mercoledì 2 marzo 2016

Opinione: La Mano Sinistra Di Dio, di Paul Hoffman

http://www.amazon.it/gp/product/8850234708/ref=as_li_ss_tl?ie=UTF8&camp=3370&creative=24114&creativeASIN=8850234708&linkCode=as2&tag=viaggiatricep-21
(cliccando sull'immagine si va su Amazon)
 
Non lasciatevi ingannare. Si chiama Santuario dei Redentori, quello in cima a Shotover Scarp, ma è un luogo che non dà nessun rifugio e offre ben poca redenzione. Anzitutto è circondato, a perdita d'occhio, da un'arida boscaglia, è avvolto da una perenne coltre di fuliggine ed è così grande che è facilissimo perdersi, proprio come ci si perderebbe in una landa desolata. Poi ci vivono più di diecimila ragazzi, tormentati dalla fame e dal gelo, costretti a pregare e a fare penitenza, stremati da punizioni brutali e da un addestramento sfibrante. E tutto perché i Redentori hanno un disperato bisogno di soldati da mandare in guerra contro gli Antagonisti, contro coloro che non credono in nessun Dio. Una guerra che dura ormai da due secoli. Questa è stata la vita di Cale da quando, dieci anni prima, è stato strappato alla sua famiglia e condotto nel Santuario. Adesso Cale di anni ne ha quattordici: il suo passato è stato cancellato, il suo presente è un inferno e il suo futuro è la morte sul campo di battaglia. La stessa fine di tutti i suoi compagni. Però Cale non è come gli altri. Non si lamenta, non rimpiange, non protesta. Il suo sguardo è freddo e spietato, il suo cuore è calmo e risoluto, la sua mente è lucida e determinata. Perché Cale ha un piano. Deve fuggire. Ma non si può sfuggire al destino. Infatti, dopo aver abbandonato il Santuario, Cale si ritroverà in un mondo ancora più crudele e pericoloso. Un mondo in cui bisogna combattere con le armi e con l'astuzia.
 
° °   ° ° °   ° °   ° °   ° ° °   ° ° 
 
Un libro che mi è stato consigliato e che mi è piaciuto un sacco!
Non sapevo cosa stavo per iniziare, non ho letto la trama prima di iniziarlo (spesso faccio così, non so...mi piace buttarmi!).
Un libro strano e, all'inizio, confuso, difficile da leggere. Non si capisce bene quale sia la strada che prenderà, ma piano piano questa si delinea e ti porta con sé senza sforzo e senza che tu te ne accorga.
Il protagonista, Cale, è un giovane di quattordici anni che vive nel Santuario, insieme a tantissimi altri ragazzi come lui, portati lì da piccoli e addestrati crudelmente dai Redentori.
Questi combattono da troppi anni una battaglia contro gli 'infedeli', nella quale ogni giovane finirà...quello è il loro destino. Fin da piccoli sono vittime di punizioni tremende, abituati a privazioni, e terrorizzati da ciò che potrebbe succeder loro se non seguono ogni ordine e ogni insegnamento della loro Fede.

Si intuisce presto che Cale non è come gli altri, ma non si capirà il motivo preciso fino ad alcune rivelazioni dello stesso Cale (oltre la metà), e fino alla fine in cui la verità verrà a galla.
Lui è un ragazzo solitario, forte e che ha sopportato di tutto...fino a quando vede qualcosa che è troppo persino per lui e, dopo un atto sconsiderato ed impulsivo, lo costringe a scappare dal Santuario insieme a due 'amici' e una ragazza che salva da un destino crudele.
Questo sarà solo l'inizio delle loro avventure perché i Redentori non si arrendono mai, i ragazzi lo sanno bene, ma sono addestrati e intelligenti, e sotto la guida di Cale riescono a calvarsela...ma per quanto?
A confronto con un nuovo mondo diverso da come sono abituati, ma dove molte loro qualità sono apprezzate, avranno anche a che fare con la pietà, l'amicizia e l'amore, cose sconosciute fino a poco prima.

Un libro davvero ben scritto ed interessante, che presenta pochi capitoli noiosi, infatti per la maggior parte ti tiene incollato alle pagine.
I personaggi son ben caratterizzati e l'autore permette al lettore di conoscerli, anche se lentamente, soprattutto i protagonisti, così terribilmente forti ma estremamente fragili, poiché non conoscevano altro che sofferenza e torture.

Un fantasy che non ha personaggi strani, come draghi o elfi, con uno stile medievale.
Bello, interessante e quasi realistico, ma con una punta di...fantastico, che lo rende interessante.
Questo è solo il primo di una trilogia che conto di finire appena possibile.
Una lettura molto consigliata!

4 commenti:

  1. Questo libro se ne sta sulla libreria di mio fratello da un sacco di tempo.. so che l'aveva letto ed era piaciuto pure a lui...
    a breve glielo ruberò!! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava ;)
      Fammi sapere se piace (o no) anche a te :)

      Elimina
    2. Brava ;)
      Fammi sapere se piace (o no) anche a te :)

      Elimina