lunedì 6 febbraio 2017

Opinione: Tomb Raider I Diecimila Immortali, di Dan Abnett e Nik Vincent

http://amzn.to/2k17vG4
(cliccando sull'immagine si va su Amazon) 

Ancora scossa da ciò che è stata costretta a subire sull'isola di Yamatai, Lara Croft è determinata a lasciarsi alle spalle il calvario vissuto. Il suo desiderio di tranquillità svanisce, però, quando la sua migliore amica Sam, avvelenata da una qualche sostanza tossica, ha bisogno di lei per salvarsi. Lara si mette subito alla ricerca di qualcosa che sia in grado di aiutare Sam. Un filo di speranza nasce dal mito su un antico manufatto misterioso dalle capacità curative, capace forse di spiegare anche gli eventi soprannaturali avvenuti sull'isola Yamatai. Lara però non è l'unica a caccia dell'artefatto: .un magnate spietato, una società misteriosa e una serie infinita di tirapiedi non si fermeranno davanti a nulla pur di arrivare a sfruttare, per i loro subdoli fini, il suo potere. La ricerca spingerà Lara a viaggiare per tutto il globo, attraverso una fitta rete di cospirazioni, sospetti ed enigmi - un'avventura dove il confine tra vita e morte è davvero molto sottile...

° °   ° ° °   ° °   ° °   ° ° °   ° °

Finamente un romanzo di Lara arriva in Italia!
Questo si pone tra gli ultimi due videogame usciti in commercio e, come biografia, fa parte della "nuova" Lara, ovvero la riscrittura che la umanizza di più, la rende una giovane donna alle prime armi con l'archeologia, spaventata ed insicura, che si trova a dover affrontare eventi davvero troppo grandi per lei.
Un peccato!
Perchè sono cresciuta con la "vecchia" Lara, la donna forte, l'archeologa intrepida e che non si ferma davanti a nulla, sempre pronta all'avventura. Ed è stato deludente ritrovarmi davanti una ragazzina giovane, tremante e piena di problemi.
La rende umana, non un eroina, ma....preferivo l'altra Lara.

In questo romanzo la troviamo dopo l'avventura sull'isola di Yamatai. Deve affrontare ciò che le è rimasto dentro da quel trauma, come gli attacchi di panico che la colgono improvvisamente e la bloccano. Ma, oltre a questo problema, la sua amica Sam finisce in ospedale e, oltre segni di malessere fisico dovuto ad un avvelenamento, mostra che qualcos'altro non va, qualcosa legato all'isola e che non vuole lasciarla scappare. Lara capisce in fretta che i problemi non sono puramente fisici, che ha bisogno di qualcosa in più della medicina per salvare la sua amica ed inizia una ricerca assurda e disperata verso un artefatto che probabilmente non esiste.
Un mito molto antico che però potrebbe risolvere tutti i problemi.
Da quel momento inizierà a viaggiare per cercare di unire tutti gli indizi per recuperarlo e portarlo da Sam. Lungo la strada si imbatterà in figure oscure, gruppi ostili che la vogliono dalla loro parte, ma incontrerà anche amici sinceri, persone gentili e disponibili. Il tutto si mescolerà ad un certo punto, facendola facillare e non saper più di chi potersi fidare....

Un libro che ho trovato spesso noioso e che mi ha deluso (per la Lara giovane).
Il romanzo è ben scritto, presenta piuttosto bene le situazioni, i luoghi, ma certi pezzi diventano davvero pesanti a mio parere. Quando c'è avventura, a volte si esagera! Diventano pagine su pagine su pagine...ed è troppo. Capisco che fosse stato un videogame sarebbe stato perfetto, ma su carta diventa lungo da leggere. Stufa.

Facendo una media, non è male.
Non sono affatto dispiaciuta di averlo letto, ma non mi ha conquistato, purtroppo.
Io non ho ancora affrontato i giochi, quindi se a voi è capitato e vi sono piaciuti, vi consiglio di prendere in considerazione questo libro perchè potrebbe piacervi molto.
Se siete fan della vecchia Lara...non ve lo sconsiglio, ma temo potreste incappare nei miei stessi blocchi. Potete provare eh! Magari vi conquisterà...

Nessun commento:

Posta un commento