venerdì 12 febbraio 2016

Opinione: Il Patto, di Jodi Picoult

http://www.amazon.it/gp/product/B01AB8U4XS/ref=as_li_ss_tl?ie=UTF8&camp=3370&creative=24114&creativeASIN=B01AB8U4XS&linkCode=as2&tag=viaggiatricep-21

(cliccando sull'immagine si va su Amazon)

Fino a quella telefonata alle tre del mattino di una giornata di novembre, i Gold e i loro vicini di casa, gli Harte, sono sempre stati inseparabili. Per ben diciotto anni. Non è stata una sorpresa per nessuno, dunque, quando i loro figli adolescenti, Chris ed Emily, da semplici amici sono diventati qualcosa di più. Ma adesso la diciassettenne Emily è morta uccisa da un colpo di pistola alla testa sparatole da Chris, in un apparente patto suicida lasciando le due famiglie devastate e alla disperata ricerca di risposte su un gesto inimmaginabile, di due figli che forse non conoscevano bene come credevano. È rimasta una sola pallottola nella pistola che Chris ha preso dall'armadio del padre, una pallottola che secondo la sua versione era destinata a se stesso. Cos'è successo veramente? Un detective della polizia del luogo nutre più di un dubbio sul patto suicida descritto dal ragazzo e inizia un'indagine che terrà il lettore col fiato sospeso fino all'ultima pagina.


° °   ° ° °   ° °   ° °   ° ° °   ° °  
Un libro dal quale è davvero davvero difficile staccarsi.
Incuriosita, dalla trama e da alcuni commenti molto positivi, mi sono decisa a prenderlo e leggerlo....
Ma non mi sarei mai aspettata tanto!

E' un libro intenso, che pagina dopo pagina ti fa entrare nella vita di queste due famiglie, nel giorno peggiore delle loro vite: quando una chiamata in piena notte li avverte che i loro figli sono in ospedale. Ma solo uno è ancora vivo. 
Due ragazzi cresciuti insieme e che credevano innamorati e felici, ma che avevano un enorme segreto: suicidarsi insieme. 
Dubbi e tormenti iniziano a segnare le due famiglie, e anche il lettore:
cosa sia successo veramente solo uno lo sa, ma è la verità?

Leggeremo il presente (il 1997 nel romanzo) e l'autrice ci porterà anche nel passato dei giovani, per far capire il rapporto tra i ragazzi che fin dalla nascita son stati inseparabili, come le loro famiglie, fino ad arrivare a quel momento e rallentare la narrazione, spiegando meglio cosa accadde prima di quella notte e i motivi che portarono a quel gesto. 

Proveremo affetto, odio, stupore e molto altro, immedesimandoci in certi personaggi, mentre altri li detesteremo proprio (o almeno per me era così). 

Una storia davvero intrigante ed interessante, assolutamente ben scritta e che non pesa, anzi fa venir voglia di andare avanti e scoprire cosa succederà, ma sopratutto scoprire la verità che solo nelle ultime pagine ci viene svelata.

Insomma, se vi piacciono i thriller è da non perdere, ma anche se non siete fan del genere dategli una possbilità, perchè potrebbe conquistarvi.

2 commenti:

  1. Sono davvero promosa di leggerlo!
    Ho amato la Picoult con "la custode di mia sorella" e questo sembra davvero eguagliarlo in intensità!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho mai letto quel libro, ma questo cattura molto ^.^

      Elimina