giovedì 13 ottobre 2016

Opinione: Il Filo Rosso, di Alessia Coppola

https://www.amazon.it/filo-rosso-eLit-Alessia-Coppola-ebook/dp/B01J1V5ADA/ref=as_li_ss_tl?s=books&ie=UTF8&qid=1473671294&sr=1-2&keywords=il+filo+rosso&linkCode=ll1&tag=viaggiatricep-21&linkId=c7053a7b82abe6d82b25b842784383ba
 (cliccando sull'immagine si va su Amazon) 

Non nasconderti dietro il destino. Quello lo costruiamo noi, con i nostri propositi e le nostre azioni.

Secondo la leggenda cinese del filo rosso del destino, ognuno di noi nasce con un invisibile filo rosso legato al mignolo della mano sinistra: questo ci lega indissolubilmente a coloro cui siamo destinati. Tempo, spazio, circostanze non contano. Finché le anime sono in vita il filo le lega.

Allyson non sa chi troverà in fondo al suo filo. È amareggiata, certa ormai che il vero amore sia solo una chimera, come quel dragone azzurro di cui favoleggiava l'amica cinese Lin Mei, e che avrebbe dovuto guidare la sua strada per la felicità mentre invece l'ha solo illusa. L'unica soluzione è cercare rifugio in quella stanza che profuma di trementina e ha i colori di una tavolozza d'artista.

Ally si fa curare dalla pittura, il suo primo amore, e chissà che cosa emergerà da quella tela, forse il futuro che lei desidera per se stessa..
.


° °   ° ° °   ° °   ° °   ° ° °   ° °

Una storia d'amore. 
Si, ok, detto tutto e nulla. Ma se mi leggete sapete che non è proprio il mio genere, ma mi piace come scrive Alessia e ho chiesto di poterlo recensire...e non mi è dispiaciuto (tradotto: i romantici lo adoreranno!).

La protagonista è una donna che cerca l'amore, quello profondo, su cui costruire qualcosa e iniziare una sua vita...anzi, mi correggo, una vita di coppia felice e matura. 
Allyson, infatti, è in cerca del 'principe azzurro' da una vita, ma è inciampata nel primo amore e non riesce più a districarsi nonostante chiunque (anche lei) ammetta che non è quello giusto per la sua vita: Lucas, un eterno sognatore che vuole sfondare con la sua musica, inaffidabile in ogni circorsanza, bugiardo e a cui Ally non riesce a dire proprio di no. 
Nonostante sia stata mollata fin troppe volte col le scuse più assurde, debba quasi pregare per un SMS o una chiamata, continua ad andargli dietro finchè la vita ci si mette in mezzo. 
Vita o destino, se ci credete, predetto da un'anziana signora cinese che vede nella sua vita l'entrata di un dragone azzurro, cosa che Ally inizia ad attendere, cercando segnali ovunque....

Una storia a volte quasi banale, in cui ci si può riconoscere facilmente, sopratutto nella fragilità di Ally. Disoccupata, sognatrice e romantica, non riesce proprio a sbattere come si deve la testa contro la realtà dei fatti per ammettere che deve cambiare rotta e/o iniziare ad ascoltare i propri amici (e la propria testa).
A volte verrebbe voglia di entrare e scuoterla violentemente per farle capire certe cose, che ammettiamolo, tutti almeno una volta non vogliamo comprendere. 
Ma è un'anima anche così....sciocca, diciamo, perchè si abbandona all'antica credenza della divinazione cinese grazie a poche dolci parole di un'anziana donna, buttandosi anima e corpo alla ricerca del dragone azzurro che dovrebbe essere il suo destino.
Tra realtà e questo destino che, in questo libro, è qualcosa di fisso ed inevitabile, le pagine scorrono veloci e si arriva al finale senza accorgersene più di tanto. 

Un libro scritto molto bene e non prevedibile (non in tutto almeno), fino alla fine. 
Forse la bellezza di questo romanzo è nella banale quotidianità che descrive e nella protagonista, perchè (come dicevo) chiunque potrebbe prendere ed indossare le scarpe di Ally, mettendosi al suo posto o, pià probabilmente, perchè ci è stato e può capirla. 
In più un pizzico di 'destino' che aggiunge al tutto un fascino che non dispiacerà e che i romantici adoreranno...

2 commenti: