciare sola), mentre vanno da qualche parte, sapendo di aver lanciato una bomba ma più sollevati per aver fatto venir a galla tutta la verità.

Purtroppo viene lasciato tutto aperto, senza chiuderlo con un vero finale...ed io prego vivamente che non ci sarà mai una stagione 2!!!
Deve rimanere così o rovineranno tutto il magnifico lavoro fatto per rendere al meglio un libro dai temi delicati in una serie televisiva.

mercoledì 12 aprile 2017

"Bulle e Pupi"di #sketchandbreakfast #BulleEPupi #Dentiblu #fumetti #fumetto #comic #comics #profumodilibri #voglioleggereditutto #semprelibri #leggeresempre #reading #leggere #libro #book #loveread #amorelibri #viaggiatricepigra


via IFTTT

Sul blog il primo di tre giorni dedicati alla #SerieTv tratta dal libro #13, di Jay #Asher Oggi vi parlo della serie "13 Reasons Why" (SpoilerFree) 😉 #mondadori #JayAsher #ThirteenReasonsWhy #Th1rteenR3asonsWhy #13ReasonsWhy #leggereovunque #profumodilibri #voglioleggereditutto #semprelibri #leggeresempre #reading #leggere #leggo #libro #libri #library #libreria #book #books #loveread #amorelibri #bookblog #bookblogger #blogger #viaggiatricepigra


via IFTTT

Consiglio del Giorno: Fore Morra, di Diego Di Dio





Titolo: Fore morra
Autore: Diego Di Dio
Editore: Fanucci (Timecrime)
Data di uscita: 2 febbraio 2017
Pagine: 320
Prezzo: 4,99 (ebook); 12,90 (cartaceo)
ISBN-10: 8866883158
ISBN-13: 978-8866883159







“Diego Di Dio ha talento. Scrive frasi taglienti come proiettili sparati ad altezza uomo. Il ritmo è cinematografico. Narra storie di vendetta e di denuncia sociale.”
Barbara Baraldi

“Realistico e tormentato come Gomorra, esagerato e violento come Kill Bill.”
(Cristiana Astori)

Trama
Alisa e Buba sono due sicari. Entrambi sono professionali, spietati, ben noti nell’ambiente. Lavorano insieme, ma non potrebbero essere più diversi. Buba è un uomo possente, maniacale, una perfetta macchina di morte dal passato ambiguo e oscuro. Alisa è una sopravvissuta. Si porta dietro il fardello di un’infanzia trascorsa tra violenze e angherie, tra abusi e povertà: è cresciuta ai margini di una società feroce e impietosa. Quando viene commissionato loro l’omicidio di un piccolo camorrista, scoprono che si tratta di una trappola architettata da un uomo potente e determinato, chiamato “il boss”, e di cui si sa una cosa sola: il suo obiettivo è catturare Alisa, catturarla viva. Andando a ritroso nella memoria, esplorando i tormenti e le violenze subite nella sua vita, Alisa dovrà capire chi si nasconde dietro la grande macchinazione congegnata ai suoi danni. Lei e Buba dovranno addentrarsi tra i quartieri di Napoli e negli antri bui della mente umana, per scoprire quanto profondo e devastante possa essere l’odio di un uomo tradito.

Fore morra: fuori dalla camorra. Come proiettili impazziti, con tutti e con nessuno.

13 Reasons Why: Serie Tv




Titolo originale 13 Reasons Why
Paese Stati Uniti d'America
Anno 2017 – in produzione
Formato serie TV
Genere drammatico, thriller
Stagioni 1
Episodi 13
Durata 49-61 min (episodio)
Lingua originale inglese

Ideatore Brian Yorkey
Soggetto 13 di Jay Asher




Interpreti e personaggi

Dylan Minnette: Clay Jensen
Katherine Langford: Hannah Baker
Christian Navarro: Tony Padilla
Alisha Boe: Jessica Davis
Brandon Flynn: Justin Foley
Justin Prentice: Bryce Walker
Miles Heizer: Alex Standall
Ross Butler: Zach Dempsey
Devin Druid: Tyler Down
Amy Hargreaves: Lainie Jensen
Derek Luke: Kevin Porter
Kate Walsh: Olivia Baker
Andrew "Andy" Baker: Brian d'Arcy James
Skye Miller: Sosie Bacon
Preside Gary Bolan: Steven Weber
Agente Standall: Mark Pellegrino
Marcus Cole: Steven Silver
Ryan Shaver: Tommy Dorfman
Sheri: Ajiona Alexus
Courtney Crimsen: Michele Selene Ang
Matt Jensen: Josh Hamilton
Mrs. Bradley: Keiko Agena
Brad: Henry Zaga
Pratters: Uriah Shelton
Jeff Atkins: Brandon Larracuente
Montgomery de la Cruz: Timothy Granaderos
Todd Crimsen: Robert Gant

Prima visione
Pubblicazione originale Data 31 marzo 2017
Sito web Netflix
Pubblicazione in italiano Data 31 marzo 2017
Sito web Netflix

Opinione
Avevo parlato del libro (qui) e del fatto che non ero sicura di vedere il telefilm, da cui è stato tratto.
Ma alla fin fine la curiosità ha vinto e ho iniziato a guardarlo e in breve l'ho divorato.
Ammetto che ci sono delle differenze tra questi due, ma è stato fatto un buon lavoro per adattarlo al meglio, anche se ridurre il tempo di ogni puntata avrebbe reso una storia migliore e più scorrevole.
Non mi soffermerò sulle differenze tra libro e serie tv, lo farò domani.
Per ora vi parlerò un po' (Spoiler Free) di questa serie televisiva.

Il protagonista è Clay (Dylan Minnette), un giovane che tornando a casa da scuola un giorno trova un pacco ad attenderlo, senza mittente. Aprendolo si trova davanti delle cassette, numerate da 1 a 13. Ascoltando la prima si rende conto che a parlare è Hannah, una sua compagna di scuola della quale è innamorato....ma lei si è suicidata qualche settimana prima.
Spiega che devono essere ascoltate e poi mandate alla prossima persona della lista, poiché chi riceve le cassette fa parte della sua storia e dei motivi che l'hanno spinta a quel gesto. E devono capire che anche cose che ritengono insignificanti hanno un peso.
Ogni cassetta è dedicata ad una persona, quindi anche Clay ne fa parte, avendole ricevute. Ma cosa avrà fatto?

Inizierà un viaggio faticoso per lui, dovendo ascoltare una voce che non potrà mai più sentire e scoprire segreti su alcuni compagni che credeva di conoscere.

Ogni puntata è dedicata ad una cassetta e quindi ad una persona, e al suo segreto.
Quello che ha fatto e di cosa ha comportato per Hannah.
Infatti ci renderemo conto presto che basta davvero poco per causare davvero tanti danni. Come una frana, basta una piccola roccia, seguita da un'altra, ed in poco tempo nulla si può fermare.
Tutto crolla.




Una serie cha fa riflettere molto e che, rispetto al libro, forse punta ad un target di maggiore età.
Infatti avverte che sono presenti scene che potrebbero turbare.
L'ho trovata davvero ben fatta, anche se a volte si perde un po' in dettagli superflui e annoia un po'.
Tratta dei temi davvero delicati, tra cui il bullismo ed il suicidio. Vediamo queste cose sia attraverso gli occhi di Hannah (Katherine Langford) che ripropone attraverso le cassette e i flashback la sua storia, e li rivediamo anche attraverso Clay nel presente, con gli effetti che ha portato la morte di Hannah.
Vediamo anche la sofferenza dei genitori della ragazza, che non sanno cosa sia potuto accadere, in cerca di risposte e di dare la colpa a qualcuno o qualcosa, intentando causa alla scuola.

Tra i personaggi che mi hanno colpito maggiormente c'è Tony (Christian Navarro) che riesce a rendere il suo personaggio interessante, nonostante sia differente dal libro. Sono riusciti a dargli spessore e intensità.
I protagonisti sono eccellenti, Clay e Hannah riescono a far entrare chi guarda in sintonia con questa storia, e con i loro problemi, portando la storia tra passato e presente. Non voglio soffermarmi ad elencarli tutti, ma il cast è composto da bravi attori, che si fanno amare ed odiare, a seconda del ruolo che interpreteranno in questa storia.

Ne consiglio la visione, porta a riflettere e a capire che fin troppo spesso basterebbe davvero poco per fare la differenza. Nessuno deve essere indifferente se nota qualche segnale. Nessuno deve essere lasciato solo per colpa di voci o altro. Un piccolo gesto può fare la differenza.
Ed i vari personaggi a volte se lo chiederanno:
se avessi/non avessi fatto quella cosa, sarebbe andata in modo diverso?


Curiosità
Nello stesso giorno (dell'uscita) è stato anche distribuito il documentario Tredici: oltre i perché, in cui i produttori, il cast della serie e alcuni psicologi discutono dei temi trattati nella serie come depressione, bullismo e violenza sessuale.

Poster Promozionali

 

"La #Sposa #Imperfetta", di Giulia #Beyman #LaSposaImperfetta #GiuliaBeyman #leggereovunque #profumodilibri #voglioleggereditutto #semprelibri #leggeresempre #reading #leggere #leggo #libro #libri #library #libreria #book #books #loveread #amorelibri #bookblog #bookblogger #blogger #viaggiatricepigra


via IFTTT

martedì 11 aprile 2017

Ultimi arrivi 😉 "Non tutte vogliono essere Marilyn" & "Bulle e Pupi" di #sketchandbreakfast #NonTutteVoglionoEssereMarilyn #BulleEPupi @feliniaficona #Dentiblu #fumetti #fumetto #comic #comics #profumodilibri #voglioleggereditutto #semprelibri #leggeresempre #reading #leggere #libro #book #loveread #amorelibri #viaggiatricepigra


via IFTTT

Esce oggi "La #Sposa #Imperfetta", di Giulia #Beyman Suo blog trovate la mia opinione 😉 #LaSposaImperfetta #GiuliaBeyman #leggereovunque #profumodilibri #voglioleggereditutto #semprelibri #leggeresempre #reading #leggere #leggo #libro #libri #library #libreria #book #books #loveread #amorelibri #bookblog #bookblogger #blogger #freepik #viaggiatricepigra


via IFTTT

Consiglio del Giorno: Ritratto di Dama, di Giorgia Penzo






Titolo: Ritratto di dama
Autore: Giorgia Penzo
Editore: CartaCanta 
Genere: narrativa romantica
Data di uscita: marzo 2017
Prezzo di copertina: € 13.00 (presto disponibile anche in ebook)
Pagine: 152
ISBN: brossura (9788896629970)
TBR Goodreads: http://tinyurl.com/jf2omlg
Link Amazon: http://tinyurl.com/gnaquew
Link IBS: http://tinyurl.com/z6xhrml

 




Trama
 
Il viaggio di due anime che si amano da sempre e che combattono per incontrarsi, una favola metropolitana dalle atmosfere parigine.

Notte di San Lorenzo. Seduta su una panchina di fronte a Notre Dame una ragazza sembra aspettare qualcuno. Guillaume, studente di Storia dell’arte, la nota da lontano. Incrocia il suo sguardo e ha un sussulto: è identica alla famosa Belle Ferronnière ritratta da Leonardo da Vinci. Con una immediata complicità, dal Point Zéro inizia la loro passeggiata attraverso la Ville Lumière. I due parlano di ciò di cui è fatta la vita: arte, fato, desideri, morte. Ma soprattutto d’amore. A un passo dall’alba, la ragazza svela a Guillaume il suo segreto…





Trama Estesa

Parigi, notte di San Lorenzo.
Seduta su una panchina di fronte alla cattedrale di Notre Dame, una misteriosa ragazza ha tutta l’aria di aspettare qualcuno.
Uno studente di storia dell’arte – Guillaume – la nota da lontano, apparentemente per caso. Appena incrocia il suo sguardo ha un sussulto: è identica alla famosa Belle Ferronnière ritratta da Leonardo da Vinci, quadro a cui è molto legato.
Sono estranei eppure non si comportano come tali. La complicità che li coglie sin dal primo istante li sconvolge, come se avessero vissuto mille vite insieme da qualche parte nel tempo ma nessuno dei due ne conservasse la memoria. Comincia così – quasi per gioco – la loro passeggiata attraverso la Ville Lumiere, mentre le stelle cadenti rigano il cielo. Dal cimitero di Père-Lachaise fino al cortile del Louvre – passando per gli Champs Elysées, dai giardini delle Tuileries e da un bistrot dove tutto pare essersi fermato alla Belle Époque – i due discutono di ciò di cui è fatta la vita: libri, fato, desideri, morte. Ma soprattutto d’amore.
Quello di cui la ragazza non parla è il segreto che custodisce da sempre, in bilico tra il reale e l’impossibile. Chi è lei veramente? Troverà il coraggio di aprire il suo cuore a Guillaume e sfidare il destino?
L’alba incombe, la scelta è vicina. Poi niente sarà più come prima.


Estratto
[…]
Quando si ritrovò a delineare le iridi, il polso del giovane vacillò. «Lasciamo perdere. È inutile.» Strappò il foglio dal blocco lanciandolo con rabbia dietro le spalle. «Non capisco perché spreco ancora tempo a fuggire.» Indietreggiò da Pélagie fino a sfiorare la parete di stucco veneziano. «Le mie dita vogliono ritrarre lei e nessun’altra.» Strisciò la schiena contro il muro toccando terra con lo sguardo imbrigliato a quello preoccupato della ragazza. «Io voglio lei. E nessun’altra.»
Quasi si accasciò. Affondò il viso tra le mani sporche e a nulla valsero i tentativi di Pélagie d’attirare la sua attenzione. Il nero si amalgamò alle perle di sudore nascoste dietro i riccioli scuri. Sembrava un minatore stremato dall’ennesimo giorno nella cava; un uomo abituato a scavare nell’oscurità, intenzionato a trovare la vena di minerale ma destinato ad accontentarsi dei sassi.
Pélagie si rannicchiò al suo fianco come un ragnetto stanco di tessere la tela. Lo strinse a sé, senza trarne disagio, e il nero sulla tempia di lui si trasferì alla spalla diafana di lei. Erano strani insieme, mal assortiti quanto un bocciolo di vaniglia sopra una torta di pepe.
«Io sono qui» pigolò. «Puoi baciarmi, toccarmi, prendermi, lasciarmi. E continuerò a essere qui. Perché ti ostini a non vedermi?»
Lo sguardo del ragazzo era perso da qualche parte sul pavimento. «Sono suo, Pélagie» replicò calmo. «Te l’ho già spiegato. Perché ti ostini tu a non ascoltarmi?»
[…]
La modella si scostò da lui con violenza. «Cosa manca a me che viceversa la tua damina possiede, eh?» Con uno scatto d’impeto scagliò il mozzicone sul pavimento e lo spense col tallone, furiosa. «La ami sul serio?»
«Sul serio.»
Un brontolio isterico le massaggiò le gengive. «Sei uno stupido. Perché perseveri nell’amare un’idea?»
«Dicono che l’amore trascenda lo spazio, il tempo e addirittura la realtà. È lui a scegliere noi, non il contrario.»
«Ma per quale maledetta ragione proprio lei?»
«Non lo so. Forse per nessuna, e per tutte quelle che l’universo può contenere. Oppure per lo stesso motivo per cui respiro» ammise, disarmato. «Posso trattenermi dal non farlo, ma dopo poco il mio organismo comincia ad avere bisogno d’ossigeno. Nonostante combatta e tenga duro ogni volta un secondo di più, alla fine non posso fare a meno di riempirmi i polmoni. È naturale. Allo stesso modo mi viene naturale amarla e quando provo a lasciarla andare, la mia anima soffoca.»
«Tu sogni, amico mio. Parli come se un giorno potessi incontrarla al mercato, nemmeno fosse una donna qualunque. Come se potessi incrociarla per caso tra la folla durante una delle tue passeggiate notturne.»
«Lei è da qualche parte…»
«È al Louvre!» La modella divampò alla stessa maniera del suo ritratto. Poi si spense piano mentre la gola riassorbiva l’urto della voce tagliente. «E per quanto tu possa aver perso la testa per lei, non ti ricambierà mai. Non può. Fattene una ragione.»
«Non ci riesco.» Il ragazzo lanciò lo sguardo oltre il lucernario alla ricerca di un segno rintanato nell’azzurro, ma il cielo era pulito e senza auspici. Non trovò nulla di più in quel colore che gli interni della mansarda o le iridi di Pélagie gli avessero già svelato.


 


Autrice
Giorgia è nata a Reggio Emilia, dove vive tuttora.
Ama il cinema (dove va almeno una volta a settimana), i giochi di ruolo (avete presente Vampire: The Masquerade e D&D?), la mitologia, l’Art Nouveau, divorare biografie di personaggi storici femminili e scappare a Parigi alla prima occasione. È una ragazza nerd nata nel posto sbagliato, nell’epoca sbagliata e laureata alla facoltà sbagliata. Scrivere è la sua più grande passione.
Pubblicazioni: http://tinyurl.com/z6batra

Opinione: La Sposa Imperfetta, di Giulia Beyman

http://amzn.to/2oyw0Nm 
 (cliccando sull'immagine si va su Amazon)

Zoe Cartwright non ricorda nulla del suo passato
ma chi ha già cercato di ucciderla
è ancora sulle sue tracce
e vuole portare a termine ciò che ha cominciato


Zoe Cartwright è una giovane e bellissima donna che ha appena sposato Robert Gray, un famoso neurochirurgo, amico di vecchia data di Nora Cooper.
I due novelli sposi hanno deciso di trascorrere un’estate romantica a Martha’s Vineyard ed è Nora, con la sua agenzia immobiliare, ad aiutarli a scegliere il cottage dei loro sogni.
Tutto sembrerebbe perfetto, ma la verità è che Zoe è stata trovata in fin di vita, otto mesi prima, in un luogo impervio delle Camden Hills, nel Maine, e da allora non ricorda più niente del suo passato.
Perché nessuno, in tutti quei mesi, ha sentito il bisogno di denunciare la sua scomparsa?
Quale terribile verità si nasconde nella vita che non riesce a ricordare?
Zoe farebbe qualsiasi cosa per trovare una risposta a quelle domande che la assillano.
Non sa che il suo passato – e l’uomo che ha tentato di ucciderla – stanno tornando a cercarla.

° °   ° ° °   ° °   ° °   ° ° °   ° °
 
Esce oggi questo libro della serie su Nora Cooper, ma che può essere letto anche singolarmente; infatti non conoscevo niente di questa autrice e mi è piaciuto molto il suo stile.

Il libro è molto scorrevole, con una storia piacevole e che si muove tra narrativa e thriller.
Zoe è una giovane donna che ha perso la memoria dopo un terribile "incidente": trovata in fin di vita, vittima di un tentato omicidio, ha dimenticato qualunque cosa del suo passato e sta cercando di ricominciare con il suo nuovo marito (ed ex suo medico) Robert.
Si trasferiscono a Martha's Vineyard, dove vive e lavora Nora, una vecchia amica di Robert.
Lui le chiederà di stare accanto alla moglie e di aiutarla ad ambientarsi, essendo l'unica faccia amica nella città, visto che il lavoro lo chiama e non può stare quanto vuole al suo fianco.
Ma da quando fanno conoscenza Nora inizia a sentire che qualcosa non va e che la giovane è in pericolo. Insieme inizieranno ad indagare per scoprire perché non è stata trovata alcuna spiegazione e  nessuna identità a Zoe, portando a galla qualche ricordo e verità che potrebbero risultare pericolose per lei.

Una lettura davvero veloce, che regala qualche ora di buona compagnia.
Mi ha permesso di scoprire un'autrice che penso terrò d'occhio, visto lo stile che mi piace davvero molto.
Come dicevo la storia si muove tra vari stili, perché non lo definirei prettamente un thriller, non ha proprio quelle caratteristiche in tutto. Più narrativa che si muove in quella direzione, facendo scoprire, attraverso le varie voci che narreranno la storia, come procede questa vicenda e scoprendo la storia e cosa si nasconde nel passato dimenticato di Zoe.
Lo consiglio molto, anche a chi non ha mai letto nulla di questa scrittrice. Davvero bello.

lunedì 10 aprile 2017

#Nightcrawlers, di Tim #Curran #TimCurran #Dunwich #DunwichEdizioni #leggereovunque #profumodilibri #voglioleggereditutto #semprelibri #leggeresempre #reading #leggere #leggo #libro #libri #library #libreria #book #books #loveread #amorelibri #bookblog #bookblogger #blogger #viaggiatricepigra


via IFTTT

Consiglio del Giorno: Pecador - Flor de Cuba, di Aura Conte e Connie Furnari






Titolo: Pecador - Flor de Cuba
Autori: Aura Conte e Connie Furnari
Uscita: 13 Aprile 2017
ISBN/ASIN: B06Y4978MY
(disponibile anche su Kindle Unlimited)









Trama
“Cresciuto per le strade di Little Havana, dopo un’adolescenza turbolenta e una veloce ascesa nel mondo della criminalità organizzata, Rafael Guerrera si ritrova a soli ventisette anni a gestire un impero, come il più giovane narcotrafficante di Miami.
Affascinante seduttore, insolente e prepotente, amante del lusso e del denaro, ma soprattutto un assassino a sangue freddo, Rafael ha sempre tenuto fede a un’unica promessa: mai fare del male a donne e bambini.
A causa di un processo imminente, è però costretto a trasgredire alla sua promessa e ordina ai suoi uomini di rapire Madalena De La Cruz, figlia di un boss rivale e unica testimone di un duplice omicidio commesso dal braccio destro del clan Guerrera, Santi Pacheco.
Pur di non far testimoniare la ragazza in tribunale e lasciarle distruggere il suo clan, Rafael decide di tenerla in ostaggio fino alla fine del processo.
Quando i suoi uomini gli portano una giovane donna, bella come un angelo, innocente e fragile, Rafael rimane sconvolto. E il suo impero comincia a crollare, ma non per quello che aveva temuto: soltanto a causa dell’amore per una donna, l’unica che non avrebbe mai dovuto amare e l’unica che non potrà mai avere.”
 
“Pecador” è un crime romance che parla d’amore, di violenza, di peccato e sangue, con scene di adrenalina pura e passione sfrenata. Ispirato a Romeo e Giulietta, è la storia d’amore fra due giovani che dovrebbero odiarsi, ma che il destino fa innamorare, per sconvolgere le loro vite.
Il punto di vista di Rafael è descritto da Connie Furnari.
Il punto di vista di Madalena è descritto da Aura Conte.
Il romanzo è autoconclusivo, quindi può essere letto come volume unico.
In seguito verranno pubblicati vari spin-off, prequel e sequel.
 
Le copie cartacee autografate del romanzo possono essere richieste direttamente alle autrici, alle email specificate nelle biografie, che saranno ben liete di rispondere anche a semplici commenti, richieste e quant’altro, sia nei social network che in posta elettronica.

Estratto
Cliccate per leggere i primi due capitoli in Anteprima per voi

Autrici
 
Aura Conte è nata a Messina nel 1983 ed è laureata presso la facoltà di Scienze della Formazione. Scrive libri multi-genere sia in italiano che in inglese, spaziando dai romanzi storici a quelli fantasy. Non è sposata, non ha figli ma è dipendente da internet, social media e letture in lingua originale. Ha pubblicato il suo primo libro nel 2009 (“ Purpureo Re-Birth”) e di recente, ha pubblicato in seconda edizione un suo romanzo storico “ La sposa del capitano ” con Libro/mania (progetto editoriale di De Agostini e Newton Compton).
Sito ufficiale: auraconte.com
I suoi contatti:
Twitter: twitter.com/auraconte
Facebook: facebook.com/auraconte
Instagram: instagram.com/auraconte
Contatto email: auraconte.com/socialmedia/
Tutti i suoi romanzi sono disponibili in edizione digitale e cartacea:
https://www.amazon.it/Aura-Conte/e/B01E79X5W4/

Connie Furnari è nata a Catania. Laureata in lettere, appassionata di cinema, pittura e film d’animazione , è un’autrice Rizzoli. Ha pubblicato con varie case ed itrici, in self publishing e ha vinto diversi premi letterari. Predilige scrivere il fantasy e il paranormal, ma s i dedica anche al romance e alla narrativa per bambini. Tutte le sue opere sono facilmente reperibili on li ne, sia in digitale che in cartaceo. Vive tra centinaia di libri e dvd, ed è presente nei social network. Ama leggere, disegnare manga, e dipingere quadri.
Il suo blog è www.conniefurnari.blogspot.it
La sua email è conniefurnari@hotmail.it
I suoi contatti:
https://www.facebook.com/connie.furnari
https://twitter.com/ConnieFurnari
www.conniefurnari.blogspot.it
https://goo.gl/j5X9z6
Tutti i suoi romanzi sono disponibili in edizione digitale e cartacea, su tutte le piattaforme:
www.amazon.it/s/ref=dp_byline_sr_ebooks_1
https://play.google.com/store/books/author?id=Connie+Furnari
https://itunes.apple.com/it/author/connie-furnari/id611541436
Romanzi in edizione cartacea: goo.gl/IWIeUD

Oggi esce un libro dallo stile unico e dalla trama #splatter #horror: #Nightcrawlers, di Tim #Curran Trovate più dettagli sul blog 😉 #TimCurran #Dunwich #DunwichEdizioni @dunwichedizioni #leggereovunque #profumodilibri #voglioleggereditutto #semprelibri #leggeresempre #reading #leggere #leggo #libro #libri #library #libreria #book #books #loveread #amorelibri #bookblog #bookblogger #blogger #freepik #viaggiatricepigra


via IFTTT

Incontrate Wulf Durn!

 
 
Wulf Dorn sarà a Tempo di Libri,
venerdì 21 aprile, ore 17.30, Sala Georgia,
Rho Fiera per incontrare i suoi lettori

Ma non finisce qui:
per il Fuori TDL, Wulf Dorn incontra i suoi lettori a cena,
giovedì 20 aprile alle 20.30, Peck Italian Bar.
Evento su prenotazione - info su IBS.IT

Un’occasione unica per incontrarlo trascorrendo una serata conviviale
tra musica, chiacchiere e buon cibo.

Scoprite come partecipare: http://bit.ly/CenaconWulfDorn