giovedì 31 maggio 2018

Review Party - Il Marciume, di Siri Pettersen





Titolo: Il Marciume
Serie: Raven Rings
Autore: Siri Pettersen
Prezzo: 21.00
EAN: 9788863554458
Editore: Multiplayer Edizioni
Genere: Fantasy
Formato: Copertina rigida
Data di pubblicazione: 17/05/2018






Trama
Immagina di essere braccata in un mondo ignoto. Sei senza identità, senza famiglia, senza soldi. Tutto ciò che hai è un cacciatore di teste, un nato da una carogna, e un’orribile, crescente consapevolezza della tua identità.

Hirka è prigioniera di un mondo morente, divisa tra cacciatori di teste, nati dalle carogne e la nostalgia di Rime: per rivedere il suo amico sacrificherebbe ogni cosa. Nel nostro ambiente urbano è un bersaglio facile. Ma la lotta per la sopravvivenza non è nulla rispetto a ciò che accadrà quando prenderà coscienza della propria identità. La fonte del marciume ha agognato la libertà per mille anni. Una libertà che soltanto Hirka può dare.


Di nuovo immersione totale in questo mondo, coi suoi protagonisti, cosa che mi è mancata tantissimo!
Siri crea dipendenza (come le altre mie colleghe blogger potranno confermare), quindi non stupisce che appena si chiude questo romanzo si vorrebbe già avere il seguito fra le dita per scoprire cosa succederà ai nostri protagonisti.

Alla fine del precedente romanzo eravamo rimasti tutti con cuore in gola riguardo Hirka, che aveva attraversato il cerchio dei corvi: dove sarà finita?
Lo scopriamo in fretta ed il primo shock: è nel nostro mondo! 
Esatto, come avevamo intuito (e l'autrice conferma) Hirka è in parte umana, imarciume (cosa che l'ha perseguitata per tutta la vita), ma come mai?
Durante questo "viaggio" in questo mondo riuscirà a trovare molte risposte, anche senza volerlo, perché ritrovandosi sulla Terra ai nostri giorni, è circondata da tantissime cose che non comprende ed una natura che sta morendo, lasciandola spaesata e sentendosi sola.
Ma la conosciamo, non si arrende facilmente, riesce in pochi mesi ad imparare la lingua e finisce in una chiesa, a dormire nel campanile, grazie al parroco gentile del posto che la accoglie.

Eppure non è semplice, perché qualcuno le da la caccia e non si tratta di umani normali: bestie senza cuore che agiscono seguendo ordini, portandola a dover abbandonare quel rifugio. Troverà aiuto inaspettato da un cacciatore (che bracca quelle figure) e dal suo fedele corvo, che l'aveva seguita in questo viaggio, che lascerà il lettore a bocca aperta...
Inizierà, appunto, un viaggio difficile per la giovane donna, cercando di scappare, scoprire chi la vuole e per quale motivo, mentre tutto intorno a lei si fa confuso, rendendole sempre più difficile capire di chi si può fidare.

Ma non ci sarà solo Hirka a parlare, avremo anche Rime che sente sempre di più la sua mancanza ed i doveri del consiglio come una spada sopra la testa. Le rivoluzioni che vuole apportare sono lente e lui non ha pazienza, soprattutto quando da remoti villaggi arriva la notizia che il male continua ad aggirarsi per le loro terre. Capendo che Hirka ha fatto un sacrificio inutile, Rime tenta qualunque strada possibile per poter capire dove sia finita e poterla raggiungere per riportarla a casa, con sé.

Due personaggi forti, che avevamo già amato nel primo volume, ma che qui ci regalano altre sfumature, che vanno nel profondo di loro stessi. La rabbia di Rime, la sua "follia" nel tentare ogni via percorribile o nel crearla pur di comprendere il passato e svelare i misteri che lo tengono lontano da Hirka. La perseveranza e l'astuzia di Hirka, che non si arrende e mette in gioco se stessa per quelli a cui vuole bene. Fino alle rivelazioni su chi sia davvero, mettendola di fronte ad una verità difficile da accettare ed un futuro arduo da decidere.
Ma entrambi col cuore spezzato per la mancanza dell'altro.

Un romanzo bello, che scorre rapido e ti trasporta fra questi mondi, conoscendo meglio questi giovani e le realtà che hanno intorno. Originale ed interessante, questo secondo capitolo regala alcune risposte faticate durante la lettura, ripagando il lettore di tanti interrogativi.
Ma uno resta: cosa accadrà ora?
Purtroppo dovremo attendere il prossimo capitolo per scoprirlo, ma se tutto va bene entro un anno lo potremo avere fra le mani.
Ovviamente straconsigliato!

1 commento:

  1. non vedo l'ora di avere il seguito! Grazie ancora per questo progetto, è stato entusiasmante e #piùrimepertutte

    RispondiElimina