martedì 14 giugno 2016

Opinione: Note Rosso Sangue, di Salvatore Stefanelli

 http://www.amazon.it/gp/product/B01E8470H4/ref=as_li_ss_tl?ie=UTF8&camp=3370&creative=24114&creativeASIN=B01E8470H4&linkCode=as2&tag=viaggiatricep-21
 (cliccando sull'immagine si va su Amazon) 

L’ispettore Apollinare Neiviller non è una persona qualunque. Alla morte dell’unica figlia tenta il suicidio al Black Sabba, che non è un locale qualsiasi, ma il destino ha ben altro in serbo per lui. Precipitato in un’indagine di riti satanici e demoni, scopre che la sua condanna di parlare e vedere i morti può diventare un vantaggio. Con l’aiuto di Caronte, il nano titolare di un negozio bizzarro quanto il suo padrone, di sua figlia Giulia, tornata dall’aldilà per non lasciarlo solo, e di Cristina, vittima del caso su cui sta indagando, vivrà la sua prima avventura da Cacciatore. Scoprirà che il mondo è molto diverso da quello che ha sempre immaginato...

° °   ° ° °   ° °   ° °   ° ° °   ° °  

Un libro veloce da leggere, piacevole, dalla trama originale. Forse troppo breve. 
Inizia tutto al Black Sabba, un locale strano, che capiremo in fretta non essere un locale qualsiasi; lì nell'ombra il nostro protagonista decide di porre fine alla sua vita, ma viene salvato appena in tempo dai suoi colleghi poliziotti. Da allora viene guardato male, oltre che con pietà, per il gesto folle che stava per fare. Ma ormai dopo quella notte qualcosa lo ha cambiato e spinto via da quel precipizio: la vista di sua figlia Giulia. Forse sembra banale, ma lei è morta ed è quello il motivo per cui lui voleva raggiungerla. 
Grazie ad un dono/maledizione che lo accompagna da sempre, riuscirà a vederla di nuovo e lei lo porterà a convincersi di non uccidersi e di non abbandonare un caso in cui la vittima stessa gli parla e gli chiede aiuto...
Qualcosa che riguarda il mondo sovrannaturale, i demoni e i riti satanici.
Per avventurarsi in questo lato del mondo che ancora non conosce, Giulia lo porterà a conoscere Caronte, un nano molto intelligente e che lo inizierà a Cacciatore, come lo era lui un tempo.

Un avventura purtroppo veloce e rapida, che finisce in fretta.
Da una parte meglio, non ci sono dettagli inutili, tutto è scattante, rapido,...
Dall'altra si vorrebbe poter approfondire alcune situazioni e capirne un po' di più.
Da com'è scritto nella trama, sembra che questa sia solo la prima delle avventure di questo nuovo Cacciatore. 
Incrocio le dita e aspetto, perchè non mi è spiaciuto per niente leggere questo primo racconto, sperando quello/i futuro/i sia/no interessante/i, originale/i, ma magari un po' più lunghe/i come storie.
Un titolo da tener presente, uscito da pochissimo! 

1 commento:

  1. Grazie per averlo letto e per quanto hai saputo vedervi. Spero presto di potervi aggiungere altre storie... Staremo a vedere.

    RispondiElimina