mercoledì 22 marzo 2017

Opinione: A Caccia di Ombre, di Michael Prescott

http://amzn.to/2ntyESZ
 (cliccando sull'immagine si va su Amazon)

Abby Sinclair si definisce un “pesce pilota”, uno di quei piccoli pesci che nuotano insieme agli squali e ne raccolgono i residui di cibo. Come consulente per un’agenzia di sicurezza di Los Angeles, lei fa lo stesso, solo che i pesci insieme a cui nuota sono stalker, come Raymond Hickle, e i residui che racimola sono frammenti di informazioni essenziali per comporre i profili psicologici dei soggetti come lui. Abby si insinua nella vita di Hickle per scoprire se la fissazione di questo individuo solitario per la conduttrice televisiva Kris Barwood possa sfociare in una minaccia per la vita di lei. Ha imparato a sue spese che il confine tra amore e ossessione può essere sottile e che la verità, a volte, viene a galla quando ormai è troppo tardi. Ma su Raymond Hickle i suoi dubbi svaniscono presto. In un’adrenalinica corsa contro il tempo e contro nemici spietati e imprevedibili, Abby dovrà mettere in campo tutta la sua esperienza e la sua audacia per salvare Kris e se stessa.

° °   ° ° °   ° °   ° °   ° ° °   ° °


Un libro di alti e bassi.
Abby è una giovane donna che si è buttata in questo lavoro: cacciare gli stalker. Fare amicizia con loro, scoprire tutto quello che può, raccogliendo prove per farli uscire di scena, farli arrestare e salvare le vittime, permettendo loro di riprendersi le loro vite.

Dopo un brutto caso, Abby è ancora sconvolta, ma non vuole arrendersi e inizia un lavoro per una giornalista molto famosa, Kris Barkwood. Il suo stalker infatti non si da tregua e la perseguita da mesi, telefonandole senza sosta, seguendola, facendole regali,...insomma, teme che non finirà bene e lei rivuole la sua vita.
Così Abby accetta e si trasferisce nell'appartamento vicino a Hickle, che non si è mai premurato di nascondere la sua identità, anzi vuole che Kris sappia chi sia. Un uomo semplice, che non aspira a nulla, ma potenzialmente molto pericoloso.
Da quel giorno lei inizierà il suo lavoro, cercando di scoprire sempre di più su di lui per capire le sue intenzioni e la sua psiche.
Ma non è tutto, perché dopo la metà del libro ci saranno novità riguardo Hickle e i motivi che lo stanno spingendo a fare sempre di più verso Kris, anche pensare a gesti estremi.
Colpi di scena che renderanno la lettura interessante e non prevedibile, gestendo bene queste sorprese verso il lettore.

Il romanzo si può dividere in due parti, più o meno verso il centro del libro.
Per la prima metà è abbastanza lento ma interessante; scorre presentando i personaggi, le varie tattiche e abitudini per le missioni. Presenta i personaggi, attraverso le loro voci o dalle descrizioni esterne, perché è un romanzo sotto più punti di vista.
Poi cambia radicalmente, entrando in una modalità più veloce e adrenalinica. Tutto troppo rapido, tutto pura avventura, pochi ragionamenti e verso la fine della storia si chiude, si bene, ma facendo sentire questi momenti più come un peso che facendo provare ansia per cosa succederà ai personaggi.

Interessante e ben scritto, senza alcun dubbio, ma manca qualcosa.
Spero nei prossimi romanzi che lo stile si evolva un po' e che si riesca ad entrare in sintonia con la storia più facilmente.
Lo consiglio, è una lettura per tutti, non credo di aver trovato punti particolarmente delicati.
Un buon thriller che affronta un tema delicato da un punto di vista insolito e originale.

Nessun commento:

Posta un commento