mercoledì 10 febbraio 2016

Opinione: Alizée, di Chiara Zanini

http://www.amazon.it/gp/product/B016U4O4OW/ref=as_li_ss_tl?ie=UTF8&camp=3370&creative=24114&creativeASIN=B016U4O4OW&linkCode=as2&tag=viaggiatricep-21
 (cliccando sull'immagine si va su Amazon)

 L’unica cosa che Alizée ricorda di sé, quando a cinque anni si ritrova sola in un vicolo sotto la pioggia, è il proprio nome. Viene accolta da una coppia adottiva che la aiuta a crescere e ricostruirsi una nuova vita senza sapere da dove viene e chi sono i suoi veri genitori.
Ma quando, una volta adulta, mentre si sta recando a un colloquio di lavoro viene aggredita da una creatura mostruosa che sembra l’incarnazione del diavolo e sanguina fiamme, e difesa a colpi di balestra da un misterioso ragazzo dagli occhi blu elettrico che pur salvandole la vita la tratta con inspiegabile disprezzo, dovrà imparare a fare i conti con quel passato di cui non ha memoria, che tutto a un tratto pare più importante della sua stessa vita.

° °   ° ° °   ° °   ° °   ° ° °   ° °

Prima di tutto ringrazio l'autrice per avermi permesso di leggerlo.
Sinceramente non so ancora bene come classificarlo.
La storia di base è un po' quella già sentita in molti romanzi fantasy: una ragazza qualunque che un giorno scopre di essere speciale. 
Ma partiamo dall'inizio, nelle primissime pagine in cui una bambina viene trovata da una coppia, sola e senza ricordi a parte un nome "Alizèe"....un po' mi ha ricordato l'intro di "Alice From Wonderland", lo ammetto. 
Poi la storia va avanti veloce, quando lei ha circa 25 anni, ed è pronta per il suo primo colloquio di lavoro, ma per strada tutto ciò che credeva va all'aria: viene aggredita da un misterioso uomo dagli occhi di blu, con il quale prova attrazione e paura allo stesso tempo (sentite di averlo giù letto?), ma lei è esperta di difesa personale e riesce a scappare da quell'aggressione solo per finire in un'altra subito dopo. Ma questa è diversa, più crudele, e quando sta per esser uccisa da una coltellata, interviene l'uomo dagli occhi blu e la salva, con un colpo di balestra.
E, come è prevedibile, da quel momento tutto cambierà.
Scoprirà che lui è lì per salvarla, nonostante percepisca astio ed odio nel suo sguardo.
Dovrà scavare per scoprire chi è, come mai la odi tanto e...chi sia lei in realtà.

Un romanzo davvero troppo veloce, che perde molto per questo.
Come ho già detto ci sono parti che si sono già sentite molte volte, ma quello che non posso anticiparvi (e mi spiace davvero) è proprio quella parte che regala originalità al racconto.
Regala alla storia quel pizzico di diverso che la stacca da molte altre già sentite, ma (purtroppo) è così breve che in un attimo si è alla fine e si rimane con l'amaro in bocca.

C'è moltissimo di cui scrivere, se si volesse fare un seguito o se l'autrice volesse riprenderlo per dargli più spessore.....io lo rileggerei molto volentieri!
Tutto sommato non la sconsiglio, è scritto molto bene, è fluida come storia, è piacevole e si legge velocemente. 

Nessun commento:

Posta un commento