martedì 6 giugno 2017

Opinione: Ragdoll, di Daniel Cole

http://amzn.to/2sqq7Dy
Cliccando sulla Cover si va su Amazon

Londra, 2010. Il processo al Cremation Killer, Naguib Khalid, è giunto al momento della sentenza. Il detective William Fawkes, detto Wolf, è in ansiosa attesa del verdetto. Perché le prove a carico dell’imputato sono indiziarie, e c’è chi dice che siano state inventate da Wolf stesso. Quando Khalid viene assolto, Wolf lo aggredisce in tribunale e viene rinchiuso in un ospedale psichiatrico. Ma pochi giorni dopo Khalid viene colto sul fatto: se solo avessero ascoltato Wolf, l’ultima vittima avrebbe potuto salvarsi invece di morire bruciata viva come le altre. Londra, 2014: Wolf è tornato in servizio, ma è un uomo distrutto. Divorziato, ha appena traslocato in un palazzo fatiscente ai margini della capitale inglese. Una notte, viene convocato su una scena del crimine. In un appartamento disabitato si trova un cadavere. Un solo corpo… Ma sei vittime. Sei parti differenti, sei membra di persone diverse, cucite insieme in modo rozzo. Ma non basta, perché il killer fa arrivare alla stampa un elenco di nomi e date.
Sono le sue prossime vittime, e l’assassino arriva a dire anche quando le ucciderà. Ed è scorrendo la lista fino all’ultimo nome che Wolf capisce che quella terribile sfida lo riguarda molto, molto da vicino.

° °   ° ° °   ° °   ° °   ° ° °   ° °

Una storia originale e che sorprende.
Wolf è un detective che nel 2010 ha aggredito Naguib Khalid tentando di ucciderlo, dopo il verdetto di non colpevolezza per diversi omicidi di ragazze che lui era sicuro avesse commesso.
Per questo viene rinchiuso in un ospedale psichiatrico, dove apprende che il killer ha fatto un'altra vittima prima di essere consegnato alla giustizia e riconosciuto colpevole.
Qualcosa che lo perseguiterà per sempre. Infatti la reputazione lo segue costantemente.

Nel 2014 è ormai tornato in servizio, divorziato, in un nuovo appartamento ancora alle prese con il trasloco. Viene chiamato dal suo superiore per un efferato omicidio, la cui scena del crimine si trova nel palazzo di fronte a quello in cui vive. Un caso unico e preoccupante, perché hanno un solo cadavere ma sei vittime. Una "Ragdoll" cucita con i pezzi di vari corpi.
Devono capire chi sono, tra le prime cose, per riuscire a stabilire se avessero un nesso tra loro e che messaggio volesse dar loro il killer....ma purtroppo per loro lui non starà zitto. Manda alla stampa (alla ex moglie di Wolf) un messaggio con un elenco di nomi e date: le prossime vittime ed il giorno della morte, tra cui anche Wolf.
Con questa mossa sta sfidando la polizia o è una richiesta per fermarlo?

Indagini a ritmo serrato, per trovare le potenziali vittime e metterle al sicuro, identificare quelle già uccise e mutilate, per capire cosa abbiano in comune e per riuscire a trovare il killer, prima che sia troppo tardi.

Ci sono varie voci narranti, che rendono il romanzo più scorrevole ed interessante, mostrando diversi punti di vista e prospettive alla stessa faccenda. Mostrando anche diverse sfaccettature delle indagini in corso, con le varie personalità delle voci narranti, che fanno capire meglio le motivazioni dietro certe scelte.

Un libro che ho impiegato del tempo a finire, ma non per come scritto o per i contenuti.
Per un mio blocco da lettore. Altrimenti lo avrei divorato in un paio di giorni.

Un thriller davvero bello e interessante, che scorre piuttosto veloce ed è ricco di colpi di scena che tengono incollato il lettore alle pagine.
Purtroppo verso la fine diventa piuttosto prevedibile (salvo alcuni dettagli), un po' un peccato!
Ma nel complesso molto bello.
Dovrebbe essere il primo di una serie, che spero venga tradotta andando avanti nel tempo, perché è qualcosa di nuovo rispetto ad altri thriller.

Nessun commento:

Posta un commento