lunedì 13 giugno 2016

Opinione: Le Sorelle, di Claire Douglas

 http://www.amazon.it/gp/product/8842928194/ref=as_li_ss_tl?ie=UTF8&camp=3370&creative=24114&creativeASIN=8842928194&linkCode=as2&tag=viaggiatricep-21
(cliccando sull'immagine si va su Amazon) 

La vede ovunque: al tavolino di un bar, alla fermata dell'autobus, al supermercato. Ogni volta, per un istante Abi dimentica l'incidente, dimentica che sua sorella Lucy è morta, dimentica il dolore che la consuma da oltre un anno. E, ogni volta, Abi rimane inevitabilmente delusa. Ha tagliato i ponti con la famiglia, si è isolata dagli amici e si è trasferita in un'altra città, nella speranza di cominciare una nuova vita, però è stato inutile: nessuno dovrebbe mai sopravvivere alla propria gemella. Eppure, quando incontra Bea, Abi ha l'impressione che il destino le stia finalmente dando una seconda occasione. Perché quella ragazza non solo è fisicamente identica a Lucy, ma le assomiglia pure nel modo di parlare e di vestirsi. Inoltre anche lei ha un gemello, Ben, perciò più di chiunque altro comprende il vuoto che sente Abi. E si propone di colmarlo, accogliendola nella grande casa che divide col fratello. Se con Bea è stata un'affinità istantanea, con Ben è amore a prima vista. Tuttavia, più tempo passa insieme con loro, più Abi si convince che ci sia qualcosa che non vada. All'inizio era solo una sensazione, ma poi sono arrivate le fotografie strappate e gli oggetti spariti dalla sua camera. Sono opera di Bea, gelosa per la relazione del fratello? Abi quasi spera che sia così. Altrimenti vorrebbe dire che qualcuno ha scoperto il suo segreto...


° °   ° ° °   ° °   ° °   ° ° °   ° ° 
Una storia che fin dalle prime pagine ti cattura e ti porta con sé, senza lasciarti il tempo di staccarti dalle pagine.
Una droga. Uno di quei libri che lasciano il segno, che vorresti sapere come finisce ma allo stesso tempo no, perchè sono quei racconti belli, scorrevoli e piacevoli, che una volta finiti ti lasciano solo con una domanda: e adesso?
La storia ha due binari, quello di Abi, una giovane donna che ha perso la sorella gemella in un incidente stradale e che, anche dopo più di 18 mesi, ne soffre ancora moltissimo,  sopratutto perché la rivede ovunque, per la strada, tra la gente,....nello specchio ogni giorno. Tutto questo l'ha distrutta anche nella psiche, ma tutto sembra cambiare quando incontra per caso Beatrice. Una ragazza che sembra la sua Lucy ma, come si renderà conto, le assomiglia solo un po' fisicamente.
Beatrice in poco tempo diventerà sua amica e, per aiutarla, la inviterà a stare a casa sua: un'enorme villa dove non vive sola, infatti sotto quel tetto abitano altre due giovani artiste e il gemello di Bea, Ben.
Subito tra i due scocca qualcosa, ma la gelosia tra fratelli inizierà a mettersi di mezzo molto in fretta, e ce ne renderemo conto attraverso l'altro punto di vista in questo libro, quello di Beatrice.
Prima dolce, carina e pronta ad essere la migliore amica di Abi, ma poi qualcosa inizia a cambiare....
Un libro più che mai attuale, fatto di gelosia, egoismo, affetto, dubbi,....insomma, gemelli a parte, qualcosa che potrebbe succedere a chiunque.
Abi ti fa entrare subito in sintonia, ti fa sentire quanto sia fragile e forte allo stesso tempo, quanto voglia andare avanti senza dimenticare Lucy e quello che accadde quella notte. Qualcosa che dovremo ricostruire in base ai pezzetti che ci racconta, ma che non è tutto. Come dall'altra parte la vita dei gemelli, troppo bella per essere vera, con qualcosa di misterioso ed inquietante che ti obbliga ad andare andare avanti per scoprire cosa sia.
Un libro che si divora, davvero un ottimo esordio che si spera sia solo il lancio per questa autrice davvero originale e molto brava.
Forse non un thriller tradizionale, ma ti tiene in bilico, preoccupato per cosa potrebbe accadere nella storia e curioso di scoprire sia il passato che il futuro, ovvero come finirà.
Non date nulla per scontato, ci saranno sempre domande e dubbi che spunteranno dove pensavate di aver trovato una soluzione. Una trama semplice eppure molto complessa, che fa riflettere riguardo ciò che vediamo e crediamo di sapere degli altri, che spesso non è ciò che corrisponde alla verità.

Questo libro l'ho letto grazie alla collaborazione con ThrillerNord.
Potete trovare la mia opinione (insieme a molte altre) su questa piattaforma. 

1 commento:

  1. Ho messo questo libro in wishlist alla fine di marzo, non appena la Nord ne ha dato notizia.
    Mi ha affascinata fin da subito e la tua recensione mi fa capire che ho fatto bene a segnarmelo, è proprio il genere di thriller che fa per me.

    RispondiElimina