mercoledì 11 gennaio 2017

Opinione: L'Incastro (Im)perfetto, di Colleen Hoover

 http://amzn.to/2hRsj0F
 (cliccando sull'immagine si va su Amazon) 

Quando Tate Collins trova il pilota Miles Archer svenuto davanti alla sua porta di casa, non è decisamente amore a prima vista. Non si considerano neanche amici. Ciò che loro hanno, però, è un’innegabile reciproca attrazione.
Lui non cerca l’amore e lei non ha tempo per una relazione, ma la chimica tra loro non può essere ignorata. Una volta messi in chiaro i propri desideri, i due si rendono conto di aver trovato un accordo, almeno finchè Tate rispetterà due semplici regole: mai fare domande sul passato e non aspettarsi un futuro.
Tate cerca di convincersi che va tutto bene, ma presto si rende conto che è più difficile di quanto pensasse. Sarà in grado di dire di no a quel sexy pilota che abita proprio accanto a lei?


° °   ° ° °   ° °   ° °   ° ° °   ° °

Ebbene si, mi sono fatta trascinare e ho letto anche questo. 
Piano piano li leggerò tutti. 
Mi ha colpito meno di "9 Novembre", più una storia già sentita per come si svolge, ma piacevole e veloce da leggere anche questa, scritta così bene che ci si stacca solamente alla fine del libro.

La storia inizia con Tate che si trasferisce a casa del fratello, pilota, intanto che cerca una casa mentre finsce gli studi e nel frattempo lavora come infermiera. Quando arriva si trova un uomo ubriaco appoggiato alla sua porta e non sa cosa fare. Presto capirà che si tratta di Miles, il vicino di appartamento del fratello ed un suo amico, che ha esagerato a bere e che dovrà far entrare a dormire.
Rassicurata dal fratello, lo mette sul divano e lo lascia a dormire. 
Sarà il primo incontro/scontro tra i due. Ben presto infatti capiranno entrambi di provare attrazione l'uno per l'altra, ma Miles mette in chiaro le cose, non vuole storie e non vuole che gli siano fatte domande riguardo il suo passato.
Tate accetta e i due iniziano ad avere una storia di sesso, ma la situazione si complica, perchè entrambi iniziano a provare di più, ma lei non lo vuole ammettere e lui non vuole parlare di ciò che lo ha fatto diventare così freddo e distaccato. 
Parallelamente con questa storia leggiamo il passato di Miles, sei anni prima di incontrare Tate, e lentamente iniziamo a mettere insieme i pezzi per capire cosa sia successo a quell'uomo. 
Solo alla fine avremo il disegno completo e capiremo cosa lo ha spinto a chiudere il mondo fuori dalla porta e dal suo cuore. 

Un libro che scorre veloce, abbastanza prevedibile il tira e molla tra i due, ma lo stile della Hoover lo rende meno pesante di altre storie che mi è capitato di leggere. 
Non originalissimo, ma molto diverso dalla massa di "love story non corrisposte" che riempiono alcuni scaffali rosa. 
Per i romanticoni, a rischio lacrime, procuratevi fazzoletti perchè credo possano servirvi (alcuni me lo hanno assicurato).
Meno adatto a chi non ama i romantici, nè per scoprire quest'autrice; ma se vi piace, buttatevi anche in quest'avventura. 
Direi che mi piace sempre più come scrive e "sarò costretta" a leggere tutto di suo, piano piano.
Se vi conquista, insomma, siete fregati!

Nessun commento:

Posta un commento