sabato 28 marzo 2015

Omofobia, centinaia in piazza per la lettura pubblica dei libri 'proibiti'

"Una lettura pubblica contro l'omofobia: centinaia di attivisti dei movimenti Lgbt si sono ritrovati a Milano per contestare la manifestazione di Forza Nuova e la messa al bando di una serie di libri considerati dal movimento di estrema destra come "propaganda gender" (di Franesco Gilioli e Antonio Nasso)

siamo tutti antifascisti!

Posted by Mamme che non vogliono Adinolfi on Sabato 28 marzo 2015


Per chi non lo sapesse, oggi era prevista una manifestazione

"....di militanti di Forza Nuova sarà presente per distribuire un “elenco di libri da cui guardarsi e l’elenco delle case editrici verso le quali stare attenti”, perché -citiamo le parole di Roberto Fiore, leader di Forza Nuova- “Dietro le colorate copertine, simpatici personaggi e divertenti disegni, si nasconde l’orribile strategia che vuole malignamente insinuare nelle menti dei bimbi la presunta normalità di ogni sovversione dell’ordine naturale, fino all’autodeterminazione del proprio genere”. La proposta di Forza Nuova è quella di “utilizzare i libri in questione per accendere il caminetto o la stufa di casa.”. Posto che in Lombardia è vietato l’utilizzo di caminetti e stufe a legna, e considerando inoltre che non risultano essere presenti in numero significativo caminetti e stufe negli appartamenti di città, i Sentinelli di Milano tengono a precisare che iniziative di questo tenore ricordano fin troppo bene i Bücherverbrennungen, ossia i roghi di libri organizzati dai nazisti in Germania nel 1933. Milano è una città democratica, antifascista e rifiuta con decisione che accadano simili provocazioni. Siamo nel settantesimo anniversario della Liberazione, chiediamo a gran voce che Prefetto e Questore di Milano impediscano questo presidio.

In caso la manifestazione avvenisse ugualmente, invitiamo i cittadini milanesi a venire in Piazza Oberdan con in mano uno dei libri contenuti nella lista in questione, o libri simili, e a leggerli insieme a noi." da I Sentinelli di Milano

- - - - - - -
Forza Nuova smentisce “roghi di libri”

.....la smentita dei diretti interessati: «Ma quale rogo di libri, non ci pensiamo nemmeno a una cosa del genere». «Noi abbiamo detto solo che ci opponiamo al tentativo di infiltrare le scuole con testi, giochi, strumenti educativi vari che promuovono l’assenza di differenze sessuali, in sostanza una politica gender subliminale – ha spiegato Marco Carucci, portavoce di Fn –. Oggi distribuiremo una lista di case editrici che sostengono questa cultura contro la quale noi ci opponiamo, per informare le famiglie su cosa potrebbe accadere a breve, e una lettera da inviare agli istituti scolastici in tema di consenso informato su eventuali iniziative pedagogiche: il rischio, infatti, è che giochi, libri, insegnamenti con la scusa della lotta alla discriminazione razziale, al sessismo, o altro, facciano invece passare un messaggio contro la famiglia naturale».

articolo completo su Secolo D'Italia
- - - - - - -
I Libri "Incriminati" sarebbero:


- - - - - - -

Che dire.....vergogna è troppo poco verso chi è così ottuso da voler proteggere la mente dei propri figli chiudendola dentro mura più strette nelle quali è costretta la sua.

Se il passato non può insegnare al presente, se il padre non può insegnare al figlio, la storia poteva fare a meno di andare avanti e tutto il mondo ha sprecato un sacco di tempo
(Russell Hoban)

Nessun commento:

Posta un commento