giovedì 29 giugno 2017

Opinione: Sleepwalker, di Michael Laimo

http://amzn.to/2ueJQ9F
Cliccando sulla Cover si va su Amazon

Richard Sparke soffre di sonnambulismo da tre anni, da quando ha aggredito la sua ex-moglie nel sonno. La terapia con il dottor Delaney non sembra sortire effetto e la vita di Richard si fa, giorno dopo giorno, più difficile. Le visioni di sua madre e di sua figlia morte, che lo chiamano attraverso un'inquietante luce blu, la minaccia di un misterioso uomo in nero che sembra volergli fare del male trasformando i suoi sogni in incubi, il ricordo di eventi che è convinto di non aver mai vissuto e il continuo sovrapporsi tra reale e irreale conducono Richard sull'orlo della follia. Fino a quando Pamela, la donna che frequenta, non irrompe in casa sua tentando di ucciderlo, senza apparente motivo. Ma è accaduto realmente o, anche questo, è solo un sogno? La visita degli agenti Moldofsky e Hughes, il giorno dopo, e il ritrovamento di una pozza di sangue in cucina, danno inizio alle indagini della polizia. Per Richard, invece, comincia una lenta discesa nell'incubo.


° °   ° ° °   ° °   ° °   ° ° °   ° °
 
Richard ha una vita complicata. Ha dei disturbi del sonno, che lo portano a soffrire di sonnambulismo, per cui durante la notte si muove e compie azioni che il mattino dopo non ricorda nemmeno. Durante alcuni sogni lucidi, spesso vede la madre e la figlia morte che lo chiamano, parlandogli di un bel posto dove raggiungerle, ma circondate da un alone blu inquietante che lo spaventa molto. A volte gli capita anche di vedere un misterioso uomo in nero, che sembra volergli fare del male.
Anni prima, durante questi incubi e il sonnambulismo, ha aggredito la sua ex moglie, mandandola in ospedale, così non vuole più correre rischi e impedisce alla sua (nuova) fidanzata di stare con lui nella stessa stanza dormendo insieme. Ma una notte tutto cambia, quando svegliandosi trova Pamela in camera sua. Non sa come sia potuta entrare e si rende conto presto che non è la donna che ama, perchè lo aggredisce violentemente, tentando di ucciderlo, prima di scappare via quando lui la ferisce difendendosi...

Inizierà un viaggio durante il quale il sogno e la realtà si mescoleranno non permettendo al lettore di capire cosa sia vero e cosa no, come per il protagonista. Richard si troverà catapultato in un incubo, a dover scappare dalla polizia e da qualcosa che non sembra reale.
Alternando il punto di vista di Richard e l'agente Moldofky, scopriremo due visioni della storia, una del protagonista "effettivo" del romanzo, e l'altra che completerà il tutto, dandoci particolari alternativi e raccontandoci altri dettagli, che Richard spesso non conosce, permettendo al lettore di unire vari puntini e seguire la storia, ma allo stesso tempo rendendola più misteriosa e difficile da comprendere, fino ad arrivare al finale, imprevedibile.

Tra indagini e sovrannaturale, la storia si muove sempre più veloce, catturando il lettore e portandolo a chiedersi cosa stia leggendo, mescolando abilmente il thriller con altro.
 
Ho faticato ad iniziarlo, non essendo più abituata a leggere cartacei e non sapendo bene che storia aspettarmi, dall'inizio un po' lento e confuso, ma superata la metà le pagine hanno iniziato a scorrere veloci, aumentando il ritmo della narrazione ed aumentando le domande a riguardo del mistero che gira attorno a Richard.
Sarà solo negli ultimi capitoli che ci verrà spigato tutto e finalmente comprenderemo l'enorme enigma che ha stravolto la sua vita negli ultimi anni.
Un libro particolare ed interessante, se vi piacciono i thriller con un alone di mistero, vi consiglio di prenderlo in considerazione!

Nessun commento:

Posta un commento