martedì 8 novembre 2016

Opinione: Il Cuore Rivelatore, de I Baubau e I Maledetti Cretini

 http://amzn.to/2ebGsIW
(cliccando sull'immagine si va su Amazon) 

Il secondo fonodramma che Il Babau & i maledetti cretini dedica all'opera di E.A. Poe è tratto da una delle novelle più celebri e celebrate dell'autore americano. Dalle atmosfere livide e medievaleggianti de La maschera della Morte Rossa, si passa con Il cuore rivelatore a un'ambientazione thrilling di taglio quasi cinematografico. Un montaggio sonoro serrato e schizofrenico nel quale si alternano e intrecciano, in chiave psych(o)-prog, i diversi temi musicali tesi a sottolineare gli elementi ricorrenti e claustrofobici della confessione del folle narratore. 

Secondo atto dell'annunciata Trilogia del Mistero e del Terrore, il disco è accompagnato da un volume illustrato di 48 pagine con testo originale a fronte. L'artwork è stato affidato a Gianni Zara, autore delle illustrazioni, e a Francesca Canzi che ha curato grafica e impaginazione

° °   ° ° °   ° °   ° °   ° ° °   ° °

Un disco e libro che non potevano non affascinarmi!
Quando ne ho letta l'uscita a breve ho chiesto alla VoloLibero Edizioni se potevo averne una copia da poter recensire, magari sapendo di più riguardo il capitolo precedente.
Purtroppo quello è esaurito, ma questo sono stati gentilissimi a mandarmelo in anteprima, infatti  
esce il 14 Novembre.

Una specie di audiolibro che si ispira ad una delle opere più famose di Poe: Il Cuore Rivelatore.
Chiunque, penso, ne abbia anche solo sentito parlare.
Un uomo che impazzisce lentamente e che questa follia lo porta a fare qualcosa di estremo. 

[...]Come puo' essere dunque che io sia pazzo? Ascoltatemi! E
osservate con quanta lucidita', con quanta calma io posso narrarvi per filo e
per segno tutto cio' che accadde.
[...]Volevo bene al vecchio. Non mi aveva mai fatto del male.
Non mi aveva mai insultato. Non desideravo il suo oro. Credo fosse il suo
occhio! Si', fu proprio cosi'! Aveva l'occhio di un avvoltoio, un occhio
pallido, azzurro, coperto di una pellicola. Ogni volta che esso si posava su di
me il mio sangue si raggelava, e cosi' per gradi, oh, per gradi molto lenti, io
decisi di togliere la vita al vecchio, e sbarazzarmi cosi' per sempre di
quell'occhio.
(Testo da http://cronologia.leonardo.it/poe/Cuore.htm) 
 
La storia è scritta anche nel libro/custodia che contiene il disco, insieme a parecchi disegni; non è precisa al racconto di Poe ma, tranne alcuni tagli, la storia è la sua, molto fedele.
Prima dicevo che non è proprio un audiolibro perchè quì non si tratta di leggere questa storia e basta, ma viene arricchita dalla musica e dall'interpretazione del cantante.
I Baubau e I Maledetti Cretini è composto da tre persone:
Damiano Casanova (chitarre), Franz Casanova (voce, tastiere), Andreea Dicò (batteria, cori)
che rendono questo racconto in maniera unica e particolare.

Ammetto che ricevendo questo omaggio ero curiosissima di ascoltarlo, ma non avevo pensato ad una cosa:
non avrei trovato il lettore CD!
Eh già, vien da ridere, ma è così tanto tempo che non lo uso più che non ho la minima idea di dove si sia nascosto; dico così perchè non voglio pensare di averlo perso, sarebbe davvero triste. Comunque, ho approfittato del primo giro in macchina per sfruttare il lettore e ascoltarlo.
(Non sono brava a descrivere il campo musicale, quindi perdonatemi già)
Ad accompagnare il testo una musica cupa, improvvisa, a tratti quasi scatta, rendendo l'ascolto angosciante e a volte faticoso. Parte lentamente e poi cresce, volume e ritmo cambiano di traccia in traccia anche se sono legati, rendendo ogni capitolo unico e non una singola enorme traccia semplice e uguale. Io avrei preferito una scelta più gotica, meno ritmata, ma sono gusti. Anche la voce non resta piatta, ma rende nell'interpretazione le emozioni, la pazzia, del protagonista.
Sussurri che si trasformano in urla, sempre seguiti dalla musica.
Secondo me può essere un bel regalo (da fare o da farsi) se piace Poe e/o si cerca qualcosa di nuovo, una forma d'arte particolare ed interessante,...perchè (lo ammetto, non ascolto audiolibri al momento, ma) non conosco altri artisti che trasformino ed accompagnino una storia con la propria musica.
Teneteli presenti, questo è il capitolo di mezzo della loro Trilogia del Mistero e del Terrore.
La prima parte non so se si possa ancora trovare in giro, ma l'ultima vedrà la luce in futuro;
se vi incuriosisce fateci un pensierino, perchè se poi vi decidete e scoprite che vi piace, ma troppo tardi, magari vi mangiate le mani se non riuscite più a trovare i precedenti capitoli....

1 commento:

  1. E' un'edizione che incuriosisce moltissimo, se non altro per copertina molto ben fatta :)

    RispondiElimina