venerdì 2 dicembre 2016

Opinione: La Bottega degli Incanti, di Giulia Anna Gallo, Eleonora Della Gatta, Ornella Calcagnile

http://amzn.to/2fERszq
(cliccando sull'immagine si va su Amazon)

A pochi giorni da Natale, la piccola cittadina di Veneficio è in fermento: bancarelle, luci, colori, musica e allegria riempiono le strade… ma c’è un luogo nascosto e all’apparenza anonimo che non rientra nello sfondo natalizio. La Bottega degli Incanti è il negozio da cui tutto ha inizio per le protagoniste di questi tre racconti: Ambra è alla ricerca del proprio posto nel mondo, Giada ha sete di vendetta e Lucy ha un compito da portare a termine. Tre vite, tre destini, tre racconti che si intrecciano indissolubilmente.

Giulia Anna Gallo, Eleonora Della Gatta e Ornella Calcagnile vi danno il benvenuto a Veneficio: godetevi il viaggio e buon Natale!

 ° °   ° ° °   ° °   ° °   ° ° °   ° °   

La Bottega degli Incanti apre le sue porte e ci regala 3 racconti molto belli...e lo dice una che ha lo spirito natalizio del Grinch, quindi se vi piace il Natale andate sul sicuro con questo libro!
Anche se diversi tra loro (come le loro scrittrici) hanno una cosa in comune: questo luogo magico in cui le varie protagoniste passeranno, per vari motivi...anche incrociandosi a volte.

Impercettibile, di Giulia Anna Gallo apre le danze con una storia che colpisce già da subito il lettore, in particolar modo per la protagonista. Ambra è una ragazza giovane, che però passa le giornate a stare in pena per la sorella e la sua bimba, purtroppo malata di cancro; Luna è disperata, tenterebbe qualsiasi cosa per far guarire la sua piccola e Ambra, pur non approvando, la segue in ogni luogo, cercando di non lasciarla mai sola. Ed è in un pomeriggio come tanti altri che arrivano a questa bottega anonima, quasi nascosta, dove conoscono Elia, il proprietario del negozio, e sarà qualcosa che cambierà le loro vite....

La Cena del Venerdì, di Eleonora Della Gatta continua con un altro racconto, staccato dal precedente, in cui cambiamo totalmente atmosfera. La protagonista è Giada, anche lei una donna abbastanza giovane che si ritrova alla Bottega per chiedere qualcosa di molto insolito, ma basterà nominare i suoi genitori per far capire ad Elia che si può fidare di lei (capirete meglio leggendo). Le serve prima di andare ad una cena dalla sua ricca capa dove ci saranno anche le sue amiche, un gruppo di viziate che non potremo fare a meno di odiare dalla prima frase. Ma lei deve farsi forza e affrontare questa cena, perchè capita in un momento davvero particolare e c'è qualcosa di molto importante per lei in ballo quella sera....

Natale Ritrovato, di Ornella Calcagnile chiude lasciandoci qualcosa di malinconico, una storia che ci sembrerà un dejavou, ma con la sua originalità. Lucy ha un compito da svolgere e pochissimo tempo per farlo, rivolgendosi ad Elia sa di andar sul sicuro, trovando ciò che le serve e che non la farà fallire. Sarà un regalo molto speciale per il suo superiore, Sofia Della Valle: inflessibile capo della Venefizio Resort & Spa, che vede il Natale solo come uno spreco di tempo, qualcosa di inutile e che, proprio appena prima della Vigilia, le tocca organizzare la festa per i dipendenti. Oltre a questo sembra che tutto vada storto, ma tutto potrebbe cambiare dal regalo di Lucy....o no?!

Tre bei racconti, che regalano una piacevole compagnia, alcuni più natalizi di altri, ma tutti decisamente interessanti...ed è un peccato che finiscano troppo presto.
Anche se brevi, queste autrici regalano ai lettori (ancora una volta) storie che restano, che aprono una finestra su un mondo, anche se per poco, davvero...magico!
Io spero che la Bottega e i suoi personaggi tornino, prima o poi...insomma, non mi basta una fettina, come lettrice non mi so accontentare.
Fatemi sapere se lo leggerete e se, anche a voi, mancherà...

Nessun commento:

Posta un commento