venerdì 13 gennaio 2017

Opinione: Strisciano sull'asfalto, di AV


“Strisciano sull'asfalto” di Autori Vari è la nuova raccolta di racconti a tema horror, pulp e splatterpunk edita da Carmignani editrice per la collana progetto Pulsar. 

Racconti con ¼ di pulp, ¼ di humor nero, ¼ di horror, ¼ di splatterpunk. Doveva succedere prima o poi, e alla fine è successo: Stefano Rossi ha aperto le porte di Never City. Il creatore di questa Las Vegas della follia umana si è messo in combutta con il famigerato illustratore di Oltretomba Lorenzo Lepori e una piccola schiera di fetenti scrittori subculturali, dando vita a una serie di racconti che strisciano sull’asfalto come rivoli di sangue, come luridi vermi in procinto a morire. Un’antologia che non ha alcun scopo di esistere, se non quello di farvi perdere il senno, il sonno, il senso nonsense della morte. Allora? Che cosa state aspettando? Fatevi sotto! O sarà Never City a mettervi sotto... terra!

Racconti di: Stefano Rossi, Davide Camparsi, Simone Giusti, Federico Tadolini, Miriam Palombi, Ivo Gazzarrini, Lorenzo Lepori, Filippo Santaniello, Mirko Giacchetti, Elena Ciurli, Luca Ruocco. Copertina e illustrazioni interne di Lorenzo Lepori.


° °   ° ° °   ° °   ° °   ° ° °   ° °

Never City torna!
Più forte, pungente, forte e senza freni. Raccontata attraverso tante voci, undici piccoli frammenti impazziti della città:

Death Bitch, di Stefano Rossi
Un lavoro facile, di Davide Camparsi
Il maiale, di Simone Giusti
Pig Mood BlueS, di Federuci Tadolini 
Sangue cattivo, di Miriam Palombi
Pam's Blood, di Ivo Gazzarrini
Gorno Spillane, di Lorenzo Lepori
Mr Cool, di Filippo Santaniello
L'Ultima Tequila, di Mirko Giacchetti
Blue Violet, di Elena Ciurli
Radio InnSmouth, di Luca Ruocco

Io immaginavo quasi una Sin City, ma senza tinte scure, niente bianco e nero, con il rosso profondo del sangue. Quì ci sono mille tinte, anche se le storie sono pseudoreali, fino allo sconfinare con la fanstascienza. 
Alcune pià piacevoli di altre, ma tutte per palati non raffinati e delicati!
Queste storie graffiano e fanno anche "schifo", non per come siano state scritte ma per i temi trattati. 
Alcune mi hanno lasciato spiazzata perchè...non si capiva nulla, lo ammetto (ridendo), altre sono più reali e mostrano un mondo quasi contemporaneo, anche se lanciato nell'assurdo. 
Sessismo e violenza che si mescolano facendoti ribaltare lo stomaco.
Personaggi che escono dagli incubi, ombre che si muovono nel buio, demoni che arrivano dall'inferno....questi solo alcuni accenni a cosa potrete trovare tra le pagine.

Avrei voluto parlare dei vari racconti, ma non voglio rovinare ne anticipare nessuna riga che potreste leggere. Dovete immergervi ad occhi chiusi in questo mondo, senza conoscere nulla di quello che potrebbe accadere. 
Se vi piace il Pulp, l'Horror, e le storie che puntano all'estremo, questa raccolta fa per voi! 

Ps. Tra poche ore un post dedicato alla musica che ha ispirato i vari racconti, non perdetevelo!

Nessun commento:

Posta un commento