martedì 29 novembre 2016

Opinione: L'Ultima Avventura, di Mark Edwards

http://amzn.to/2gC772p
(cliccando sull'immagine si va su Amazon) 

Daniel e Laura, una giovane coppia della middle-class londinese, sono pronti a costruirsi una famiglia. Innamorati e soddisfatti della loro vita, si concedono un’ultima avventura: un Grand Tour in giro per l’Europa, una vacanza eccezionale prima di affrontare le nuove sfide del loro futuro. Ma è qui, su un treno notturno dall’Ungheria alla Romania, che ha inizio l’esperienza più terribile che potessero immaginare. L’oscurità, una fitta foresta, una casa abbandonata, il nulla intorno...

Rientrati a Londra, Daniel e Laura portano a casa il terrore di quella notte e un atroce segreto, che avvelena le loro vite come una maledizione. Le scene raccapriccianti di cui sono stati testimoni riempiono ancora le loro menti, e si sovrappongono a quella realtà normale che non riconoscono più. Forse non si tratta solo di paranoia e stress postraumatico: la foresta rumena sembra allungare i propri rami minacciosi fino in Inghilterra. Cos’è successo in quella maledetta notte?

° °   ° ° °   ° °   ° °   ° ° °   ° ° 

Un autore che (anche se me ne sono accorta solo alla fine) avevo già letto un anno fa, tramite Kindle Unlimited, e che già allora mi era piaciuto molto...con questo romanzo mi ha conquistato.
Il libro esce oggi, lo potere trovare su Amazon, infatti è pubblicato da "Amazon Crossing" e sono felicissima di averlo potuto leggere in anteprima.
Un thriller che tiene incollati alle pagine e, durante i giorni in cui l'ho letto, più andavo avanti nella storia, più sentivo il bisogno di continuare perchè....Dovevo Sapere!

La storia ha come protagonsti una coppia di giovani (sui 30 anni circa) che hanno deciso prima di 'accasarsi' e pensar di metter su famiglia, di fare un ultimo viaggio solo per loro due in giro per l'Europa. E' Agosto 2013, e quando iniziano a parlare sono in Romania, dopo aver passato molti altri stati, dall'Inghilterra (dove abitano), Francia, Spagna e Italia, prima di risalire attraverso la Russia, Germania e Scandinavia, per poi tornare a casa. Zaini in spalla, l'entusiasmo della partenza e dei primi giorni si sta affievolendo, ma non si scoraggiano e, anche se stanchi, salgono sul treno che li porterà verso la loro prossima meta. Lì faranno amicizia con Alina e Ion, due ragazzi un po' più giovani di loro e rumeni, che li consigliano (visto il viaggio lungo) di andare in una cuccetta non chiusa e dormire un po', avrebbero fatto loro la guardia e li avrebbero svegliati.
Sarà il punto d'inizio dei loro guai, perchè si ritrovano svegliati d'improvviso dai controllori del treno che non capiscono la loro lingua e scoprono di essere in una situazione davvero pessima, infatti sono stati derubati: niente passaporto, niente biglietti,...
Con il solo aiuto di Alina che cerca di fare da interprete, cosa che non funziona visto lo stile un po' punk della ragazza, vengono però presi e buttati tutti e tre già dal treno, in piena notte, in una stazione deserta ed immersa nel bosco.....

L'altra parte del romanzo è ambientata nel 'presente' dei due protagonisti, a pochi mesi di distanza, infatti ci ritroviamo a Novembre 2013. Non sappiamo cosa sia successo, la narrazione ci ha lasciati spaesati, senza dirci molto, ma intuiamo che era qualcosa di brutto per lo stato d'animo di Daniel e Laura. I due, dopo mesi, non sono riusciti a lasciar alle spalle quella notte ma hanno deciso di tenerlo segreto tra di loro, di non parlarne mai con nessuno.
Ma lo stress è enorme e Laura va a stare da una coppia, amica in comune, per cercare di dimenticare tutto, anche Daniel. Lui ne è devastato, ma crede di poterla riavere con sè.
Purtroppo però sembra che quei ricordi non vogliano smettere di tormentarli e ad entrambi sembra ci sia qualcosa che li perseguiti. Succedono brutti incidenti e l'unico collegamento sembra essere quella dannata notte in Romania.

Tutto il romanzo lo si passa chiedendosi "Cosa è successo?".
La curiosità divora dentro perchè ha cambiato davvero molto le loro vite e come affrontano il loro quotidiano. E non solo, come dicevo, sembra che qualcosa li stia perseguitando.
Anche dopo aver scoperto il segreto di quella notte, state tranquilli che i colpi di scena non sono finiti...oh no! Siamo al principio di tanti colpi di scena che spiazzeranno e rivolteranno la situazione, di volta in volta. Quando si crede di aver capito, tutto si rovescia.
Per concludersi un po' lentamente, ma sempre con delle sorprese.

Davvero un ottimo thriller, devo tener a mente questo scrittore perchè mi piace davvero molto!
Lo consiglio tantissimo, se non vi fidate provate a leggere anche solo le prime pagine in anteprima, vi conquisterà e vorrete saperne di più.


Nessun commento:

Posta un commento