mercoledì 31 gennaio 2018

Opinione: In Fondo Al Pozzo, di Marie Sexton

http://amzn.to/2Bu0FQU
Cliccando sulla Cover si va su Amazon
Vent’anni dopo il brutale assassinio della reginetta del ballo Cassie Kennedy, sei adolescenti s’intrufolano nella casa in cui è stata uccisa per tenere una seduta spiritica. Haven sa che sua cugina Elise vuole solo spaventare a morte lui e i suoi amici, ma è pronto a sopportare un altro dei suoi scherzi, pur di avere la possibilità di trascorrere qualche ora con Pierce Hunter, il ragazzo arrivato in città da poco.

Ma la mattina seguente, Elise è scomparsa senza lasciare traccia.

Dodici anni più tardi, Pierce e suo fratello gemello Jordan sono diventati investigatori professionisti del paranormale e conducono una trasmissione televisiva in cui vanno a caccia di fantasmi. Quando Pierce chiama Haven per convincerlo a tornare un’ultima volta nella casa apparentemente infestata, Haven accetta la sua proposta con riluttanza. È agitato al pensiero di incontrare di nuovo Pierce, ma è determinato a ottenere delle risposte. Quella lontana notte, durante la seduta spiritica, hanno parlato davvero con il fantasma di Cassie? Che cosa è successo a Elise? E il mistero più grande di tutti: come faceva sua cugina a sapere del segreto celato nel pozzo?

° °   ° ° °   ° °   ° °   ° ° °   ° °

Finalmente un bel thriller/horror che mette qualche brivido durante la lettura!
Esce oggi, quindi prestate attenzione se vi piace il genere.

Elise è la più grande della comitiva di un anno e adora spaventare gli amici, specialmente suo cugino Haven verso il quale, fin da piccola, inventava storie e misteri, per terrorizzarlo. L'ultima sua idea è fare una seduta spiritica in una vecchia casa abbandonata. Haven non ne vuole sapere, fino a che non scopre che lei ha invitato i gemelli Hunter, Jordan e Pierce, per cui ha una cotta.
Arrivano presto e si dividono le stanze: Linsey (la sorella di Elise) con il fidanzato Craig, Elise con Jordan che la segue come un cagnolino, e...Haven e Pierce che decidono di non dividersi e stare nella stessa stanza, anche perché il luogo è spettrale e nessuno si sente di stare solo.

Durante la notte Elise racconta loro una storia: vent'anni prima una ragazza venne uccisa in quella casa, sventrata proprio dove stanno seduti in cerchio loro, pronti ad iniziare la seduta spiritica. L'unico sospettato di quel crimine si suicidò pochi giorni dopo il fatto, impiccandosi alla balaustra dietro di loro. In molti hanno visto i due fantasmi per la casa, per questo nessuno l'ha più comprata ed è ancora disabitata. Ed Elise vuole contattarli per poterci parlare e capire cosa sia accaduto....

A dodici anni di distanza Haven viene contattato da Pierce per parlare di quella notte e dei giorni seguenti. Lui ed il fratello sono diventati investigatori del paranormale e hanno deciso di tornare per girare un episodio nella loro vecchia città, sia per dare pepe allo show, sia per cercare di mettere chiarezza alla questione dopo tutti quegli anni, perché: Elise quella notte è scomparsa nel nulla e nessuno ha idea di che fine possa aver fatto.
Haven inizialmente è combattuto: vuole rivedere Pierce, ricorda ancora quella notte e prova un rimpianto per quello che gli è scivolato fra le dita; ma prova ancora odio verso Jordan, convinto che sia stato lui ad aver ucciso la cugina anni prima. Eppure alla fine accetta. Se questo chiarirà la faccenda, è disposto a tentare, ma non ha idea di cosa accadrà in quei giorni...

Una storia davvero bella e, anche se breve (un 200 paginette) porta dentro di se qualcosa di completo ed interessante; un racconto originale che tiene il lettore incollato perché deve sapere cosa sia successo. Anche in questo caso abbiamo il passato che si scontra con il presente, alternandoli nella lettura, permettendo di capire solo pochi dettagli alla volta.
Infatti non sapremo subito cosa è accaduto durante la seduta spiritica e poi durante la notte, fino al mattino dopo quando tutti si resero conto della scomparsa.
Oltre al cosa accadrà nel presente della vicenda, perché molte piste vengono analizzate e portate avanti con una nuova prospettiva e l'intraprendenza che solo da adulti si può acquisire.

Una lettura che mi ha conquistato e che ho divorato in poche orette, lasciandomi un po' frastornata ma felice; un mistero che si muove fra thriller e horror (con un pizzico di romance), dando qualche piccolo spavento al lettore. A me qualche brivido mi è venuto (e ce ne vuole), quindi se non vi spaventate facilmente segnatelo: potrebbe piacervi e potreste trovarlo interessante nel complesso, perché la trama è ben scritta e non prevedibile.
Spero vengano portate altre storie di quest'autrice in Italia, non è affatto male.
Consigliatissimo!

PS. Mi rendo conto che è assurdo doverlo scrivere nel 2018, ma preciso un dettaglio che potrebbe portare alcuni a distruggere questo romanzo per una sciocchezza:
Haven e Pierce sono due maschi, quindi se questo potrebbe darvi fastidio evitate la lettura!

Nessun commento:

Posta un commento