giovedì 25 maggio 2017

Opinione: Ignite Me (Shatter Me 3), di Tahereh Mafi

http://amzn.to/2qCyCga
Cliccando sulla Cover si va su Amazon
Niente sarà più come prima. Non si sa che fine abbia fatto il Punto Omega. Tutti i compagni di Juliette potrebbero essere morti. Forse la guerra è finita ancora prima di cominciare. Juliette comunque non si arrende: affronterà la Restaurazione. Se vuole sopravvivere, deve sconfiggerla. Ma per abbattere la Restaurazione e l'uomo che l'ha quasi uccisa, le servirà l'aiuto di qualcuno che non avrebbe mai pensato di avere al suo fianco: Warner. E mentre si preparano insieme ad affrontare il loro nemico comune, Juliette scoprirà che tutte le sue certezze - su Warner, sui propri poteri, e perfino su Adam erano sbagliate.


° °   ° ° °   ° °   ° °   ° ° °   ° °
 

Prima di tutto un grande: Grazie Mafi!
Non so se avete letto la mia precedente opinione (Unravel Me), ma ero rimasta decisamente delusa da quel libro.
Banale, noioso e...Juliette odiosa come non mai, sempre a piangersi addosso e non rendersi conto di quanto gli altri si stiano facendo il culo per lei. Inutile, nonostante tutto quello che le succede intorno.
Io l'avrei presa a schiaffi, non so come hanno resistito gli altri nel romanzo accanto a lei a seguirla sempre con pazienza e darle i contentini.

Questo libro continua dalla fine, da quando lei si sveglia sana e salva dopo che il padre di Warner le aveva sparato al petto. Pensava di morire e in quel limbo aveva capito quanto era stata stupida a non osare mai e trattenersi nel suo guscio, e ritornando al mondo dei vivi si era messa in testa di cambiare, si fare qualcosa per poter distruggere la Restaurazione.

La vedremo a stretto contatto con Warner, che le rivelerà alcune cose di sé che sorprenderanno il lettore (e faranno venire gli occhi a cuoricino a chi già aveva una Ship con loro due).
Infatti ha sempre avuto delle maschere, che ora decide di levarsi (per lei) e mostrarle chi sia davvero, ed il suo punto di vista in merito a certe cose che lei, e noi attraverso i suoi occhi, avevamo interpretato "male", etichettandolo come cattivo.

Cosa che è fine alla storia, perché ci dovevano essere i due "buoni" a contendersi il cuore della donzella; non sia mai che si innamori di un cattivo!

Nel frattempo che lei si riprendeva, i soldati avevano raso al suolo il Punto Omega, distruggendo tutto e lasciando solo macerie. Juliette ne è devastata quando lo scopre, perché non può credere che tutti i suoi amici siano morti per colpa sua. Deve vederlo di persona.
Così obbliga Warner a portarla lì, dove scopre che non è tutto perduto, alcuni sono sopravvissuti.
(Potete facilmente indovinare chi)
Questo la metterà di nuovo a contatto con Adam, e scoprire cose che non avrebbe voluto.

Insomma, si troverà a valutare Warner sotto una luce buona e Adam sotto quella cattiva.

Un libro di crescita anche questo, più che lotta o fantasy, che restano di sfondo.
Vedremo Juliette svegliarsi (finalmente!) prendendo in mano la sua vita e quella di tutti gli altri, creando un piano per distruggere la Restaurazione e vendicare chiunque sia stato colpito da essa.
Decisamente un cambio repentino della protagonista (troppo), che prima piangeva sempre in un angolo e non voleva fare nulla, mentre ora diventa leader (quasi) indiscussa.
Leggermente esagerato, ma pazienza.

La cosa più interessante è come lei inizia a percepire se stessa, chi le sta intorno e soprattutto i rapporti personali. Con Adam aveva chiuso perché non voleva farle del male. Con Warner si era ritrovata ad un'intimità inaspettata. E questo la confonde ancora.
Ma le fanno notare, e pure lei (finalmente!!! )comprende, che sono gli ormoni ad averla portata ad esagerare certe scelte (GRAZIE!!!); visto che non poteva toccare nessuno, era inevitabilmente attratta dagli unici due che potevano farlo.

Decide che non deve prendere decisioni solo in base a chi può o non può toccarla, deve essere libera di decidere oltre questo ostacolo.
Uno dei punti fondamentali della serie dalle prime pagine, ma che si risolverà in poche paginette.
Peccato!

Insomma...
Piacevole come chiusura della trilogia, anche se la serie non è propriamente finita (Mafi ha annunciato altri tre libri). Scorre veloce, ma non lascia molto al lettore vorace di fantasy.
Se uno ama gli Y/A con molto Romance, questo libro fa per lui/lei, altrimenti demo in qualche delusione.

Nessun commento:

Posta un commento