giovedì 24 agosto 2017

#Strider. La Grande Foresta, di Andrea Grassi #LaGrandeForesta #AndreaGrassi #leggereovunque #profumodilibri #voglioleggereditutto #semprelibri #leggeresempre #reading #leggere #leggo #libro #libri #library #libreria #book #books #loveread #amorelibri #bookblog #bookblogger #blogger #viaggiatricepigra


via IFTTT

Relax e leggiam 😉😄 #Strider. La Grande Foresta, di Andrea Grassi #LaGrandeForesta #AndreaGrassi #leggereovunque #profumodilibri #voglioleggereditutto #semprelibri #leggeresempre #reading #leggere #leggo #libro #libri #library #libreria #book #books #loveread #amorelibri #bookblog #bookblogger #blogger #viaggiatricepigra


via IFTTT

Opinione: Chocolat, di Joanne Harris

http://amzn.to/2xg0yGU
Cliccando sulla Cover si va su Amazon

A Lansquenet, quieto villaggio al centro della Francia, la vita scorre placida. Un po' troppo placida: è una comunità chiusa, dove sono rimasti soprattutto anziani contadini e artigiani, dominata con rude benevolenza dal giovane curato Francis Reynaud. È martedì grasso - una tradizione pagana avversata dalla chiesa - quando nel villaggio arrivano Vianne Rocher e la sua giovane figlia Anouk. La donna è assai simpatica e originale, sexy e misteriosa, forse è remissaria di potenze superiori (o magari inferiori). Vianne rileva una vecchia pasticceria, ribattezzata "La Celeste Praline", che ben presto diviene - agli occhi del curato - un elemento di disordine. Anche perché Vianne non frequenta la chiesa ma inizia ad aiutare a modo suo chi si trova in difficoltà: il solitario maestro in pensione Guillaume, l'adolescente ribelle Jeannot, la cleptomane Josephine, l'eccentrica Armande. Ben presto il tranquillo villaggio diventa più disordinato, ribelle e soprattutto felice. E lo scontro tra Benpensanti e Golosi, tra le delizie terrestri offerte da Vianne e quelle celesti promesse da padre Reynaud, tra Carnevale e Quaresima, diventa inevitabile.

° °   ° ° °   ° °   ° °   ° ° °   ° °

Avevo visto il film per caso e mi era piaciuto, anche se non proprio il mio genere.
"Tratto dal romanzo..." mi era subito saltato all'occhio e mi ero ripromessa di leggerlo, prima o poi.
Essendo la Harris un'autrice che non mi dispiace, un po' troppo dispersiva e descrittiva ma brava a scrivere, era nella mia wish fino a quando non mi è stato regalato da un'amica, per puro caso.
E' rimasto un po' sullo scaffale, purtroppo, in attesa di tempo per poterlo leggere con calma e finalmente ci sono riuscita.
Come in tanti altri casi, il libro è migliore del film, ma non di tanto. La pellicola ha il suo fascino e gli attori protagonisti sono straordinari a portare sullo schermo questi personaggi così particolari ed unici.

La storia viene raccontata in alternanza da due persone praticamente opposte: Vianne Rocher e Francis Reynaud. Vianne è appena arrivata nella cittadina di Lansquenet, insieme alla figlia Anouk, decidendo di aprire una cioccolateria proprio vicino alla chiesa dove Raynaud predica la serietà e la morale cristiana più stretta e inflessibile.
Vianne è una nomade (un po' strega, anche), ha girato il mondo fin da quando era piccola insieme a sua madre, che l'ha lasciata sola anni prima, e con unica compagna la figlia. Ma ormai è stanca di scappare e viaggiare, vuole fermarsi e mettere radici da qualche parte...e perché non proprio lì?
All'inizio tutti la guardano curiosi e diffidenti, ma in poco tempo riuscirà a farsi apprezzare da sempre più persone, nonostante l'odio costante del curato che tenta in ogni modo di ostacolarla e farla andare via. Allegra, sexy e intelligente, sa come muoversi senza perdere il suo buon cuore e sbirciando dentro i vari abitanti per legger dentro le loro tribolazioni e cercare di dare un po' di pace e amicizia sincera.

Tra i suoi clienti fissi fin da subito ci saranno il vecchio Guillaume con il fedele cagnolino sempre accanto, ma con il cuore pieno di tristezza, e l'anziana ma "terribile" Armande con un segreto ben nascosto, ma presto si uniranno la giovane Josephine che si nasconde da tutti per una colpa non sua, gli amici di Anouk che, nonostante le ramanzine dei genitori, ci giocano insieme e non perdono occasione per fare un salto al negozio...per non parlare di un giovane zingaro che arriva con la sua gente sulle rive della città, accolto da Armande a braccia aperte ed odiato da Raynaud e chi lo segue.

Una storia frizzante e fresca, leggera da leggere e che scorre veloce.
Molto carina e simpatica, rallegra il cuore, anche se in alcuni punti mette tristezza.
Un bel romanzo, di cui leggerò i seguiti perché sono curiosa di vedere cosa succederà alle protagoniste andando avanti.

mercoledì 23 agosto 2017

Opinione: Da Zero A Infinito, di Fabio Lastrucci

http://amzn.to/2weEobi
Cliccando sulla Cover si va su Amazon

Dalla prefazione di Massimo Citi:
«Uno dei principali segni distintivi della narrativa di Fabio Lastrucci è la fine, una fine con la “f” minuscola, un giudizio universale che non ha nulla della tradizione cristiana né di altre religioni, ma che ha una risonanza saldamente laica, una cesura che viene a interrompere una successione di vite banali, terrene, spesso volgari, curve su una realtà asfittica e prive di qualsiasi impulso che possa salvarle dalla successione dei vuoti gesti quotidiani.
Non una fine definitiva, ma un evento temporaneo, un'interruzione in qualche modo prevista, uno iato nella quotidianità che lascerà posto ad Altri e che rovescerà le carte mostrando il tessuto profondo del mondo.
Andando nell'ordine della memoria questi Altri, i soli viventi della scena, potranno assumere panni estremamente diversi, segnati da un leggero ma incontenibile humour nero: uno scarafaggio incline a considerazioni sfiduciate, un cane di cartone, un licantropo di nobili natali, una galleria di vecchi cartoons in bianco e nero, un fantasma borghese, un minotauro condannato a ripercorrere gli stessi sotterranei metropolitani, un drop-out in una Ferrara dechirichiana, alieni che hanno dimenticato la loro missione, transessuali con una passione molto particolare, satanisti ingenui e ignoranti. Tutte creature ugualmente incerte, perplesse, obbligate a misurarsi con la propria natura – ferina o metodica, rabbiosa o malinconica – e sforzarsi di immaginare un mondo privo di un'umanità chiassosa e impudica.»

° °   ° ° °   ° °   ° °   ° ° °   ° °

Quindici racconti che hanno in comune tra di loro...nulla!!
L'autore ci porta in luoghi reali ed irreali; a conoscere personaggi folli, a volte divertenti altre volte pazzi, o tristi; in tempi presenti mentre in alcuni racconti si vola in altri momenti.
Niente è prevedibile.
E non si può neanche tastare l'acqua prima di buttarsi, ci si deve immergere di botto nella storia per provare a capire di chi stia parlando, dove, quando,....in modo da poterla comprendere e poterla apprezzare in pieno.

Da Zero A Infinito
Il Trucchetto di Olindo
La Meccanica dell'Ambaradan
"Loro"
Nella Stagione Arsa
Il Noviziato del Comando
La Sindrome della Locusta
Larve
Nero di Seppia
DB
Il Paradosso G
Specchi e Confini
Trasparente come un Respiro
Ultime Notizie dal Papero
Max Satisfaction

Alcuni non li ho compresi e in tanti il finale è stato troppo brusco per i miei gusti, lasciando la storia in sospeso e con curiosità insoddisfatta.
Tra questi quello più triste e dolce allo stesso tempo (per me) è stato Specchi e Confini, dove l'autore ci porta a vivere e vedere attraverso la prospettiva di.....no, non posso dirvelo! Dovete scoprirlo.
La Meccanica dell'Ambaradan mi ha portato a vedere la nostra realtà mescolata a qualcosa di assurdo, impensabile, facendomi restare incollata alle pagine (forse il migliore tra questi racconti). Mitologia e fantascienza si mescolano in un tranquillo palazzo, che rivelerà sorprese inaspettate.
Ricordi e malinconia si mescolano in Ultime Notizie dal Papero. Un racconto unico, che spiazza il lettore, portandolo a scavare nella sua infanzia (sempre che non sia troppo giovane!).
Max Satisfaction è un racconto strano, particolare e interessante, allo stesso tempo. Una storia raccontata durante un viaggio, tra due estranei, riguardante una coppia molto famosa e trattando anche il mondo dell'eros del futuro, con "escort" robot.

Tirando le somme, una bella raccolta di racconti!
Tenete d'occhio l'autore, con questa fantasia mette decisamente curiosità sapere cosa potrà scrivere in futuro.

martedì 22 agosto 2017

Quando torni a casa e vorresti buttarti tra le pagine di un libro....e non prendi la cosa metaforicamente, crollandogli sopra fisicamente 😅 #cat #catandbook #gatto #gattoelibro #lovecat #profumodilibri #voglioleggereditutto #semprelibri #leggeresempre #reading #leggere #leggo #libro #libri #book #books #loveread #amorelibri #viaggiatricepigra


via IFTTT

Opinione: Nelle Fauci Del Mostro

http://amzn.to/2ih8IMN
Cliccando sulla Cover si va su Amazon
Percorrendo nelle tenebre le strade di campagna nei dintorni di Firenze, si prova tuttora un senso di inquietudine, di disagio. Come se tanti occhi cattivi ci osservassero con malignità. L'aria sembra ancora permeata da una presenza invisibile e terribile: il Mostro di Firenze. Nonostante si siano susseguite indagini, inchieste, processi, condanne e assoluzioni, questo mistero è rimasto indelebile nel tempo, una lunga scia di sangue con tanti interrogativi e poche risposte certe. Proprio per questo motivo, nelle nostre menti, il Mostro è sempre lì, cristallizzato nei meandri della memoria. Nonostante siamo ormai trascorsi molti anni dai cosiddetti delitti del Mostro di Firenze, ima catena di omicidi che per quasi un ventennio insanguinò le colline e le campagne toscane, l'alone di mistero e di inquietudine che aleggia intorno a questa figura si percepisce ancora oggi. Una vera e propria leggenda allo stesso pari di efferati serial killer che hanno lasciato una traccia indelebile nel ventesimo secolo. Seguendo questo fil rouge gli autori hanno partorito dieci storie intense ed enigmatiche nello stesso tempo, dieci racconti in grado di incatenare il lettore e di trascinarlo con forza nei meandri della follia.

° °   ° ° °   ° °   ° °   ° ° °   ° °

Una serie di racconti ispirati al Mostro di Firenze. Alcuni più interessanti e coinvolgenti di altri, ognuno con uno stile diverso e diversi per trame e punti di vista.
Particolare e ben fatto, non male come lettura.
Se volete una lettura non molto impegnativa (potete fermarvi dopo ogni racconto) e piuttosto scorrevole (dipende dall'autore e dal suo stile, come dai gusti personali di chi legge).

- Due, di Mirko Tondi
Un vecchio che ama spiare dalla finestra, una notte si trova a vedere qualcosa di unico che gli farà riprendere in mano alcuni ricordi e carte, portandolo a compiere una decisione "particolare"...

- Phobia, di Arianna Niccolai
Dario Moriani era in macchina con la sua fidanzata, da giovane, appartato per fare l'amore, quando qualcosa si è mosso e li ha spaventati. Erano gli anni del Mostro di Firenze e credettero di essere salvi per miracolo. Ma quella paura non passa, resta dentro anche per anni...

- Francobolli E Vecchi Castelli, di Paolo Piani
Antonello Carta è un giovane che sta studiando per diventare profiling, ed il suo professore è un puntiglioso (stronzo) che mette sotto pressione ogni studente. Per la pausa invernale propone a tutti una tesi, con una base comune: una lettera inviata dal Mostro di Firenze alla polizia. Ognuno deve, da questa, individuare una strategia per trarre un profilo. Antonello è subito attratto da un particolare e decide di indagare: il francobollo....

La Finestra Sul Mondo, di Andrei Gamannossi
Uno dei racconti più brevi e particolari, del quale non so bene cosa dire per non esagerare.
Il protagonista è una persona qualunque, che in una bella notte si trova in mezzo alla natura, da solo....

- Il Mostro E' Tornato, di Stefano Rossi
Nella città di Pietraccio vengono ritrovati i corpi di due amanti, brutalmente assassinati come nel rituale de Il Mostro di Firenze. Il blogger Torsolo va ad investigare, per cercare di dare ai suoi follower la sua versione dei fatti, esaminando la scena e vari dettagli che potrà trovare, ma....

- Eros E Morte, di Sergio Calamandrei
La vicenda è ambientata negli anni in cui il Mostro uccideva. Renzo è un giovane ed è spaventato da lui, ma c'è anche molto altro a fargli paura, come le malattie che iniziano a farsi notare nel mondo del sesso, anche eterosessuale. Ma tutto sembra venir dimenticato una l in cui incontra Gianna e scopre con tristezza che hanno solo una notte prima che lei parta.

- Amori Perigliosi, di Vario Cambi
Anche questa vicenda è ambientata negli anni in cui il Mostro seminava paura.
Leandro è un giovane che trova un lavoro come carrozziere, con una fidanzata "storica" sempre più pressante e una collega molto affascinante, le cose iniziano a farsi confuse.....

- Ouroboros, di Bernardo Fallani
Mentre una "setta" misteriosa si aggira nell'ombra, Matteo e Gaia sono solo due giovani innamorati che si stanno affacciando alla vera vita e che stanno per scoprire quanto l'intimità abbia livelli diversi e profondi.

- La Voce Delle Macchine, di Simone Innocenti
Un racconto ben fatto, ma fuori tema (non ho trovato tracce ne riferimenti al Mostro).
Parla di un uomo e della sua ossessione maniacale per la concentrazione...

- Il Mostro Dentro, di Paolo Romboni
Davide Ferrucci è al suo primo giorno come disegnatore per la polizia, quando un caso particolarmente truce arriva in centrale e l'Ispettore lo coinvolge nelle indagini.

lunedì 21 agosto 2017

Da Gennaio a Luglio, insieme abbiamo letto: 383953 pagine 🎉🎉🎉 1313 libri📚📚📚 In 31!!! . Per chi volesse aggiungersi, l'evento su #Facebook è questo: http://ift.tt/2x6NvZk (Contano Le Pagine, Non I Libri) Oppure se volete partecipare tramite IG, ditemelo che vi aggiungo al gruppo creato apposta 😉 #contanolepagine2017 #contanolepaginenonilibri #libri #leggere #viaggiatricepigra


via IFTTT

Iniziamo una nuova avventura (così piano piano gli arretrati finiranno 😉) #Strider. La Grande Foresta, di Andrea Grassi #LaGrandeForesta #AndreaGrassi #leggereovunque #profumodilibri #voglioleggereditutto #semprelibri #leggeresempre #reading #leggere #leggo #libro #libri #library #libreria #book #books #loveread #amorelibri #bookblog #bookblogger #blogger #freepik #viaggiatricepigra


via IFTTT

Opinione: IT, di Stephen King

http://amzn.to/2uUYkv9
Cliccando sulla Cover si va su Amazon

In una ridente e sonnolenta cittadina americana, un gruppo di ragazzini, esplorando per gioco le fogne, risveglia da un sonno primordiale una creatura informe e mostruosa: It. E quando, molti anni dopo, It ricompare a chiedere il suo tributo di sangue, gli stessi ragazzini, ormai adulti, abbandonano la famiglia e il proprio lavoro per tornare a combatterlo. E l'incubo ricomincia. Un viaggio illuminante lungo l'oscuro corridoio che conduce dagli sconcertanti misteri dell'infanzia a quelli della maturità.


[Note Mie:
Il mio cartaceo non è più in vendita.
Ho scelto questa cover perché è la più bella pubblicata nella nuova ristampa, in cover rigida.
E non è detto che non la ricompri più avanti!]




 Da quando hanno annunciato l'uscita del nuovo film, dicendo che a Settembre sarebbe stato nelle sale di tutto il mondo, ho iniziato a dirmi che lo dovevo rileggere.
Nessuna domanda. Nessuna incertezza. LO AVREI FATTO.

E' uno di quei libri che vanno letti e riletti nella vita, ed era giunta l'occasione (ottima) per farlo.
Così quando mi hanno tirato dentro (le mie swappine) per una (ri)lettura, non me lo sono fatto ripetere. Beh, per dire la verità si, perché ho aspettato un po' prima di incominciarlo, ma una volta preso il via non mi sono più staccata e non volevo nessun'altra lettura di mezzo che potesse rovinarmi questa storia.
(Infatti ora sto aspettando che loro finiscano per poterne parlare...e fremo! Sperando piaccia a tutte)

L'ho letto con calma, assaporandone molti aspetti, ma (ahimè), come per i nostri protagonisti, la storia Ã¨ troppa e già inizio a scordarmi alcuni dettagli, anche se vorrei tenerli stretti al cuore per sempre. Sarà un segno del destino quello di rendere IT così enormemente bello da volerlo rileggere ogni tot anni.

Ammetto che alcuni dettagli mi sono tornati in mente quasi come il momento in cui li stavo leggendo.
In particolare i primi capitoli, che (ricordo) scorrevano in una giornata calda di quasi estate, in coda dal dottore, dopo la scuola....e cosa meglio di IT per superare le ore di lunghissima attesa?!
Questo lo ricordo chiaramente.
Come il finale. Non so perché, ma sapevo cosa stavo per leggere. Quello prima mi si era come cancellato dalla mente e mi ritrovavo e leggere come la prima volta, tra l'affanno di scoprire cosa sarebbe successo sentendo le pagine finire ed il non voler chiudere questo libro....ma quel pezzo: limpido come il sole.

Ma torniamo alla storia!!!
Se è il libro simbolo del nostro Re c'è un motivo: è semplicemente incredibile!
Un mattone, al primo sguardo, che sembra ostico da leggere, ma quando viene chiuso si sente che la storia è troppo vasta ed il romanzo troppo breve.
Se ne vorrebbe di più (eh si, noi lettori siamo una razza ingorda e mai contenta).


Si muove abilmente tra il loro passato e loro presente, tra il 1958 e il 1985.
Così lontani da noi, eppure con temi quasi attuali, anche se i tempi sono cambiati e molto.
27 anni separano queste storie ed i loro protagonisti che, per una promessa infantile, si ritrovano a Derry, dove sono cresciuti, per affrontare un nemico comune che (purtroppo) non erano riusciti a scacciare da ragazzini.
Però tutto comincia un pochino prima, nell'autunno del 1957, quando George Denbrough si trova a far scivolare nell'acqua dei canali una barchetta, rincorrendola lungo i marciapiedi allagati della città.
Un gioco innocente, qualcosa di semplice che però finisce in tragedia perché quel giorno George si spegnerà per sempre a causa di un crudele mostro che abita sotto il suolo di Derry.
Ci vorranno mesi, ma quando Bill, suo fratello, capirà chi (o meglio, cosa) ha ucciso il suo fratellino, inizierà un percorso da cui non potrà tornare indietro; insieme ad altri ragazzi che, come lui, hanno incontrato questo mostro e sono sopravvissuti.

Sette bambini, riuniti da qualcosa di misterioso e sconosciuto, che li ha spinti ad incontrarsi e a fare gruppo, a sfogarsi e a creare un legame di amicizia indistruttibile.

Bill, Ben, Beverly, Richie, Eddie, Mike, Stan:
Il Club Dei Perdenti.

 
 
La loro storia incomincia dall'ultimo giorno di scuola nell'estate del '58.
Ben Hanscom, un ragazzo emarginato a causa del suo peso, si trova a dover scappare dal bullo della scuola, Henry Bowers, per salvarsi la vita e finisce nei Barren (un territorio sporco e selvaggio, quasi un canale che scendeva dalla strada principale per un lungo tratto, con alcuni sbocchi di fogna e un "fiume" che lo percorreva). Lì incontrerà Bill (Tartaglia, per via della balbuzie) Denbrough e Eddie Kaspbrak (piccolo, fragile e malatuccio).
Da quell'incontro casuale inizieranno a stringere una forte amicizia e ad iniziare a giocare sempre di più in quel luogo, "marcando" quel territorio come loro.
Si uniranno presto anche Richie (Boccaccia) Tozier (un piccoletto con gli occhiali e la lingua troppo svelta) e Stan (L'Uomo) Uris (ebreo e molto rigido).
Per poi aggregarsi l'unica ragazzina, Beverly Marsh. E per ultimo, come se lo avessero sentito, Mike Hanlon (l'unico ragazzino di colore della zona).

Ad unirli non solo l'amicizia sincera e vera, ma qualcosa di più, un terrore profondo.
Perché la cosa che ha ucciso George (IT), sta uccidendo ancora e tutti si sono trovati ad averci a che fare, riuscendo per un pelo a salvarsi la vita. C'è qualcosa di molto profondo in questo.
Un legame quasi magico, per cui decideranno di farsi forza a vicenda per trovare il modo di ucciderlo e farla finita.

Ma la bellezza del romanzo non sta solo nella storia di questa "caccia al mostro", perché King sa benissimo che i mostri non si nascondono solo sotto il letto, acquattati nel buio, in attesa.
I mostri sono intorno a noi! Sempre.
Sono il padre che picchia la figlia, la violenza psicologica di una madre, il bullo che aggredisce i più deboli, il voltarsi di una o più persone di fronte ad un crimine....
King mette tutto questo e ci fa pensare molto, perché questo male (nel romanzo) proviene da IT ma lo alimenta, lo protegge,...





E sarà una delle ragioni per cui dopo 27 anni Mike chiamerà ognuno di loro per ricordargli che tutto è ricominciato, che devono tornare a Derry; facendogli tornare la memoria riguardo quell'estate e la loro amicizia, persa nel tempo e dimenticata, perché il mostro sta uccidendo di nuovo e loro sono gli unici a poterlo fermare.






Come già dicevo, la bravura di King nel muoversi tra il presente ed il passato, vedendo tornare a galla i loro ricordi e riscoprendoli insieme a loro, mentre viaggiano verso "casa".
Per una promessa. Per l'ultima volta. Anche se non sanno nemmeno se ne usciranno vivi.

Cresciuti, cambiati, di successo, eppure ognuno che si porta dietro i segni della sua infanzia dimenticata, e spesso portandosi dietro i propri demoni, mai sepolti.

Un viaggio nel tempo, che li obbligherà a fare i conti con loro stessi e a confrontarsi con il terrore, visto in maniera diversa dall'infanzia, perché nessuno pensa seriamente di morire quando è piccolo.
E con un'enorme svantaggio che potrebbe esser loro fatale.

Un libro straordinario e che DEVE essere letto almeno una volta nella vita.
Un "piccolo" capolavoro che regala uno spaccato di un mondo e dei suoi protagonisti, senza censure e senza vergogna, tra paura e risate, tra terrore e amore, e amicizia profonda e vera.
Ora lo rimetto sulla mensola, ma so che mi mancherà molto.
Di sicuro lo rileggerò, ma non aspetterò 27 anni per farlo, e anche di questo sono sicura!

giovedì 17 agosto 2017

Chocolat, di Joanne Harris #Chocolat #JoanneHarris #leggereovunque #profumodilibri #voglioleggereditutto #semprelibri #leggeresempre #reading #leggere #leggo #libro #libri #library #libreria #book #books #loveread #amorelibri #bookblog #bookblogger #blogger #viaggiatricepigra


via IFTTT

Quanto ci vorrebbe un bel frappè ghiacciato al cioccolato per accompagnare questa lettura 🍫😁 #Chocolat #JoanneHarris #leggereovunque #profumodilibri #voglioleggereditutto #semprelibri #leggeresempre #reading #leggere #leggo #libro #libri #library #libreria #book #books #loveread #amorelibri #bookblog #bookblogger #blogger #freepik #viaggiatricepigra


via IFTTT

La Vita Privata, di Henry James #LaVitaPrivata #HenryJames #leggereovunque #profumodilibri #voglioleggereditutto #semprelibri #leggeresempre #reading #leggere #leggo #libro #libri #library #libreria #book #books #loveread #amorelibri #bookblog #bookblogger #blogger #viaggiatricepigra


via IFTTT

martedì 8 agosto 2017

Shadow Play (Il Fuorilegge Della Magia Nera 2), di Domino Finn #ShadowPlay #IlFuorileggeDellaMagiaNera #DominoFinn #leggereovunque #profumodilibri #voglioleggereditutto #semprelibri #leggeresempre #reading #leggere #leggo #libro #libri #library #libreria #book #books #loveread #amorelibri #bookblog #bookblogger #blogger #viaggiatricepigra


via IFTTT

- Ma è d-d-davvero un c-c-clown? ~ È un mostro. Un mostro che vive qui a Derry. E uccide i bambini. . . [L'immagine è di uno dei Poster/Locandine promozionali del nuovo film. Il testo viene dal libro di King. Se volete, potete copiarla, ma non tagliate il mio tag!] #IT #StephenKing #stephenkingsit #King #quote #leggereovunque #profumodilibri #voglioleggereditutto #semprelibri #leggeresempre #reading #leggere #leggo #libro #libri #library #libreria #book #books #loveread #amorelibri #bookblog #bookblogger #blogger #viaggiatricepigra


via IFTTT

Consiglio del Giorno: Come Miele e Neve

http://amzn.to/2wnrUeP
Cliccando sulla Cover si va su Amazon




​Autore : Siro T. Winter
Grafica Cover: Winterly Graphics - Covers&Design
Titolo: Come miele e neve
Casa Editrice: Self publishing
Genere: Romanzo
Biografia e opere: Prima esperienza nel campo del self.
Prezzo ebook: 1,59
Cartaceo: 13,68


NB: la versione cartacea contiene quattro pov dal punto di vista

maschile e presenta una cover diversa dalla versione digitale.





Sinossi:

«Perché batte il cuore?»

È questa la domanda che Lucia “Lou” Zarda, trent’anni, si è posta per tutta la vita.
Ferita e delusa dopo la fine della storia decennale con Andrea Marini, Lou vive nel suo mondo fatto di colori e tele e di lunghe passeggiate solitarie fino alla spiaggetta che guarda al parco di Seurasaari di Helsinki, divisa tra il lavoro al Museo d’arte contemporanea e il bozzolo sicuro della sua piccola casa.

L’incontro inaspettato con il musicista che vive a pochi passi da lei, l’affascinante e misterioso Vilhelmi Niemi e i suoi verdi occhi di giada getterà mille dubbi su Lou, investendola con un turbinio di nuove emozioni, incertezze e speranze.
La voglia di lasciarsi andare si scontra con l’antica paura di non essere abbastanza.
Scappare o restare rischiando di essere ferita di nuovo?
Lasciarsi amare o rifugiarsi nella solitudine rassicurante?

Un susseguirsi di eventi inaspettati spingerà Lou a compiere una scelta che potrebbe cambiarle per sempre la vita.
Anni dopo, il destino porterà nuovamente Lou ad Helsinki, nella terra che l’ha adottata e nella quale si sente a casa, la fredda e magica Finlandia con le sue aurore boreali e il sole di mezzanotte, dov’ è sempre stato il suo cuore.
Il ricordo di Vilhelmi, di colui che ha amato profondamente, non l’ha mai lasciata, tormentandola anche nei sogni.
Forse le loro strade si incroceranno ancora una volta e Lou troverà la risposta alla sua domanda.


Pagina facebook: https://www.facebook.com/ComeMieleeNeve/
Soundtrack https://www.youtube.com/watch?v=tqeK2nwS6B8&list=PLPZtzMdmuHd1NPvO5LYcNGeLUM5wmwnbQ

Video Trailer



Consiglio del Giorno: Una Felicità Leggera Leggera

http://amzn.to/2wBzVw3
Cliccando sulla Cover si va su Amazon





Titolo Una Felicità Leggera Leggera
Autrice Loriana Lucciarini
Casa Editrice Le Mezzelane Casa Editrice
Costo 2,99€
Data Pubblicazione 2 agosto 2017

http://www.lemezzelane.altervista.org/negozio/index.php?id_product=42&controller=product






Una donna piena di sfumature. Un uomo chiuso nel suo mondo grigio e spento. Due cuori che s'incontrano trasformando la solitudine in colore. Ma fino a che punto l'amore può diventare la ragione per tradire? Quanto i legami e le paure possono impedire a Miriam di raggiungere quel pezzo di cielo che tanto desidera?
Un romanzo intenso e delicato, capace di scavare a fondo nell'anima, restituendoci squarci di emozioni inchiostrate di parole.

lunedì 7 agosto 2017

#Dampyr - L'Indagatore Dell'Incubo #LIndagatoreDellIncubo #DylanDog #fumetto #fumetti #SergioBonelliEditore #comic #comics #profumodilibri #voglioleggereditutto #semprelibri #leggeresempre #reading #leggere #libro #book #loveread #amorelibri #viaggiatricepigra


via IFTTT

Adoro sempre di più 😍😍 #IT #StephenKing #stephenkingsit #King #leggereovunque #profumodilibri #voglioleggereditutto #semprelibri #leggeresempre #reading #leggere #leggo #libro #libri #library #libreria #book #books #loveread #amorelibri #bookblog #bookblogger #blogger #viaggiatricepigra


via IFTTT

Esce oggi: Shadow Play (Il Fuorilegge Della Magia Nera 2), di Domino Finn Ma c'è di più!! Infatti la @dunwichedizioni ha permesso a me e ad altri blogger di leggerlo in anteprima per farne un Review Party (Grazie!!!!!❤) Cisco torna più in gamba e simpatico che mai, ma sempre alle prese col passato (che non ricorda) e i frutti di quel periodo che lo perseguitano; trovare le risposte a troppe domande sarà difficile, ma quello è solo il principio..... Cercate e trovate tutte le opinioni riguardo questo stupendo secondo capitolo di una saga che voglio continuare al più presto 😍 . #ShadowPlay #IlFuorileggeDellaMagiaNera #DominoFinn #ReviewParty #leggereovunque #profumodilibri #voglioleggereditutto #semprelibri #leggeresempre #reading #leggere #leggo #libro #libri #library #libreria #book #books #loveread #amorelibri #bookblog #bookblogger #blogger #viaggiatricepigra


via IFTTT

Review Party: Shadow Play

 

http://amzn.to/2vF3a4t
Cliccando sulla Cover si va su Amazon
Mi chiamo Cisco Suarez e una settimana fa ero morto.
Costretto da una maledizione a servire un’organizzazione avvolta dalle ombre, ho parecchio sangue sulle mie mani. Per fortuna ho anche un problema a rispettare le autorità, perciò non prendo più ordini e la prima cosa da fare sulla mia lista è abbattere quei bastardi.

Se sono bravo in qualcosa, è cercare in posti bui. Ma ho anche delle ombre di mio. Dei fatti terribili continuano a tormentarmi e non sto parlando di un tipo di tormento metaforico. Sto parlando di fantasmi, di maghi... e di quell’entità dagli scintillanti occhi rossi.
Questo dimostra che è vero quello che dicono: si raccoglie ciò che si semina.
La resurrezione è sopravvalutata o cosa?



Cisco ritorna!
Dopo la sua prima avventura in Dead Man, il Fuorilegge della Magia Nera continua le sue avventure dal dove lo avevamo lasciato.
Dopo una settimana turbolenta, passata a capire cosa gli fosse successo, la sua vita però non smette di essere caotica. Dieci anni di vita persi nel nulla da quando si era svegliato in un cassonetto e aver scoperto di essere morto...ma c'era anche di peggio. Era diventato una marionetta, uno zombie, costretto a fare da sicario per dei cattivoni a cui aveva dato la caccia per ciò che lo avevano costretto a fare: oltre tante vittime (più o meno innocenti) lo avevano costretto a sterminare la sua famiglia, cosa che ancora lo perseguita, nonostante non ricordi nulla e non sia stata affatto colpa sua.
Ma aver sconfitto i suoi nemici che lo rivolevano servo non è bastato. Ancora troppe domande non hanno risposta e lui deve indagare, per risolvere i misteri che circondano la sua morte.

In piena notte infatti torna nel luogo dove lo hanno reso uno zombie, cercando tracce residue dell'incantesimo e sperando di poter veder oltre e capire qualche dettagli rimasto in quel posto, per trovare tutti i colpevoli e sperare di ottenere qualche risposta.
Ma nulla è mai semplice per lui.
Infatti, poco dopo aver iniziato a scavare, viene attaccato da un poltergeist molto violento ed inusuale, che continua a stargli addosso finché non scappa, dandogli una pista su cui continuare le sue indagini.
Si ritrova a casa del suo ex migliore amico Evan, per chiedergli di rintracciare una barca per conto suo, visto che è nelle forze dell'ordine, ma anche questo non è semplice: Ã¨ sposato con la sua (ex) ragazza e vive con sua figlia, a cui non vogliono che si avvicini. Un bel casino!

L'unica che sembra ancora averlo a cuore sembra la migliore amica della sua sorellina (morta), Milena, ma con lui accanto nemmeno lei è al sicuro e la vuole tenere lontana: poltergeist che sembrano braccarlo dietro ogni angolo, un primordiale che si mette di mezzo in una pista e si rivela estremamente pericoloso, per non parlare del Corno che rivelerà sorprese inaspettate.

Cisco dovrà vedersela con molti nemici e rivedere le amicizie che credeva di avere ancora.
Furbo ed intelligente, meno sfrontato e impulsivo di dieci anni prima, si troverà nel pieno di un'altra avventura senza freni, con nemici che non gli danno tregua, mentre alcune risposte tornano a galla.
Il finale è assolutamente imprevedibile, mi ha lasciato senza parole.
Un protagonista interessante e carismatico, pieno di risorse e...anche divertente! Spero di poter leggere presto i seguiti, perché sono curiosa di scoprire come andrà avanti la storia di Cisco.
Nel frattempo, mi mancherà....

domenica 6 agosto 2017

Dylan Dog - Arriva il Dampyr #DylanDog #ArrivaIlDampyr #fumetto #fumetti #SergioBonelliEditore #comic #comics #profumodilibri #voglioleggereditutto #semprelibri #leggeresempre #reading #leggere #libro #book #loveread #amorelibri #viaggiatricepigra


via IFTTT

#Ipnagogica, di Christian Sartirana #ChristianSartirana #racconti #horror #Terrore #AcheronBooks #leggereovunque #profumodilibri #voglioleggereditutto #semprelibri #leggeresempre #reading #leggere #leggo #libro #libri #library #libreria #book #books #loveread #amorelibri #bookblog #bookblogger #blogger #viaggiatricepigra


via IFTTT

King è una droga! Ho ricominciato IT e non riesco a staccarmi dalle pagine....avevo dimenticato tante cose, tanti dettagli,....non vedo l'ora di andare avanti e (ri)scoprire come prosegue il tutto 😍 [....cosa?......ho altri libri che devo leggere?!? ....Sssshhhhh!!!!🙈🙉] #IT #StephenKing #stephenkingsit #King #leggereovunque #profumodilibri #voglioleggereditutto #semprelibri #leggeresempre #reading #leggere #leggo #libro #libri #library #libreria #book #books #loveread #amorelibri #bookblog #bookblogger #blogger #viaggiatricepigra


via IFTTT

sabato 5 agosto 2017

Torna Cisco, cercando di capire gli anni persi e mettere ordine nella sua vita, ma nulla è mai facile..... Da lunedì lo trovate online, grazie alla #dunwichedizioni 😊 Shadow Play (Il Fuorilegge Della Magia Nera 2), di Domino Finn #ShadowPlay #IlFuorileggeDellaMagiaNera #DominoFinn #leggereovunque #profumodilibri #voglioleggereditutto #semprelibri #leggeresempre #reading #leggere #leggo #libro #libri #library #libreria #book #books #loveread #amorelibri #bookblog #bookblogger #blogger #viaggiatricepigra


via IFTTT

Oggi vi parlo di un film definito horror, ma davvero osceno.... La trama sembrava interessante, ma poi nella pratica 👎👎👎 Non lo consiglio per nulla! #TheNeonDemon #SabatoHorror #movie #film #horrormovie #filmhorror #horror #thriller #blog #blogger #viaggiatricepigra


via IFTTT

Sabato Horror: Neon Demon






Paese di produzione Francia, Stati Uniti d'America, Danimarca
Anno 2016
Durata 118 min
Genere orrore, thriller
Regia Nicolas Winding Refn
Soggetto Nicolas Winding Refn








Interpreti e personaggi
Elle Fanning: Jesse
Jena Malone: Ruby
Bella Heathcote: Gigi
Abbey Lee: Sarah
Karl Glusman: Dean
Desmond Harrington: Jack McCarther
Christina Hendricks: Roberta Hoffman
Keanu Reeves: Hank
Charles Baker: Mikey
Alessandro Nivola: Robert Sarno
Jamie Clayton: direttrice casting

Trama
Quando l'aspirante modella Jesse si trasferisce a Los Angeles, la sua giovinezza e vitalità vengono fagocitate da un gruppo di donne ossessionate dalla bellezza e disposte ad usare ogni mezzo per prenderle ciò che ha.

Trailer


Opinione

OSCENO!

Mi spiace ma è un film assolutamente noioso, banale e che non ha nulla di horror.
Non so cosa avessero in mente, ma non trasmette nulla a chi lo guarda.
La trama mi incuriosiva: un horror nel mondo della moda sembrava qualcosa di interessante e nuovo, con il pizzico di curiosità rappresentato da una nuova ragazza che entra in questo ambiente che (si sa) non perdona.

Invece due ore di rotture di balle
Trama inesistente.
Una fotografia pressante e seccante (che forse voleva essere un punto forte, ma si rivela l'ennesimo motivo per sbattere la testa al muro).
Personaggi piatti, banali, stereotipati.
Insomma: non si salva NULLA.
Non guardatelo!

Vi racconto la storia
La protagonista è una ragazzina di sedici anni, rimasta orfana, che decide di diventare una modella per poter guadagnare dei soldi a Los Angeles.
E già qui uno si fa due domande: ha già lavorato? E' sveglia, per cavarsela in questa metropoli?
NO!
E' una patata! (e sono buona)
Ovviamente lei è bella-bellissima, una cosa che paralizza chiunque la trovi davanti e li fa innamorare di lei all'istante, portandola dal nulla all'attenzione di fotografi che non esitano a volerla.
Totalmente ingenua e vergine (in ogni senso), che fa venire quasi il nervoso a vederla muoversi in questo mondo come se galleggiasse sopra a tutto il resto, come se la "sporcizia" non la toccasse.
Realismo pari a zero.

E (di nuovo) ovviamente si troverà in mezzo a delle modelle con la data di scadenza quasi arrivata, che sentendo il ticchettio avvicinarsi e non potendo impedire l'età di avanzare (nonostante sempre maggiori ritocchi estetici) diventano super gelose di questa ragazzina, che non si è ancora accorta di quando possano essere serpi quelli di quel mondo e non mette in dubbio niente di queste donne.

Già dalla prima scena si capisce che Ruby, una truccatrice, diventa amica di Jesse solo per potersela fare (è lampante!). Mentre Gigi e Sarah (le due "amiche al silicone") ogni tanto compaiono attorno a lei e non possono fare a meno di sfotterla, facendo le superstar grandi e vissute, quando ormai nessuno se le caga più.
In un mondo di corpi copia-incolla, tutti che cercano la perfezione in ogni modo, la lotta è spietata.
Ma Jesse è oltre tutto questo, per lei non esiste, lei è "la perfezione" e quindi non si pone il minimo problema riguardo a nulla.

Sarà solo verso la metà del film che, come per uno schiocco di dita, la nostra Jesse si sveglia e passa da timida campagnola, a modella che se la tira, con tanto di "loro vogliono essere me".
Ma è una fase, perché torna lobotomizzata la scena dopo.

Non poteva mancare il lato brutale maschile, rappresentato dal proprietario del motel dove vive Jess (un Keanu Reeves molto triste e piatto, in questa veste da padrone di casa che si sbatte le ragazzine). A contrapporsi a lui un bravo ragazzo, che non batte ciglio quando alla prima uscita lei si tira indietro perché non se la sente di baciarlo (timida ed impacciatissima, ricordate?), anzi, le continua a stare intorno, premuroso e gentile, pagandole i debiti ed aiutandola...fino a quando lei si rende conto di essere irresistibile e lo scarica in modo orribile.

Per chiudere il tutto?
Jesse scappa a casa di Ruby per poter rilassarsi (capendo che del padrone di casa "forse" non può fidarsi), ma lei ci prova arrivando quasi allo stupro e rimanendo scioccata quando lei la rifiuta.
Lo vede come un qualcosa di inaccettabile e inizia a perdere il cervello (del tipo "nessuno può dirmi di no").
C'è anche una scena (fatta malissimo!) dove Ruby, che fa la truccatrice anche in un obitorio, si immagina la donna stesa sul tavolo come Jesse e se la scopa.
Cambia scena e Jesse viene attaccata da una delle due "amiche al silicone" che la rincorre con un coltello per ammazzarla, ma finisce nel nulla. (Scena inutile)

Per finire con le tre donne che la portano sul bordo di una piscina vuota e la spingono giù, uccidendola (prevedibilissimo, dal primo istante in cui si vede la piscina).
Poi le siliconate scopano in doccia mentre si levano il sangue di dosso mentre Ruby fa il bagno nel sangue di Jesse. (Il senso di tutto ciò? Non ne ho idea)

Stacco e si riparte con un servizio fotografico, dove una delle due modelle (una delle siliconate) impazzisce, scappa piangendo e volendo "tirar fuori Jesse", così vomita un occhio intero e poi si pianta delle forbici nello stomaco, il tutto sotto lo sguardo di un'altra modella che resta impassibile...anzi! Prende l'occhio e se lo mangia, prima di tornare sul set.
Paura? Disgusto?
Per niente!
Solo schifo per aver perso tempo con questo obbrobrio.

venerdì 4 agosto 2017

Finalmente miei 😍 L'avventura divisa a metà, tra Dylan Dog e Harlan Draka 😉 #DylanDog - Arriva il Dampyr (371) Dampyr - L'Indagatore Dell'Incubo (209) #ArrivaIlDampyr #HarlanDraka #LIndagatoreDellIncubo #fumetto #fumetti #SergioBonelliEditore #comic #comics #profumodilibri #voglioleggereditutto #semprelibri #leggeresempre #reading #leggere #libro #book #loveread #amorelibri #viaggiatricepigra


via IFTTT

Vi parlo di #Ipnagogica, una raccolta di racconti del terrore 😉 #ChristianSartirana #racconti #horror #Terrore #AcheronBooks #leggereovunque #profumodilibri #voglioleggereditutto #semprelibri #leggeresempre #reading #leggere #leggo #libro #libri #library #libreria #book #books #loveread #amorelibri #bookblog #bookblogger #blogger #freepik #viaggiatricepigra


via IFTTT

Opinione: Ipnagogica, di Christian Sartirana

http://amzn.to/2vg5j5W
Cliccando sulla Cover si va su Amazon
 
Cinque racconti horror che vi condurranno lungo le strade perdute del Piemonte da incubo di Christian Sartirana, dove si incrociano fantasmi di vecchi carri funebri, bambini con gli occhi cuciti, porte che si aprono su luoghi sbagliati, e mani deformi dotate di vita propria...

"Creare incubi, distillare i succhi acidi delle nostre cattiverie, cercare il fascino freddo delle ombre più scure e malate, indagare la metà oscura di luoghi e anime, vedere la realtà (e in particolare quella della provincia italiana) con gli occhi acuti di chi, con la fantasia e le parole, sa comporre mosaici d'inquietudine e percorsi nella follia, nella fobia e nel terrore. Questo fa Christian Sartirana, e lo fa bene." - Eraldo Baldini

 ° °   ° ° °   ° °   ° °   ° ° °   ° °

Essendo una raccolta di racconti brevi, c'è poco che possa dire senza fare spoiler.
Si tratta di cinque racconti:

La Manina
Il racconto di un ragazzo nato con una deformazione che non ha mai accettato e ha fatto di tutto per nascondere durante la sua vita, ovvero una mano deforme. Ma quando crede di aver una soluzione per risolvere questo problema, le cose gli sfuggiranno di mano...

Una Collezione di Cattiveria
Due amiche da sempre, anche se diversissime tra loro: Claudia, espansiva e alla ricerca di nuove emozioni (e storie) e Sabrina, più calma, con una famiglia e dei figli da crescere. Un giorno Claudia fa conoscere a Sabrina Anna, una nuova vicina a cui è diventata molto amica, ma questa persona la mette subito a disagio, non sapendo bene come comportarsi. Questa sensazione non l'abbandona e, dopo qualche settimana, si renderà conto insieme a Claudia che non Ã¨ la sola a provare disagio in sua presenza. Ma c'è dell'altro da scoprire su Anna....

La Porta
Lavorare come "Sgombero Cantine e Solai" porta Enzo in una vecchia casa, colpita da una tragedia, e ad imbattersi in un quadro molto strano che rappresenta una porta. Ma non è la sola particolarità del dipinto, come capirà presto...

Le Facce Bianche
Flavio vive in un mondo dove qualcosa si muove, una specie di setta che professa una specie di "Quarantena dell'anima", per preservare la purezza dell'anima delle persone. Dove un opuscolo, lasciatogli sull'autobus, con facce piatte, vuote, bianche, continua a perseguitarlo sempre di più.

La Memoria Della Polvere
Una giovane coppia ha deciso di andare a vivere in un piccolo villaggio praticamente disabitato dopo un terribile incidente. Ma per Filippo non è così semplice, perché inizia a vedere cose, persone, che gli fanno dubitare cosa sia reale o meno, portandolo ad indagare su quella faccenda e finire......

Purtroppo devo "rompere le scatole" ancora una volta.
Da amante degli horror (e ricercatrice quasi fanatica di libri che mi facciano tremare le gambe), questo, purtroppo, non ci si avvicina nemmeno.
Sono racconti sul mistero, sull'assurdo,...ma di paura, per me, proprio no.
E mi duole aggiungere che spesso i racconti sembrano incompleti, perché si chiudono lasciando un po' perplesso il lettore, non sapendo bene cosa abbia letto e come sia finita la storia.
Una cosa che mi irrita, in qualunque genere, come i finali aperti senza seguiti.
Un altra nota negativa è il prezzo: per il numero di pagine il costo è eccessivo (e parlo del digitale).
Non lo avrei mai preso in considerazione se non mi fosse stato dato dalla Casa Editrice da leggere.

Una lettura veloce d'altronde, racconti piuttosto brevi che scorrono rapidi.
Alcuni più piacevoli di altri.
Non lo sconsiglio affatto, perché magari a voi farà stringere lo stomaco e troverete i finali giusti.
Tenetelo d'occhio, magari ci saranno promozioni che ve lo faranno comprare con un buon prezzo.

giovedì 3 agosto 2017

Sul blog vi parlo di una Graphic Novel davvero bella e toccante, che parla di una tragedia enorme che non andrebbe mai dimenticata... #Maus, di Art #Spiegelman #ArtSpiegelman #einaudi #fumetto #graphicnovel #leggereovunque #profumodilibri #voglioleggereditutto #semprelibri #leggeresempre #reading #leggere #leggo #libro #libri #library #libreria #book #books #loveread #amorelibri #bookblog #bookblogger #blogger #freepik #viaggiatricepigra


via IFTTT

Opinione: Maus, di Art Spiegelman

http://amzn.to/2weRBgM
Cliccando sulla Cover si va su Amazon
La storia di una famiglia ebraica tra gli anni del dopoguerra e il presente, fra la Germania nazista e gli Stati Uniti. Un padre, scampato all'Olocausto, una madre che non c'è più da troppo tempo e un figlio che fa il cartoonist e cerca di trovare un ponte che lo leghi alla vicenda indicibile del padre e gli permetta di ristabilire un rapporto con il genitore anziano. Una storia familiare sullo sfondo della più immane tragedia del Novecento. Raccontato nella forma del fumetto dove gli ebrei sono topi e i nazisti gatti.
° °   ° ° °   ° °   ° °   ° ° °   ° °

Un fumetto che adocchiavo da un po' di tempo, consigliato da molti per i temi trattati in modo originale e diverso, ma non per questo meno forti!
Un mondo dove le varie popolazioni sono rappresentate in modi diversi, nella quale gli Ebrei sono Topi, i Nazisti (e Tedeschi) sono Gatti, gli Americani sono (appunto) Cani, i Polacchi sono Maiali; almeno questi i principali.
Un'altra particolarità è il linguaggio usato, infatti il padre non parla bene l'inglese, quindi l'autore ha riportato fedelmente questo nel fumetto, che è stato adattato così anche in Italiano, con qualche espressione della loro lingua, mantenendo uno stile inizialmente fastidioso, ma andando avanti si rivela uno dei punti forti.

Il protagonista è Art, un giovane nato dopo la fine della seconda guerra mondiale, un fumettista, che ha deciso di scrivere a modo suo la storia dei suoi genitori: da quando si sono conosciuti, fino all'inizio della guerra, per arrivare ai campi di concentramento.
Parlando con il padre, perché la madre è morta anni prima, si farà raccontare questa storia, mostrando al lettore sia il "presente" in cui dialoga col padre, sia il "passato" ovvero il racconto, la storia.

Vladek (il padre) non è una persona facile, cosa che sia stata dovuta alla guerra o meno non lo sappiamo per certo, ma viene mostrato così com'è, senza distorcerlo: un "vecchio" rancoroso, legato ai soldi per poterli dare al figlio, testardo, che cerca in ogni modo di risparmiare apparendo come taccagno,.... Questi difetti lo rendono umano, un po' odioso, ma vero!
Il figlio lo sopporta poco, quando ha certi atteggiamenti (e lo possiamo capire), ma gli vuole davvero molto bene e lo vedremo durante le pagine.

Inizialmente diviso in due parti, poi unito in un unico volume, mostra la storia di quest'uomo che, dopo aver sposato Anja, entra in un mondo di maggior ricchezza (perché i suoi suoceri sono molto ricchi), ma ciò non lo cambia. Si dimostrerà arguto ed intelligente, sia nei vari lavori che svolgerà, ma specialmente all'arrivo della guerra, quando userà queste doti per trovare ogni modo per procurarsi soldi e cibo, per la sua famiglia, oltre che per cercare di sopravvivere. Un uomo che sa diverse lingue, cosa che si dimostrerà utilissima durante la sua prigionia in particolar modo, come il fatto di aver lavorato in diversi ambienti.

Vladek era stato anche sul campo di battaglia e, dopo esser stato preso come prigioniero di guerra dai tedesci, riesce a tornare a casa, ma (purtroppo per lui e la sua famiglia) sarà l'inizio del peggio, perché solo dopo inizieranno le varie ghettizzazioni ebraiche, le varie deportazioni, e lentamente arriveranno le voci dei vari campi, le cui verità(/atrocità) resteranno celate per del tempo.
Una lotta continua per restare vivi, soffrendo la fame, il freddo, la paura costante...il tutto per finire comunque ad Auschwitz, rischiando la vita e dovendo usare la propria intelligenza per rimanere a galla, aspettando in una fuga (che non potrà mi avvenire) o la salvezza, sentendo gli americani avvicinarsi.

Una Graphic Novel straordinaria!
Un pugno nello stomaco, dimostrando che non importa il modo in cui si parli di un argomento così forte e delicato (ed indispensabile da conoscere), ma si deve continuare a parlarne.
Dovrebbe essere letto da più gente, magari nelle scuole, visto il linguaggio e lo stile che potrebbe catturare e piacere.
Purtroppo ancora attuale, che fa venir voglia di piangere, perché sembra che la storia non insegni mai, non importa quanto sia atroce la lezione.
Consigliatissimo!!!

mercoledì 2 agosto 2017

Oggi sul blog vi ho parlato di #Ambrose, una storia fantascientifica molto interessante di Fabio Carta 😉 #FabioCarta #profumodilibri #voglioleggereditutto #semprelibri #leggeresempre #reading #leggere #leggo #libro #libri #library #libreria #book #books #loveread #amorelibri #bookblog #bookblogger #blogger #freepik #viaggiatricepigra


via IFTTT

Opinione: Ambrose, di Fabio Carta

http://amzn.to/2wf44RE
Cliccando sulla Cover si va su Amazon
Controllore Ausiliario - CA - è uno dei pionieri ad aver sposato la causa della missione Nexus, la frontiera virtuale dove scrivere un nuovo e pacifico capitolo della storia umana. Ma durante la preparazione terapeutica, il suo corpo rimane vittima di danni irreparabili. Logorato dalle metastasi, è costretto a vivere in una speciale tuta eterodiretta da pazzi esaltati, che combattono una guerra in bilico tra realtà e spettacolo. Il suo destino è la morte, mentre un suo gemello elettronico continuerà a simulare la sua esistenza nel ciberspazio. L'infelicità di CA - figlio delle stelle, alieno agli usi terrestri - subisce uno stravolgimento con la comparsa di Ambrose. Un'entità che si presenta come una rosa stillante ambra, una irriverente voce che lo guida verso sviluppi imprevedibili. Come ribellarsi al proprio destino e scoprire cosa si cela realmente dietro i grandi cambiamenti ai quali l'umanità dovrà far fronte.

° °   ° ° °   ° °   ° °   ° ° °   ° °

Fabio Carta non è facile da leggere, sono la prima ad ammetterlo, però le sue storie sono qualcosa di...unico! Che vale la pena di leggere, prendendosi tempo e pazienza.
Ha uno stile che a me fa pensare immediatamente alla fantascienza (come i temi trattati, d'altronde): un po' lento, ma molto descrittivo di un mondo e di protagonisti che provengono tutti dalla sua mente;
in questo caso una storia più corta delle precedenti pubblicate (Arma Infero, per esempio), ma non meno d'impatto, dove il protagonista è un "Figlio di Dirac", nato fra le stelle e che "ha scelto" di combattere sulla Terra, come un manichino, manovrato da altri tramite l'enorme esotuta collegata ad ogni parte del suo corpo, facendo solo da tramite per permettere ai piloti (esaltati) di comandarla.
Costretto da una procedura che lo ha "danneggiato", rendendolo difettoso e impossibilitato a partecipare alla missione Nexus, obbligandolo a quel ripiego.
Attraverso di lui scopriremo cosa è successo alla Terra sulla quale è obbligato a combattere.

Dopo l'ennesima guerra, la Terra è distrutta, i pochi sopravvissuti continuano il conflitto tra due principali fazioni: la Jihad e il Patto Atlantico. Fra violenza e radiazioni, l'umanità è praticamente al suo livello più basso (come scopriremo attraverso gli occhi di CA).
Ma vedremo varie realtà: quella vera sulla Terra e quella virtuale, dove ormai la gente sembra vivere sempre di più.

Un giorno però una voce inizia a farsi sentire nella sua mente, qualcosa su cui non ha controllo e che crede sia solo un sintomo delle varie metastasi che gli stanno bruciando il cervello. Decidendo di assecondarla e parlarci, conosce Ambrose, un'entità particolare, irriverente ed imprevedibile, che si mostrerà come una rosa che produce ambra, portandolo a mettere in dubbio tutto ciò che gli sta capitando, sfidandolo e pizzicandolo su varie tematiche, facendolo parlare e riflettere, finendo in luoghi che mai avrebbe pensato di visitare.
Ma sarà solo l'inizio....

Un viaggio unico e strano, particolare, a volte difficile da seguire e che in molte occasioni mi ha richiesto una pausa per rileggere o per staccare dalla storia. Eppure, giorno dopo giorno, capitolo dopo capitolo, sono andata avanti per scoprire come sarebbe andata a finire.
Non sono un'amante della fantascienza, per lo stile sempre piuttosto complicato, ma Carta riesce a farmela apprezzare con le sue storie. Infatti ci metto un po', ma arrivo sempre alla fine perché meritano di esser elette per la sua fantasia.
Se vi piace il genere: non perdetevelo!

martedì 1 agosto 2017

Review Party: Le Piume Del Drago



«Qualcosa si deve pur fare per campare, e qualche indagine non autorizzata non è certo il peggiore dei mali. Specie se ti pagano profumatamente per condurla.»


http://amzn.to/2vbVaaK
Cliccando si va su Amazon
Lorenzo Visconti detto il Drago continua a “non” essere un investigatore privato: non ha licenze ufficiali e nemmeno regole (tranne le sue). Ex sbirro che ha avuto qualche problema con la divisa e le istituzioni, il suo ufficio è un bar in via Gluck a Milano. Ed è lì che una mattina di luglio si presenta Valeria Zamperini chiedendogli di trovare la sorella scomparsa da cinque mesi. Iniziano così le indagini del Drago, aiutato dal socio Jamel, giovane francese mago dei computer, sulle tracce della ragazza.
Nel frattempo un serial killer si aggira nella Bassa padana, lungo le sponde del Po, dove uccide le sue vittime con un macabro rituale. A indagare sugli omicidi ci sarà una vecchia conoscenza del Drago: il maresciallo Barillà, del Comando Carabinieri per la Tutela dell’Ambiente di Milano.
Due casi in apparenza molto distanti, ma che si riveleranno intimamente collegati.
Con Le piume del Drago Lorenzo Visconti ci riporta in una Milano rovente, violenta e sporca, alternando le luci della città ai paesaggi del grande fiume malato, depredato e sfruttato dall’uomo, e alle parole di un vecchio pescatore.



Ritorna Lorenzo Visconti, il Drago, dopo il suo "esordio" ne "La Legge Del Drago".
Ex poliziotto che è riuscito a riabilitare il suo nome dopo un brutto caso in cui lo avevano incastrato e mandato in prigione, per cui decide di restare "sciolto": una specie di investigatore privato senza nulla a poterlo fermare, con le sue regole e nulla di più a gestire la sua vita.
In questo libro lo troviamo ad affrontare un caso di sparizione. Al "bar" in via Gluck arriva una donna, Valeria Zamperini: bionda, gambe lunghe, occhi da cerbiatta; mandata dalla sua ex partner e amante Lara ancora nell'arma, per chiedergli di trovare la sorella scomparsa 5 mesi prima.
Poche tracce e ancora meno speranze, ma accetta il caso.
Con l'aiuto di Jamel, un giovane francese, esperto di computer e tecnologia, iniziano a battere le varie piste per trovare qualcosa.

Nel frattempo si muove un indagine ufficiale per omicidio, in cui troviamo il maresciallo Barillà (non molto amico di Drago, che avevamo conosciuto nel precedente volume), il cadavere di un imprenditore edile della zona, messo in posa: la testa seppellita sotto una montagna di sabbia fino alle spalle. Pochi segni sul corpo, per cui le autorità dovranno attendere l'autopsia per capire come sia stato ucciso, cosa assolutamente sconcertante e che li lascerà senza parole.
Insieme al magistrato Federica Della Rovere dovranno scavare per capire il perché di questo delitto e trovare il colpevole, ma ben presto si renderanno conto di aver a che fare con un killer molto intelligente, faticando a trovare un movente e qualcosa che unisca i vari cadaveri, che lentamente aumenteranno, in modo da prevenire le sue mosse e catturarlo.

Un'indagine interessante e che porterà Barillà a scavare nei mesi precedenti nella sua memoria, rispolverando un caso davvero brutto nel quale aveva partecipato, insieme a molti altri.
Le indagini dei due uomini si intrecceranno verso il finale: prevedibile come struttura, ma non come fatti, infatti dovremo faticare stando dietro alle indagini per capire, insieme agli investigatori, chi si nasconde dietro a questi crimini.

Come nel precedente romanzo c'è la voce del killer anche qui, che disorienta il lettore, parlandogli della sua vita e del suo passato, in particolare del suo rapporto molto stretto con lo zio e ciò che gli ha insegnato. Capiremo solo andando avanti come mai tutto ciò  Ã¨ legato alle indagini.

Come sempre i personaggi si muoveranno in una Milano senza regole e senza vergogna, in compagnia di persone poco raccomandabili. Drago riesce a conquistare il lettore con la sua moralità particolare ed a volte contraddittoria, ma a lui non importa e fa quel che va fatto per arrivare a ciò che deve ottenere. Che sia trovare un colpevole per mandarlo in galera oppure punire un cattivo a suon di pugni. Un "bruto" dal cuore d'oro, vegetariano e amante degli animali (dopo aver passato parecchio tempo in prigione), ma che non disdegna un pestaggio per mettere in chiaro le cose.

Anche con questo romanzo Visconti porta un protagonista, come gli altri personaggi, dal carattere interessante e che affascina il lettore, con una storia che ricorda un thriller televisivo, molto d'impatto e ben scritto, che scorre veloce e regala due indagini parallele particolari ed originali, che fanno riflettere.
Lo potete leggere anche senza il precedente, si capirà ugualmente la storia, ma (credetemi) poi vorrete leggere anche il primo!

E se non avete ancora letto nulla (o vi interessa il cartaceo de "La Legge Del Drago") seguite e leggete ogni recensione di questo Review Party: una copia cerca casa!

Ci sono poche regole:
- Commentare ogni Tappa
- Seguire ogni Blog Partecipante
- Mettere un "mi piace" alla pagina Facebook della serie

Regole opzionali (daranno più punti, ma non sono obbligatorie):
- Condividere l'Evento
- Se avete letto "La Legge del Drago" in digitale e fatto una recensione su Amazon, lasciate il vostro link.
Attenzione!
Se l'acquisto non è verificato, non verrà accettata e verrete scartati!
 
Blog Partecipanti:

 Avete tempo fino a mezzogiorno di sabato 5 Agosto
 
  a Rafflecopter giveaway
 Valido solo per l'Italia.
Spedizione tramite Piego Libri (Non Tracciabile),
dopo la spedizione non ci riterremo responsabili del pacco

 

Oggi si parte 😄✌✌ Seguite l'evento su Facebook http://ift.tt/2vab4Cj ("Review Party - Le Piume Del Drago") . Una Copia Cerca Casa! 😉 Volete provare ad ospitarla?? . E tenete d'occhio gli altri blog che parteciperanno 😊 - La Stamberga D'Inchiostro - Lettere D'Inchiostro. - Sognando Tra Le Righe - The Mad Otter . Lo avete già letto digitalmente? Vi è piaciuto e lo avete recensito? Avrete più possibilità! 😄😉 . Cosa aspettate?? 😊😊😊 . >> Un GRAZIE a @stambergadinchiostro per questo bellissimo Banner😍<< . #LorenzoVisconti #LePiumeDelDrago #LaLeggeDelDrago #Dragon #SerieDragon #leggereovunque #profumodilibri #voglioleggereditutto #semprelibri #leggeresempre #reading #leggere #leggo #libro #libri #library #libreria #book #books #loveread #amorelibri #bookblog #bookblogger #blogger #viaggiatricepigra


via IFTTT