sabato 19 settembre 2015

Opinione: "A Un Soffio Dalla Fine. Il mio ritorno alla vita dopo la tragedia dell'Everest", di Beck Weathers & Stephen G. Michaud



Titolo: A un soffio dalla fine. Il mio ritorno alla vita dopo la tragedia dell'Everest
Autrore: Beck Weathers & Stephen G. Michaud
Pagine: 296
Editore: Corbaccio



*°* °*° *°* °*° *°*

TRAMA

Nel maggio 1996 Beck Weathers si trova con altri alpinisti sotto la vetta dell’Everest, quando sulla montagna si scatena una terribile tormenta di neve. Nove sono le vittime di questa immane tragedia raccontata da Jon Krakauer in Aria sottile, ma a una di esse, Beck Weathers, viene data una seconda chance. Arrivato in condizioni disperate al campo base, cieco, ricoperto interamente di ghiaccio, viene abbandonato dai suoi compagni che a loro volta tentano di mettersi in salvo. Solo la moglie non si arrende a quello che appare un destino segnato, e organizza una rischiosissima missione di salvataggio… A un soffio dalla fine, ripubblicato con una nuova prefazione dell’autore a quindici anni dalla prima edizione, non è solo la storia incredibile di una spedizione drammatica, in cui morirono otto uomini, ma è anche la testimonianza emozionante e commovente di un sopravvissuto che ha saputo vedere la realtà che lo circonda, la famiglia, gli amici, la vita di tutti i giorni, con occhi nuovi.


*°* °*° *°* °*° *°*



AUTRICE

Medico anatomopatologo, Beck Weathers ha perso la mano sinistra, e parte della destra e del naso per congelamento durante la spedizione all’Everest del 1996. Oltre alla professione di medico, da anni Beck Weathers tiene conferenze motivazionali sulla sua esperienza straordinaria e sull’importanza di saper cogliere le seconde chance che la vita ci offre.

[Ho pensato molto se mettere o no le foto legate alla sua esperienza sull'Everest, ed alla fine ho deciso di metterle separate da questo testo, perché potrebbero turbare qualcuno. Per vederle cliccate qui.]


Stephen G. Michaud, giornalista e scrittore, è autore di numerosi libri, fra cui, tradotti in Italia, Storie di perversioni criminali e Ossessioni criminali.


*°* °*° *°* °*° *°*



OPINIONE



Ristampa di una precedente versione pubblicata nel 2001, con una nuova prefazione dell'autore.

Come per "La Trappola", anche questo ha immediatamente catturato la mia attenzione, ma ho dovuto aspettare un pochino di più per poterlo leggere, ma ringrazio sempre la Corbaccio per avermi permesso di farlo!

Nel frattempo ho letto "Aria Sottile", che ho amato e divorato, così da essere ancora più curiosa di poter leggere questo libro.

[....]
.....ma ora vi parlo meglio della storia, che mi ha conquistato, anche se in maniera diversa da "Aria Sottile".

Infatti questo non è un racconto sull'escursione, ma la storia vera di quest'uomo e della sua famiglia (e degli amici), prima e dopo quest'avventura sulla cima più alta del mondo, che gli ha cambiato la vita. Leggeremo attraverso il suo punto di vista, ma anche attraverso quello della moglie Peach, principalmente; ogni tanto faranno capolino anche i figli a dire la loro, come alcuni parenti, come il fratello o il cognato, o anche gli amici della coppia.

Una storia interessante, anche se mi aspettavo qualcosa di diverso, più mirato a quella tragica spedizione e a ciò che ha comportato; invece resta quasi marginale, difatti la storia si aggira più che altro a spiegare la vita prima e dopo quell'evento, raccontando, per l'appunto, come la sua vita sia radicalmente cambiata dopo esser sopravvissuto a quell'esperienza così drammatica. Ciò non toglie che sia una storia davvero bella e che alla fine faccia anche riflettere su come certe persone affrontano la vita. ...Opinione completa su Ciao.it


*°* °*° *°* °*° *°*



DOVE COMPRARLO

Su Amazon:
Copertina Rigida: 15,30€
Kindle: 11,99€


Su Mondadori:
Copertina Rigida: 15,30€
Kobo: 11,99€

Su Feltrinelli:
Copertina Rigida: 15,30€
Ebook: 11,99€

Su IBS:
Copertina Rigida: 15,30€
Ebook: 11,99€

Nessun commento:

Posta un commento