mercoledì 21 febbraio 2018

Opinione: Honor (The Breaking Point 1), di Jay Crownover

http://amzn.to/2GjlcL6
Cliccando sulla Cover si va su Amazon
 
Non farti ingannare. Non cercare giustificazioni per me. Non sono un uomo per bene. Ho visto cose che non avrei dovuto vedere, fatto cose di cui nessuno dovrebbe parlare. Nella mia vita non c’è posto per onore e coscienza. Ma ho combattuto e sono sopravvissuto. Ho dovuto farlo. Quando l’ho vista ballare in uno strip club, ho sentito il cuore battere per la prima volta. Keelyn Foster era troppo giovane, troppo piena di vita per quel posto, e mi sono reso conto in un istante che doveva essere mia. Ma prima di averla, sarei dovuto diventare l’uomo più temuto di The Point. Per avere qualcosa di decente da offrirle. Adesso è così. I soldi non sono più un problema e non c’è niente che io non possa ottenere. Eccetto lei. È scomparsa, introvabile. Ma non intendo arrendermi. La troverò e la reclamerò. Sarà mia. Perché, come ho detto, non devi farti ingannare. Non sono un diavolo sotto mentite spoglie... Sono un diavolo che padroneggia la scena.
 
° °   ° ° °   ° °   ° °   ° ° °   ° °
 
Esce domani e penso che farà furore!
Spero per voi che abbiate colto la possibilità di acquistarlo con la promo Newton Compton durante il week appena trascorso, ad un prezzo praticamente regalato.
Io ringrazio di averlo potuto leggere in anteprima, così da togliermi la curiosità e potervene anche parlare.
Prima di tutto vi dico che devo recuperare un sacco di romanzi di quest'autrice!
Avevo iniziato la "Tattoo" serie, ma dopo poco mi ero bloccata (per altre letture) e ho perso tutti i personaggi che sono saltati fuori, anche per serie (che credo siano) collegate, che la Crownover ha fatto conoscere meglio ai lettori; tra cui alcuni che compaiono affiancando questi personaggi che aprono questa nuova serie: Nassir e Keelyn.
Ma tranquilli!
Si legge anche senza conoscere tutto, infatti non ho trovato problemi di nessun genere (tranne la curiosità di tornare indietro a leggere ciò che mi ero lasciata alle spalle).
 
La trama ruota attorno a questi due giovani: Nassir, dal passato che dire "difficile" è dir davvero poco, che Jay ci farà conoscere subito aprendo una grossa parentesi solo per lui e la sua vita, per capire le scelte che lo hanno portato dov'è, ad essere il più temuto di The Point. E' un personaggio oscuro, tormentato, senza scrupoli, tranne che verso una giovane donna: Keelyn, conosciuta per caso il primo giorno in quel luogo, sul palco di uno Strip Club, aggredita da un cliente troppo esuberante.
Da quel momento si è creato un legame tra i due, così forte che nemmeno il tempo e la distanza li ha potuti dividere.
Infatti, ci troviamo parecchio tempo dopo, lontano da quel posto, sei mesi dopo un incidente che ha fatto capire a Keelyn che doveva scappare via da lì per crearsi una vita migliore. Eppure basterà posare di nuovo gli occhi su di lui per esser travolta dalle emozioni sepolte e ritrovarsi al punto di partenza, risvegliando la Keelyn che aveva rinchiuso con difficoltà e che sbatte contro le sbarre di una prigione che lei stessa ha creato. Basterà incrociare quegli occhi per sentire la mancanza (anche) di The Point e di ammettere che è casa sua.
 
Tornando lì scopre i cambiamenti che ha attuato Nassir, rivoluzionando quel posto, rendendolo un polo per gli affari ma anche togliendo la patina di osceno su certe attività, tra cui il vecchio Strip in cui Keelyn lavorava. Ma è la proposta che le farà a sconvolgerla di più: la vuole come socia per un nuovo club che aprirà a breve e per garantirle di stare al sicuro le promette di non metterle mai un dito addosso. Nassir ha sempre ammesso di volerla nel suo letto e nella sua vita, ma per Keelyn tutto questo la farebbe diventare una proprietà ed è ciò che non vuole, nonostante resistere a lui sia davvero difficile. Così la prende come una sfida, testare i limiti di Nassir, cercando di capire quanto resisterà e se riuscirà a farsi accettare come sua pari.
Una lotta fra testoni, attratti ma che si respingono, per ragioni differenti.
Una guerra che prosegue silenziosa da anni e che vedrà finalmente un epilogo mentre un pericolo più reale e infimo si muove fra le mura di questo nuovo club.
 
Una storia interessante e piacevole da leggere, che score rapida e si finisce in poche ore.
Forse un po' ripetitive le scene di sesso, però ho letto molto peggio!
Si conosce già il finale dal preambolo, ammettiamolo, eppure resta una lettura rilassante (si, io trovo il Dark Romance rilassante...sono strana...).
Se siete fan della Crownover non potete lasciarvelo scappare!
Stesso discorso se siete fan dei Dark.
Invece se ancora non la conoscete e non amate molto questo genere, vi consiglio di approcciare altri romanzi (precedenti e più soft) della scrittrice, così da capire se vi può piacere o no. 

Nessun commento:

Posta un commento